Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
gpittini

Alessandria, Aureliano e Vabalato.

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI

Non avevo mai avuto questa moneta, e l'ho presa nonostante la qualita' non eccelsa (mi pare che il corrispondente antoniniano sia decisamente piu' comune). Pesa 9,8 g. e misura 20 mm. Al D il ritratto di Aureliano; della scritta leggo: KLDOM AVPHLIANOC CE.. Al R il ritratto di Vabalato mi sembra porti sia un diadema che una corona d'alloro, o un insieme di questi due ornamenti. Della legenda non e' visibile quasi nulla, solo qualche brandello di lettera, il resto e' fuori tondello. Al D leggo chiaramente, della datazione, solo la L; al R leggo la E (quinto anno di regno di Vabalato, dopo la morte di Odenato nel 267). Nel BMC e' la 2387, credo; mi dareste il Dattari? Ma siete d'accordo sulla classificazione?

post-4948-0-01214600-1347305697_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

non ho il dattari ma questa non e` comune , l antoniniano ce l ho in collezione e ne ho visti qualcuno , questa mai

farei un altra considerazione , avete notato che nonostante questi fossero usurpatori alla fine dovevano usare il volto di qualcuno piu` potente

questo vale per vabalathus ma anche per aureolo

secondo me il popolo non gli accettava le monete altrimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

non ho il dattari ma questa non e` comune , l antoniniano ce l ho in collezione e ne ho visti qualcuno , questa mai

farei un altra considerazione , avete notato che nonostante questi fossero usurpatori alla fine dovevano usare il volto di qualcuno piu` potente

questo vale per vabalathus ma anche per aureolo

secondo me il popolo non gli accettava le monete altrimenti

Forse nel 271/272 e ad Alessandria, l'emissione era ancora (o nuovamente) autorizzata da Aureliano, e in tal caso non si potrebbe pensare che sia stato l'usurpatore a rafforzarsi col ritratto dell'imperatore legittimo (si fa per dire).

Pproprio nel 271 Probo aveva riconquistato l'Egitto e nei mesi successivi la deriva dei regnanti di palmira si avviava alla sua definitiva conclusione.

Sull'argomento: http://www.roth37.it/COINS/Zenobia/index.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AlfaOmega

Dovrebbe essere la numero 5434 del Dattari-Savio.

Ι Α C OςΑΒΑΛΛΑΘΟC ΑΘΗΝΟΥ Α C Ρ

questo è il rovescio.

Al dritto LB al rovescio LE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Grazie a tutti per gli interventi e le notizie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

Sì, dopo il 270, i rapporti di Zenobia con Roma si deteriorarono ulteriormente, a seguito delle sue mire espansionistiche avendo conquistato ed annesso al suo regno la Bitinia e l’Egitto.

Con l’ascesa al trono di Aureliano, questi aveva più urgenti questioni interne da sistemare, e pertanto cercò di trovare un accordo con la regina ed il figlio, questo è infatti comprovato dall’esistenza di monete di Antiochia e Alessandria con le effigi da un lato di Aureliano e dall’altro di Vaballato.

La corona radiata è ovviamente posta sul capo di Aureliano Imperatore, però si noti la particolarità degli antoniani di Antiochia che hanno il segno di officina, che di norma si apponeva all'esergo del rovescio, sotto il busto di Aureliano...forse si voleva sottolineare che il lato "più importante" della moneta era quello con il busto di Vaballato?

Nel 271, quando l’Imperatore sistemò le questioni interne, marciò verso l’oriente e nel 272 sottomise con non poca fatica il regno di Palmira, portando Zenobia prigioniera a Roma

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

questa moneta a me piace molto, tra l'altro, di Vaballato ho appena comprato il suo antoniniano e anche se non ha una conservazione eccelsa è ben leggibile e ne sono soddisfatto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×