Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vespa.76

Denario romano piccolo granchio

Risposte migliori

vespa.76

Salve a tutti! Ieri ho postato questa moneta nella pagina identificazione monete, ma a quanto pare nessuno è riuscito a darmi un aiuto nell'identificazione! Ora riposto qui la discussione in modo da renderla più visibile a chi si occupa solo di monete antiche! :)

La moneta ha un diametro di 12 mm sul lato lungo e 10 su quello corto, pesa 0,8 grammi. Penso che sia di epoca romana imperiale, ma non posso dirlo con certezza. Essendo molto usurato al dritto, non riesco a capire di che imperatore si tratti, anche se il volto più o meno si intravede. Al rovescio la situazione è un pò migliore, c'è una figura che allunga il braccio destro verso (suppongo) un animale (un cavallo?) disteso, mentre in alto c'è un piccolo granchio.

Avete mai visto qualcosa del genere?

post-31638-0-70109700-1347621579_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

...e questo è il dritto...si vede un volto, ma nessuna scritta leggibile...

Forse sono fuori strada e si tratta di una moneta pre romana?

post-31638-0-24091000-1347621614_thumb.j

Modificato da vespa.76

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

Dubito fortemente sia romana di periodo romano. Inoltre un denario peserebbe più di 3 grammi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

col granchio mi pare ci fosse akragas nella magna grecia

ma la sparo li

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ciao, secondo me potrebbe essere una moneta greca di Tarentum

tipo questa, quindi un diobolo:

http://www.acsearch.info/record.html?id=498603

la differenza di peso la giustificherei con la scarsa conservazione.

Al D/ vedo una testa di Athena

AL R/ Heracle che lotta con il leone

Purtroppo non ho bibliografia specifica ...(per poter individuare la classificazione corretta con il granchio sopra al leone)

cmq credo sia la strada giusta....

ciao

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

anche statere di lucania heracleia

Modificato da ciosky68

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

se pesa 0,8 grammi non puo essere uno statere...

potrebbe anche essere un diobolo di Heraclea ...(i dioboli di queste due polis sono molto simili tra di loro, la chiave quindi sarà in granchio..)

ciao

sku

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

con il granchio non li trovo...

saluti R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Finalmente inizia a farsi un pò di luce! Ero completamente fuori strada! Nei prossimi giorni mi darò alla ricerca di un esemplare similare e vi farò sapere!

Sono stato tratto in inganno anche dal fatto che questa moneta mi è stata regalata insieme a un lotto acquistato di semisse e triente romani, quindi non ne conosco il valore (che tra l'altro, se la moneta è autentica, non mi interessa!).

Una domanda, dato il fatto che quel granchio potrebbe essere una particolarità, non è che sono in possesso di un falso?

Vi terrò aggiornati...grazie mille per il prezioso aiuto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Ecco i frutti delle prime ricerche sul web:

ho dato un'occhiata su wildwins e l'unica cosa che ha attirato la mia attenzione è stata questa moneta in bronzo di 19mm di Alontion

http://www.wildwinds.com/coins/sg/sg1055.html

continuando le ricerche mi sono imbattuto in questa litra/obolo di Tarentum (come diceva Skuby), in cui il granchio e il peso sono molto somiglianti

http://www.acsearch.info/record.html?id=193347

infine il diobolo di Tarentum riportato sempre da skuby è simile come rappresentazione dei disegni, ma manca il granchio

di Heraclea anche io non ho trovato nulla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ciao, raffigurare animali o insetti (vedi ad esempio la monetaziione di metaponto metaponto) nella monetazione antica greca era normale.

Il diobolo di tarentum è una monetina cmq comune, con parecchie varianti che si differenziano per piccoli particolari.

Ti allego l'immagine di un esemplare dove secondo me, Erroneamente, chi ha descritto la moneta (CNG) ha indicato la presenza sopra al leone della lettera A. Io non vedo nessuna A.

Riporta come nel tuo esemplare il granchio sopra il leone.

CNG 226 n. 29

CALABRIA, Tarentum. Circa 325-280 BC. AR Diobol (13mm, 1.28 g, 2h). Head of Athena left, wearing helmet decorated with Skylla hurling a stone / Herakles wrestling with lion; A above. Vlasto 1315; HN Italy 976. VF, toned, flan a bit ragged.

Altri esemplari presentano ad esempio presentano una civetta sopra il leone (ne ho anche visti anche con una cavalletta e/o locusta).

Pertanto eviteri di guardare altre monetazioni. Prova a vedere queste opere:

  • Arthur J. Evans, The "Horsemen" of Tarentum, Londra, 1889

  • Ludovico Brunetti: to Tarantos parasemon: Contributo alla numismatica tarentina. Rivista italiana di numismatica (1948) serie 4, vol. 5, pagg. 8-70
    • Sulle frazioni dell'argento tarentino, Numismatica (1949), pagg. 1-33. Parte II Numismatica (1950), vol. 16, pagg. 1-21
    • Nuovi orientamenti sulla zecca di Taranto. Rivista italiana di numismatica (Milano 1960), vol. 62,pagg. 2-132

    [*]Arthur J. Evans, The "Horsemen" of Tarentum, Londra, 1889

    [*]Giulio Giannelli, Culti e miti della Magna Grecia, Firenze, Bemporad, MCMXXIV

    [*]Barclay Vincent Head, Historia Numorum: a Manual of Greek Numismatics, 2ª edizione, 2a ed. (in inglese), Londra, Oxford [1887], 1911.

