Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rorey36

Due talleri simili. Uno è un falso cinese.

Risposte migliori

rorey36
Supporter

post-8209-0-32424700-1340376717_thumb.pn

Questo Tallero di Salisburgo del 1761, Arcivescovo Sigismondo di Schrattenbach, catalogo Probszt 2291 var. proviene dall' ultima asta Rauch. Non ci sono dubbi sull'autenticità.

Perchè questa precisazione?

Ho trovato nel passato sulla baia un gran numero di talleri simili venduti da cinesi, li ho archiviati e studiati.

Tutti hanno un piccolo difetto, anche se sono più o meno patinati o più o meno consunti. Vengono dalla stessa zecca, e forse non sono nemmeno d'argento.

Qualche mese fa su mashop ne ho visto uno in vendita. Ho espresso i miei dubbi alla direzione e il tallero è stato ritirato.

Ora ne ho visto un altro .: Asta Ibercoin lotto 671

http://www.sixbid.com/nav.php?lot=671&p=viewlot&sid=627

Ho mandato un messaggio ma non ho avuto risposta.

Aggiungo qui sotto altri esemplari cinesi.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

post-8209-0-27077700-1340378374_thumb.jp post-8209-0-25699400-1340378403_thumb.jp

post-8209-0-18518300-1340378446_thumb.jp post-8209-0-79834400-1340378484_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Bellissimo questo:

post-8209-0-80310700-1340379246_thumb.jp

Peccato che sia falso anche questo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Visto che questa discussione interessa a pochi,non dovrei indicarvi il particolare che serve a distinguere le buone dalle cinesi. Ma poichè forse la cosa potrebbe interessare , non si sa mai, anche solo a uno di voi, lo accontento:

post-8209-0-71439600-1340459657_thumb.jp

La M di SIGISMUNDUS ha la gamba sinistra spezzata. Tutti i falsi cinesi, che provengono dalla stessa matrice, hanno questo difetto.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

buongiorno rorey,anche se non è la mia monetazione non posso non apprezzare il tuo contributo nello smascherare questi falsi,che peraltro reputo davvero pericolosi,volevo comunque chiederti:che cos'è quel segno al rovescio in alto a destra della stellina del primo pezzo che hai postato?potrebbe essere un'altro indizio di falsità?inoltre ho notato,nell'esemplare con la M con la gambina sinistra spezzata,i "riccioli" delle S terminano in modo diverso,ancora un indizio?scusami per le molteplici domande...

Modificato da gennydbmoney
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Ripropongo il R/ del tallero orginale, quello buono....(foto un poco migliore)

post-8209-0-35329700-1340526893_thumb.pn

Mi hai dato un altro indizio. Il segnetto è un punto e appare solo sulle monete autentiche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Mi permetto di aggiungere la foto di una moneta originale in alta conservazione,

Saluti,

Luca

post-3533-0-23015900-1340531463_thumb.jp

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Grazie Luca,

così si vede meglio.

Nel 2005 un militare francese tornò dall'Afghanstan con un pacco di monete acquistate in loco e le sottopose a CGB, erano monete cinesi false , l'avanguardia dell'invasione di patacche che seguirono negli anni successivi.

Il problema dei falsi cinesi risale al 2007 quando sul Bulletin Numismatique di CGB comparve un écu riformato di cui i cinesi vendevano sulla baia alcune versioni. Il diritto con la tipica ribattitura delle monete riformate sotto la quale si vedeva la moneta precedente era semre lo stesso( cosa impossibile per la tipologia) e il rovescio presentava tipi, date e soprattutto zecche diverse.

C'è al riguardo un sito che consiglio a tutti perchè può capitare di imbattersi in un falso cinese in ogni momento.

https://sites.google.com/site/copiereplicamonnaiesdefrance/

Così cominciò la caccia al falso cinese. Nel marzo del 2007 il BN n.31 pubblicò un elenco dei falsi (pagina 7

e seguenti). Lo trovate qui :

http://www.cgb.fr/bn/pdf/bn031.pdf

noterete un 5 lire di Maria Luisa

e qui un Vaticano: pag 16

http://www.cgb.fr/bn/pdf/bn034.pdf

Guardate qui a pagina 14:

http://www.cgb.fr/bn/pdf/bn055.pdf

Iniziai a collaborare con il BN come Chinesefakesbuster....

Scoprimmo che uno dei maggiori venditori su ebay china non si limitava a vendere ma comprava in Europa scudi,talleri e corone. Lo scoprimmo dai feedback che aveva ricevuto e dove si potevano vedere i suoi acquisti.

Achiviammo il tutto e dopo qualche settimana ecco che comparvero in vendita i cloni di quel che aveva comprato.

Mi fermo qui, per ora.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Intressantissimo contributo rorey36,

nel sito che hai riportato, in cui sono archiviati i falsi di fattura cienese, ho notatao due monete di mio interesse che, fortunatamente per me, non sono per nulla insidiose.

La prima è un 5 Franchi della zecca di Roano, moneta assai comune coniata in oltre 3 milioni di esemplari, che nella riproduzione cinese presenta i rilievi tutti impastati oltre che un bordo molto irregolare, sicuramente è stata ottenuta tramite fusione.

