Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Eldorado

macchia verde su Medaglia PIO IX Massimo Modulo

Risposte migliori

Eldorado

Buongiorno a tutti, vorrei sottoporre ai più esperti un'"operazione" che ho eseguito sulla medaglia in oggetto "affetta" da una brutta macchia verde come si puo vedere nella foto allegata.

post-27889-0-26992000-1336740855_thumb.j

L' "operazione" è consistita nel far cadere sulla macchia, con uno stuzzicadenti, una piccolissima goccia di succo di limone, veramente minuscola.

Dopo circa un minuto, prima che si asciugasse, ho tamponato e rimosso delicatamente la goccia con un cotton fioc.

Modificato da Eldorado

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Questo è il risultato, vorrei avere qualche parere dai più esperti, spero che il mio gesto non sia considerato sacrilego...

post-27889-0-55225600-1336740988_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

Ottimo davvero! complimenti! :clapping:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

E' andata bene perchè era un'ossidazione molto superficiale.

Se fosse stata un'ossidazione più profonda il risultato non sarebbe stato altrettanto positivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

devi tenerla d' occhio, si ripresenterà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Edit messaggio duplicato

Modificato da Eldorado

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Effettivamente ero consapevole che fosse un'ossidazione superficiale. Fosse stata piu' profonda avrei chiesto consiglio ma avrei comunque agito in qualche modo. Sarebbe stato come non curare una carie sul sorriso di Julia Roberts...

Bruno, come posso evitare che si ripresenti? Attualmente la conservo (come altre) su monetiere....

Modificato da Eldorado

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Consiglio un bagno in benzotriazolo diluito al 5% poi lavaggio in acqua distillata, la sostanza inibisce la corrosione del bronso e del rame.

Altra soluzione potrebbe essere ricoprire la medaglia con della cera microcristallina di quella che si una nei restauri.

é essoluto obbligo fare delle prove con delle monete in metalli simili per comprendere i risultati.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Grazie per il consiglio, Alessandro, ma si trattava di una macchiolina di meno di un millimetro di diametro, fare un bagno completo mi sembra un po troppo... e prove non ne posso fare perchè ho solo due medaglie con quel tipo di patina...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Grazie per il consiglio, Alessandro, ma si trattava di una macchiolina di meno di un millimetro di diametro, fare un bagno completo mi sembra un po troppo... e prove non ne posso fare perchè ho solo due medaglie con quel tipo di patina...

Comunque hai ottenuto un ottimo risultato, purtroppo l'ossidazione verde è una delle più temibili!

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

renzo1940

Complimenti per il risultato. Se riappare la macchia, penso che sia sufficiente agire tempestivamente con un cotton fioc appena bagnato in olio di vasellina.

Ma, a questo punto, dopo la carie riparata di Julia Roberts, presentaci integralmente Julia Roberts, che a mio giudizio è una bellissima medaglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Sarebbe utile capire la natura della cosiddetta macchia... non c'è mai stata prima e si è improvvisamente presentata? Allora potrebbe trattarsi del tanto odiato fenomeno di "pitting" o "cancro del bronzo localizzato".

Agendo con il limone (acido citrico al 6% circa) hai rimosso la parte superficiale del fenomeno ma probabilmente non hai rimosso i sali responsabili della corrosione e il fenomeno prima o poi potrebbe ripresentarsi. Trattandosi di un punto molto localizzato potresti allora tentare una cura con benzotriazolo (puoi tentare anche una cura localizzata con pennello) ma è importante che prima la medaglia sia stata ben sgrassata e ripetutamente lavata in acqua demineralizzata. Dopo il trattamento dovresti rimuovere il benzotriazolo in eccesso (un panno imbevuto di alcool va bene) ed infine proteggere la medaglia almeno con della cera microcristallina specifica. La vasellina non è adeguata per questo genere di cose in quanto non offre una sufficiente protezione verso l'aria e l'umidità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Complimenti per il risultato. Se riappare la macchia, penso che sia sufficiente agire tempestivamente con un cotton fioc appena bagnato in olio di vasellina.

Ma, a questo punto, dopo la carie riparata di Julia Roberts, presentaci integralmente Julia Roberts, che a mio giudizio è una bellissima medaglia.

Eccola qui, la foto è pre trattamento, copiato dalla casa d'asta, qualcuno l'avrà gia vista di recente...

Dritto

post-27889-0-76400800-1337010691_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veridio

Artemide, vero? Molto bella.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Artemide, vero? Molto bella.

Esatto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Sarebbe utile capire la natura della cosiddetta macchia... non c'è mai stata prima e si è improvvisamente presentata? Allora potrebbe trattarsi del tanto odiato fenomeno di "pitting" o "cancro del bronzo localizzato".

La medaglia è in mio possesso da pochi giorni quindi non so dire da quando è comparsa.

Prima di agire l'ho osservata bene con una lente abbastanza potente riuscendo a distinguere le forme sottostanti, per cui ho dedotto (e sperato) che si trattasse di un'ossidazione superficiale.

All'apparenza sembra non sia rimasta traccia,

post-27889-0-78732000-1337011892_thumb.j

non dispongo al momento di benzotriazolo, per cui eviterò trattamenti di sorta, mi limiterò all'osservazione e in caso vedrò il da farsi insieme agli amici del forum...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

A proposito del segno nel campo del dritto, dopo la cifra IX, a me sembra che abbia la stessa curvatura e direzione delle suddette cifre romane, potrebbe essere un segno provocato dal conio?

post-27889-0-76210600-1337182681_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Sarebbe utile capire la natura della cosiddetta macchia... non c'è mai stata prima e si è improvvisamente presentata? Allora potrebbe trattarsi del tanto odiato fenomeno di "pitting" o "cancro del bronzo localizzato".