    [*]Keith N. Rutter, Greek coinages of Southern Italy and Sicily (in inglese), Londra, Spink, 1997.

    [*]Keith N. Rutter; et al., Historia Nummorum - Italy, Londra, British Museum Press, 2001.

    [*]Margaret Thompson, Otto Morkholm and Colin M. Kray (a cura di), An Inventory of Greek Coin Hoards, comunemente citato come IGCH, New York, ANS, 1973.

    [*]Michel P. Vlasto: Taras Oikistes: A contribution to Tarentine Numismatics, (Numismatic Notes and Monographs, vol 15) New York: American numismatic Society, 1922

Collezioni

  • R. Ratto: catalogo di vendita della Collection Claudius Côte: Monnaies de Tarente de 550 à 209 av. J. C. Lugano 1929
  • Oscar E. Ravel: Descriptive catalogue of the collection of Tarantine coins formed by M. P. Vlasto, Londra 1947.

  • Willy Schwabacher - Niels Breitenstin (a cura di), SNG Copenhagen, Vol. One: Italy, Sicily (in inglese), Copenhagen, Danish National Museum, 1981.

  • Anna Rita Parente (a cura di), SNG France, Vol. 6, Part 1: Italie (Étrurie-Calabre) (in francese), Parigi, Bibliotèque Nationale de France / Numismatica Ars Classica, 2003.

ciao

skuby

post-7579-0-58714900-1347696701_thumb.jp

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Grazie mille skuby, cercherò di reperire tutte le fonti e di trovare questa moneta! Poi ti farò sapere!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Grazie mille skuby, cercherò di reperire tutte le fonti e di trovare questa moneta! Poi ti farò sapere!!

figurati, è un piacere!!

ciao

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Ciao skuby! Spulciando tra i tuoi suggerimenti, mi si è confermata l'idea che sia una moneta di Tarentum, dato che sono quelle più similari.

Cerca e ricerca, sul sito della American Numismatic Society ho impostato come ricerca Tarentum, Herakles e Crab...e è saltata fuori questa moneta, ma manca la foto!

http://numismatics.org/collection/1944.100.4620

Da quel pò di descrizione sembra lei, visto che c'è la testa di Atena, Eracle che stangola il leone e guarda un pò, come simbolo ha proprio un granchio! Il peso della mia moneta è di 0,4grammi inferiore, ma penso che il tempo e l'usura possano aver influito.

Credo che ci siamo quasi nell'identificazione...il sito mi da dei riferimenti, ma non riesco a trovarli...te che ne pensi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Perfetto, la moneta è senza dubbio quella.

i riferimenti che ti riporta, ovvero "SNGANS.1.1426" corrisponde a quest opera:

SNG ANS (or SNG American Numismatic Society or SNG America) -- American Numismatic Society, New York, U.S., 1969-. In English. 12,041 coins. (ANA, ANS)

Part 1: Etruria-Calabria

n. 1426

Purtroppo non ho il volume per fare la scansione della moneta, cmq fidati, classificala cosi.

ciao

skuby

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

:) Senza il tuo aiuto non sarei mai riuscito! Mi sono accostato da poco alle monete romane e per caso mi è capita questa piccola sconosciuta...trovarle un'identità è stata dura! Grazie ancora!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

dai allora è un buon pretesto per avvicinarti alla monetazione greca di area italica

Mi raccomando...acquista solo da venditori affidabili chi ti rilasciano regolare fattura e certificato di provenienza.

Evita assolutamente acquisti"border line" sul noto sito! e soprattutto se ti appassiona questa monetazione, che è a dir poco fantastica, inizia a comprare qualche libro, magari appunto una Sylloge..

ciao

skuby

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

bene, leggi con attenzion il messaggio che ti scritto sopra.

Hai un altro riferimento in piu..

SNG Cop 981

=

SNG Cop. (or SNG Copenhagen or SNG Dan.) -- Danish National Museum, Copenhagen, Denmark, 1942-1977 (originally published in 43 smaller volumes, reprinted since then in eight larger volumes). In English. 22,012 coins. (ANA, ANS)

Vol. 1: Italy, Sicily

n.981

ciao skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Seguirò il tuo consiglio, sia per gli acquisti che per i libri...

Per un pò non credo che farò altri acquisti, ho già un bel pò di monete da catalogare. Per i prossimi acquisti cambierò regime! ;)

Ciao!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Questa è la foto della moneta del SNG ANS 1426 (come riferimento rimanda al SNG Cop 981)

post-4217-0-84945000-1347824422_thumb.jp

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

questa è la foto del SNG Cop 981

la moneta pesa 1,19 gr.

post-4217-0-91243000-1347824655_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vespa.76

Grazie mille per le foto Legionario!

...secondo voi, qual è il grado di rarità di questa moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×