Posto le foto della moneta falsa e di una moneta genuina per un confronto.

Falsa:

post-3533-0-84627800-1340548166_thumb.jp

Autentica:

post-3533-0-72720600-1340548212_thumb.jp

Ed infine la seconda moneta, anch'essa un 5 Franchi, ma questa volta della zecca di Genova, moneta piuttosto rara, coniata in soli 13 mila esemplari.

La riproduzione cinese presenta questa volta dei rilievi più accattivanti rispetto al falso precedente, anche se, entrando nel dettaglio si notano facilmente le differenze rispetto ad una moneta genuina, come ad esempio lo stile differente della cifra "3" del millesimo e poi un errore davvero grossolano che salta subito all'occhio, infatti il segno di zecca apportato alla moneta non è la classica "prua" utilizzata per Genova, ma bensì il galletto che contraddistingue la zecca della capitale, Parigi.

Anche qui posto la foto del falso e di una moneta originale per un facile confronto:

Falsa:

post-3533-0-41364200-1340548994_thumb.jp

Autentica:

post-3533-0-83249200-1340549021_thumb.jp

Saluti,

Luca

Modificato da lucadesign85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona Domenica Luca

Grazie per l'interessante contributo e le informazioni che hai condiviso.

Anche se fosse stato letto da una sola persona, sarebbe stato comunque meritevole. :clapping: :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

ciao a tutti,volevo chiedere a rorey,questi falsi che hai postato che differenza di peso hanno(sempre che ne hanno)con gli originali?e il metallo è in buon argento o è solo "argentone?",considerando che il conio di questi falsi è pericolosamente di buona(se non ottima)fattura speriamo che almeno sul peso abbiano operato con leggerezza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

Ripropongo il R/ del tallero orginale, quello buono....(foto un poco migliore)

post-8209-0-35329700-1340526893_thumb.pn

Mi hai dato un altro indizio. Il segnetto è un punto e appare solo sulle monete autentiche.

ottimo,sono contento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Ciao,

da quanto si era potuto rilevare con il BN e con la CGB i falsi sono d'argento. Ma il contenuto di fino all'inizio era normale,poi ne sono apparsi con basso tenore. Il peso ,almeno per i primi ecu di Luigi XIV,era giusto

Bisognerebbe comprarne qualcuno, ma mi dispiace buttare soldi,regalandoli ai cinesi, e quello di Ibercon,(ho mandato loro un'altra mail )parte da 150 . Non mi pare il caso. L'acquisto in Cina, che potrei fare con 50 euro più una esagerazione di spese postali ,mi finirebbe in dogana con scocciature annesse.

Se ne vedrò uno su ebay in Europa lo compro, semprechè non costi troppo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Ringrazio per gli apprezzamenti ricevuti.

Penso che il problema dei falsi cinesi sia ancora poco considerato qui. Le monete italiane falsificate sono poche. un 5 lire di Maria Luisa -Parma, il Francescone di cui si è scritto in altra discussione , una Vaticana e due scudi di Vittorio Emanuele I ,uno rarissimo e un altro comune però visto più volte.

Se molti diffidano delle vendite dei cinesi sulla baia, quando la moneta appare in qualche asta o nelle offerte di qualche commerciante ritenuto affidabile la cosa si fa pericolosa.

Ogni tanto do un'occhiata alle offerte dei cinesi e devo dire che i falsi europei sono diminuiti. In questo momento sono una mezza dozzina,( un tallero di Augsburg, tre esemplari di un tallero bavarese, il solito Luigi XIV, e questo:

post-8209-0-38855300-1340611758_thumb.pn

Il rovescio segue....(non mi stava )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

post-8209-0-40385800-1340611865_thumb.pn

Di solito finiscono invenduti, ma prima o poi qualche sprovveduto ci casca.

Paga i 79 dollari + 20 di postali e lo ripropone in europa a 150 o più, visto che quello di Rauch è costato,tutto compreso, 290.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Estimado Sr. Rey

Le agradezco mucho la información, el lote queda retirado de la subasta.

Reciba un cordial saludo,

Jacobo Fau Carranza,

Ibercoin

Ricevuto ora. ( Impedito un possibile bidone, ne sono lieto )

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

Ciao,

da quanto si era potuto rilevare con il BN e con la CGB i falsi sono d'argento. Ma il contenuto di fino all'inizio era normale,poi ne sono apparsi con basso tenore. Il peso ,almeno per i primi ecu di Luigi XIV,era giusto

Bisognerebbe comprarne qualcuno, ma mi dispiace buttare soldi,regalandoli ai cinesi, e quello di Ibercon,(ho mandato loro un'altra mail )parte da 150 . Non mi pare il caso. L'acquisto in Cina, che potrei fare con 50 euro più una esagerazione di spese postali ,mi finirebbe in dogana con scocciature annesse.

Se ne vedrò uno su ebay in Europa lo compro, semprechè non costi troppo.

ciao rorey,grazie per le informazioni,effettivamente spendere tanti soldi per un falso possono sembrare molti ma penso che per chi colleziona una determinata tipologia di monete comprarne uno potrebbe essere una buona palestra

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×