Agendo con il limone (acido citrico al 6% circa) hai rimosso la parte superficiale del fenomeno ma probabilmente non hai rimosso i sali responsabili della corrosione e il fenomeno prima o poi potrebbe ripresentarsi. Trattandosi di un punto molto localizzato potresti allora tentare una cura con benzotriazolo (puoi tentare anche una cura localizzata con pennello) ma è importante che prima la medaglia sia stata ben sgrassata e ripetutamente lavata in acqua demineralizzata. Dopo il trattamento dovresti rimuovere il benzotriazolo in eccesso (un panno imbevuto di alcool va bene) ed infine proteggere la medaglia almeno con della cera microcristallina specifica. La vasellina non è adeguata per questo genere di cose in quanto non offre una sufficiente protezione verso l'aria e l'umidità.

Riesumo questa discussione per chiedere all'amico centurioneamico e agli altri che ne sanno più di me, istruzioni pratiche sul bagno in benzotriazolo, per la cronaca la macchiolina verde sulla medaglia in oggetto non è più ricomparsa.

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Questo è quel poco che so:

Il benzotriazolo va maneggiato con estrema cura e sicuramente all'aria aperta, si presenta in forma di piccoli aghi, se ne prende un cucchiaino e lo si pesa, si diluisce al 5% in alcool puro e si mete la moneta medaglia a bagno per alcuni minuti e poi si strofina la medaglia con un panno fino al totale assorbimento. Ovviamente la medaglia deve già essere priva di aggressioni profonde (ovvero deve essere stata già trattata con acidi se presenta ossidi di bronzo o di rame).

meno pericoloso per la salute e con ottimi risultati può essere anche strofinare delicatamente la medaglia con un panno morbido leggermente inbevuto di olio di vaselina (paraffina) questa sostanza inibisce la corrosione e non altera l'aspetto della moneta.

Obbligo e fare delle prove prima con tondelli senza valore.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Il tempo di applicazione del benzotriazolo in immersione varia a seconda dell'applicazione. Nel caso di un fenomeno di pitting con corrosione puntiforme che tende ad andare in profondità sono necessari tempi più lunghi per dare alla soluzione il tempo necessario ad arrivare fino in fondo. In questi casi sarebbe ancora meglio l'impiego del sottovuoto ma occorre essere attrezzati. Per i fenomeni di pitting mediamente occorrono dalle 24 alle 48h. Se il fenomeno di corrosione è invece superficiale si può tentare l'applicazione a pennello ma, quando possibile, conviene sempre l'immersione per alcune ore.

La vaselina non è un agente inibitore. Può proteggere il metallo per tempi brevi per via della barriera che crea verso l'esterno ma se c'è una corrosione in atto non è il metodo giusto per arrestarla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Il tempo di applicazione del benzotriazolo in immersione varia a seconda dell'applicazione. Nel caso di un fenomeno di pitting con corrosione puntiforme che tende ad andare in profondità sono necessari tempi più lunghi per dare alla soluzione il tempo necessario ad arrivare fino in fondo. In questi casi sarebbe ancora meglio l'impiego del sottovuoto ma occorre essere attrezzati. Per i fenomeni di pitting mediamente occorrono dalle 24 alle 48h. Se il fenomeno di corrosione è invece superficiale si può tentare l'applicazione a pennello ma, quando possibile, conviene sempre l'immersione per alcune ore.

La vasellina non è un agente inibitore. Può proteggere il metallo per tempi brevi per via della barriera che crea verso l'esterno ma se c'è una corrosione in atto non è il metodo giusto per arrestarla.

Si giusto mi sono espresso male, la vaselina (con una L) :rolleyes: effettivamente non inibisce la corrosione. Quando la uso cerco di lasciare un pochino la moneta con un sottilissimo velo di olio sopra in modo da proteggerla a lungo.

Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

....la vaselina (con una L) :rolleyes: ....

Ops :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eldorado

Grazie ad entrambi, sulla medaglia non è in atto alcun fenomeno di corrosione, perlomeno visibile ad occhio nudo.

La situazione è stabile da oltre 6 mesi dopo aver tolto la macchiolina verde con un'oparazione di "microchirurgia" stuzzicadenti e micro gocciolina di limone..

Vorrei fare il trattamento per prevenzione quindi vorrei sapere se confermate la diluizione al 5% del benzotriazolo in alcool e se va bene un tempo di quattro ore.

Quando la tolgo dal bagno la devo asciugare o aspettare che l'alccol evapori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Consiglio di fare delle prove, la moneta va asciugata con un panno dopo il bagno. Mi raccomando osservate il divieto assoluto di respirare i vapori dell'alcool dopo la diluizione del benzotriazolo, è una sostanza altamente tossica. Quando viene venduta in genere viene anche consegnata la scheda di sicurezza che indica quali dispositivi utilizzare per maneggiare questa sostanza. Se non ricordo male è indicato il divieto assoluto di respirazione e il tipo di maschera che bisognerebbe usare. Nel caso si utilizi la sostanza all'aperto le precauzioni possono essere minori ma sepre attenzione ok?.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×