Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rob

Poey d'Avant vs. Duplessy - zecca di Tours

Risposte migliori

rob

Scrivo questo post per un dubbio che mi è sorto studiando la zecca di Tours: Poey d'Avant attribuisce all'abbazia di S. Martin de Tours i tipi con la testa (ref. vol. I nr. 1620 e 1621, tav. XXXI nr. 1 e 2) ma il Duplessy in Les Monnaies Françaies Féodales vol. 1 non li considera proprio. Anzi, quelle monete nel Duplessy non le ho proprio trovate, almeno ad una consultazione rapida.

Queste monete sono importanti per una ricerca che sto facendo, il fatto che Duplessy non accolga la classificazione di Poey d'Avant non credo sia casuale, ma non conosco i ragionamenti che ci stanno dietro. Qualcuno ha conosce questo argomento?

Una delle monete :

Saint-MartinPA1620.JPG

Devo ammettere che lo stile mi sembra da sempre troppo "moderno" per il sec. XI e in qualche maniera incoerente con il monograma carolingio, ma questo e' solo un pensiero libero senza che ci siano dietro grandi studi e riflessioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Possibile che Duplessy lo consideri un falso? O lo riassegna ad altra zecca?

Peraltro i disegni ottocenteschi tendono spesso ad "abbellire" lo stile, che in effetti un questa illustrazione risulterebbe abbastanza incongruo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

In un mp Simone mi ha molto gentilmente inviato il link ad un articolo che propone una soluzione interessante al mio quesito:

Pierre CRINON, 1997, Catalogue des monnaies carolingiennes de Tours du VIIIe . au début de la féodalité, Xe s

Crinon riprende una proposta di F. Dumas, cioè che il tipo con la testa del santo sia stata emesso attorno al 919 in occasione del rientro all'abbazia di S. Martin di Tours, demolita dai normanni, delle spoglie e reliquie del santo.

Questo tipo sarebbe stato il prototipo di altre monete con la testa o il busto volti a dx coniati a Chinon, Orléans, Blois e altre zecche della zona nel corso dei 2 secoli sucessivi.

thumb00017.jpg

Un esempio dalla zecca di Chinon:

Comptoir Général Financier > Mail Bid Sale 56 Auction date: 5 December 2012 Lot number: 17

CHARLES LE SIMPLE, ROBERT ET RAOUL Denier au portrait n.d. Tours-Chinon R3 silver (19,5mm, 1,26g, 11h)

Obverse : TVRON- Tête à droite, diadémée, le buste cuirassé

Reverse : + CAINONI CASTRO Croix

Ref : Bd.187 (50 f.) PA.n° 1669 (pl. 31/22) Fécamp.-

Grade : aEF/VF

Il pezzo cui si riferì Poey d'Avant era della collezione Béchillion di Poitiers. Il fatto che non sia stato ripreso da Duplessy mi fa pensare che l'attribuzione e la datazione siano ancora in discussione: questa è una mia opinione in mancanza di letteratura che mi indichi la posizione di Duplessy.

Crinon riporta che secondo Dumas lo stile del busto riprenda quello di una moneta costantiniana (ca. 330). Non so se questo riferimento così preciso sia troppo ardito, ma lo stile è sicuramente classicheggiante e insolito per il periodo di emissione.

Modificato da rob
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

altro che falsi i denari con le teste di Chinon sono molto noti e popolari

non so se Duplessy le abbia assegnate ad altra zecca (oppure se il volume del Duplessy che le tratta non sia ancora uscito..)

comunque il vecchio caro Poey d'Avant è sempre utilissimo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Chinon è inserito nel Duplessy MFF I, la moneta con la testa c'è eccome. La mia curiosità riguarda i Poey d'Avant I nr. 1620 e 1621, che non sono catalogati da Duplessy sotto Tours. Ho consultato anche il Duplessy MFR (Les Monnaies Française Royales) vol. I, ma inizia da Hugh Capet (anno 987), quindi i pezzi di Tours coniati fra il 919 ed il 987, ammettendo che si considerino reali e non feudali per via della patente di zecca direttamente confermata dal re di Francia (so che è un anacronismo chiamarlo così) non sono considerati.

Il MEC 1 (pg. 200) cita solo la zecca di Chinon per quanto riguarda i tipi con il busto, peraltro insoliti per la monetazione carolingia, anche per mancanza di incisori capaci di eseguire un ritratto sul conio: "the quality of the work under Charlemagne's successors shows very clearly that portraiture was beyond the powers of most die-sinkers of the period."

Per il momento devo prendere per buone le informazioni di Poey d'Avant e Crinon.

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Quindi questo sarebbe in sostanza il prototipo delle monete alla "tête chinonaise". Molto interessante... specialmente se uno pensa che fine aveva fatto la testa dopo un paio di secoli o giù di lì:

http://www.mcsearch.info/search.html?search=tete+chinonaise

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Chinon è inserito nel Duplessy MFF I, la moneta con la testa c'è eccome. La mia curiosità riguarda i Poey d'Avant I nr. 1620 e 1621, che non sono catalogati da Duplessy sotto Tours. Ho consultato anche il Duplessy MFR (Les Monnaies Française Royales) vol. I, ma inizia da Hugh Capet (anno 987), quindi i pezzi di Tours coniati fra il 919 ed il 987, ammettendo che si considerino reali e non feudali per via della patente di zecca direttamente confermata dal re di Francia (so che è un anacronismo chiamarlo così) non sono considerati.

Il MEC 1 (pg. 200) cita solo la zecca di Chinon per quanto riguarda i tipi con il busto, peraltro insoliti per la monetazione carolingia, anche per mancanza di incisori capaci di eseguire un ritratto sul conio: "the quality of the work under Charlemagne's successors shows very clearly that portraiture was beyond the powers of most die-sinkers of the period."

Per il momento devo prendere per buone le informazioni di Poey d'Avant e Crinon.

se considerate come emissioni "reali" allora basta controllare che vi siano nei corrispondenti volumi del Duplessy per la monetazione reale francese, sarebbe la prova del nove :) se pero' non sono li allor la faccenda si complica. Per le feudali meglio il Poey ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Come scrivevo sopra il Duplessy sulla monetazione reale francese parte dall'anno 987, quindi non include la monetazione carolingia. Chiedo venia per l'uso di sigle e di titoli non tradotti dando per scontato che tutti si sappia di cosa sto parlando. Giustamente giunti a questo punto rimane il Poey d'Avant e lo studio di studi e pubblicazioni successivi.

Grazie Paleologo per la bella parata di monete di Chinon, effettivamente la trasformazione della testa in un disegno quasi astratto è impressionante. Non si può negare una certa eleganza del risultato finale.

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×