Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
oedema

Abruzzo ALFONSO I D'ARAGONA - DENARO 1° TIPO

Risposte migliori

oedema

Buona sera,

Non riesco a comprendere come sia possibile che un “Denaro 1°Tipo” di Alfonso I d’Aragona, nelle condizioni descritte nella SINTONI ASTA II – 9 Settembre 2010, abbia una valutazione di € 1.000,00, mentre nel libro di D’Andrea-Andreani “Le monete napoletane dai Bizantini a Carlo V” sia valutato da € 60,00 ad € 150,00 (sei volte meno). Anche la rarità è diversa: R5 (Asta Sintoni), R3 (D'Andrea e Numismatica Italiana).

Non si tratta della stessa moneta?

Cosa ne pensate?

Grazie

post-28330-0-50574800-1389722343_thumb.jpost-28330-0-31220800-1389722384_thumb.j

NUMISMATICA ITALIANA Denaro 1° tipo

post-28330-0-69064000-1389722697_thumb.jpost-28330-0-03688800-1389722775_thumb.j
Modificato da oedema

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

Nel 2010 era già uscito il primo volume? Viene citato un Perfetto 199 si sa a che pubblicazione corrisponde?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Stai facendo confusione. Confondi il tipo per L'Aquila con quello di Napoli. Il tipo aquilano ha lo stemma dei Camponeschi sotto il busto, ed è rarissimo. Quello per Napoli non ha questo stemma sotto il busto ed è più comune. Controlla il D'Andrea Andreani sulle monete dell'Abruzzo. Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Stai facendo confusione. Confondi il tipo per L'Aquila con quello di Napoli. Il tipo aquilano ha lo stemma dei Camponeschi sotto il busto, ed è rarissimo. Quello per Napoli non ha questo stemma sotto il busto ed è più comune. Controlla il D'Andrea Andreani sulle monete dell'Abruzzo. Ciao

Ci vorrebbe un'immagine più nitida e ad alta risoluzione dell'esemplare di Sintoni del 2010. L'esemplare per L'Aquila di questa tipologia dovrebbe avere nella leggenda al dritto (lato della moneta con l'effigie del re) un simbolo riconducibile allo stemma della famiglia Camponeschi (cfr. immagine allegata), precisamente ad ore 6. Il problema è che la monetazione medievale di biglione delle zecche meridionali o partenopea è spesso illeggibile a causa delle ossidazioni secolari del vil metallo contenuto nel tondello.

post-8333-0-84991800-1389771767_thumb.pn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jordinumis

La moneda está en un estado de conservación lamentable y es difícil una clara observación de la moneda para hacer una descripción. Si cómo la catalogan es Napoli es una locura pedir 1000€ por un denaro si realmente es de la ceca de L´Aquila también me parece una locura si bien hay que decir que son muy raros.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oedema

Ci vorrebbe un'immagine più nitida e ad alta risoluzione dell'esemplare di Sintoni del 2010. L'esemplare per L'Aquila di questa tipologia dovrebbe avere nella leggenda al dritto (lato della moneta con l'effigie del re) un simbolo riconducibile allo stemma della famiglia Camponeschi (cfr. immagine allegata), precisamente ad ore 6. Il problema è che la monetazione medievale di biglione delle zecche meridionali o partenopea è spesso illeggibile a causa delle ossidazioni secolari del vil metallo contenuto nel tondello.

Nell'asta Sintoni la moneta è attribuita a Napoli. Dalla discussione mi sembra di capire che é errata questa attribuzione. E' così?

Modificato da oedema

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Nell'asta Sintoni la moneta è attribuita a Napoli. E' errata questa attribuzione?

E vabbè ma son ragazzi! Poi anche il riferimento bibliografico mi sembra errato, personalmente (dico personalmente) per L'Aquila utilizzo sempre il CNI XVIII e il D'Andrea-Andreani ....... ma vedi che su questo interverrà l'autore (se desidera) citato nel riferimento bibliografico da Sintoni, il buon Simonluca Perfetto, in genere il suo nick non si vede mai tra gli utenti on line perchè accede al forum sempre e solo come utente anonimo. Attendiamo una sua gentile risposta, grazie a tutti per l'attenzione. :hi: :good:

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oedema

E vabbè ma son ragazzi! Poi anche il riferimento bibliografico mi sembra errato, personalmente (dico personalmente) per L'Aquila utilizzo sempre il CNI XVIII e il D'Andrea-Andreani ....... ma vedi che su questo interverrà l'autore (se desidera) citato nel riferimento bibliografico da Sintoni, il buon Simonluca Perfetto, in genere il suo nick non si vede mai tra gli utenti on line perchè accede al forum sempre e solo come utente anonimo. Attendiamo una sua gentile risposta, grazie a tutti per l'attenzione. :hi: :good:

Se realmente fosse errata l'attribuzione indicata nell'asta, a mio parere, sarebbe grave (non sono ragazzi! ) e sarebbe opportuno un chiarimento di Sintoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Se realmente fosse errata l'attribuzione indicata nell'asta, a mio parere, sarebbe grave (non sono ragazzi! ) e sarebbe opportuno un chiarimento di Sintoni.

Non so che dirti, magari qualcuno di vuoi può segnalarglielo, spero di aver fatto cosa gradita segnalando la cosa pubblicamente anche a Perfetto, autore del testo citato in bibliografia. Vediamo anche che ne pensa lui. :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mero mixtoque imperio

Tra tutte le mie pubblicazioni al n° 199 c'è una cella aquilana di Giovanna II o un tre cavalli della zecca di Napoli di Filippo II.

Modificato da mero mixtoque imperio
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

dallo stile è chiaramente l'Aquila, anche senza vedere lo stemma dei Camponeschi, ha un volto con una forma triangolare ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oedema

dallo stile è chiaramente l'Aquila, anche senza vedere lo stemma dei Camponeschi, ha un volto con una forma triangolare ;-)

Caro Vinc,

Sei sempre molto preciso.

Ti saluto.

Amedeo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Se non faccio confusione il Denaro (di cui anche con legenda diversa) dovrebbe essere questo http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-ALFIAQ/1 @@vox79

Mentre la moneta a cui faceva riferimento la casa d'asta e @@mero mixtoque imperio è questa http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-GIOAQ/2.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vox79

Bravo :-).

Se volete una foto, chiedo a Jordi che ha fotografato il mio esemplare, se la può postare lui o se me la manda in pvt.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oedema

Bravo :-).

Se volete una foto, chiedo a Jordi che ha fotografato il mio esemplare, se la può postare lui o se me la manda in pvt.

MI FAREBBE PIACERE.

GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×