Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
fofo

Toscana Piastra Francesco medici 1584 R2

Risposte migliori

fofo

Buonasera,

 

mancava un Francesco all'appello!

 

Piastra Firenze Francesco dei Medici, catalogata dal Di Giulio e Manzoni come R2.

 

Piastra ben centrata, con tutto il bordo impresso sulla moneta, cosa ben rara su questa tipologia, al diritto il Granduca busto corazzato, al rovescio il santo e patrono di firenze S.Giovanni Battista, mostrato in questa serie di piastre in maniera molto diversa dalle successive o precedenti illustrazioni e pose.

definireì la posa somigliante al David di Michelangelo a Firenze molto statuaria, con addominali a tartaruga e posa del braccio in maniera molto classica.

di alta qualità.

 

descrizione:

 

Monete di zecche italiane
Firenze
Francesco I de' Medici, 1574-1587. 
Piastra 1584.  AR gr. 32,51  FRAN MED MAGN DVX ETRVRIÆ II Mezzo busto corazzato a d. Rv. S IOANNES BAPTISTA  Il Santo volto a destra con nimbo circolare, si appoggia a lunga croce astile; all’esergo 1584.  CNI 85/89.  Galeotti VIII, 26/28.  Di Giulio 15. Ravegnani-Morosini 4.  Davenport 8386.
Francesco I, precursore dei tempi, di natura curiosa ed affascinato dalle scienze e dalle tecnologie, creò numerosi laboratori e centri di studio in Toscana. A lui si deve la prima porcellana paragonabile per qualità a quella cinese e la prima galleria d’arte, gli Uffizi. Diede scandalo quando in seconde nozze sposò la veneziana Bianca Cappello (considerata dai fiorentini donna di dubbia morale). Convinto che le sue conoscenze mediche fossero superiori a quelle dei suoi contemporanei Francesco I, ammalatosi di malaria, volle  curarsi da solo. Decisione purtroppo poco felice, perché morí avvelenato da un intruglio da lui stesso preparato il 13 ottobre 1587. Misteriosamente Bianca Cappello passó a miglior vita, con piena soddisfazione dei fiorentini, poche ore più tardi.

 

 

post-40880-0-38985200-1441980912_thumb.j

post-40880-0-07481800-1441980920_thumb.j

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Complimenti , affascinante quanto mai questo busto corazzato di Francesco I , credo sia veramente appagante tenere in mano un tondello così....

Notevoli i particolari del ritratto, capelli, barba, profilo, la stessa corazza, ben visibile la stella sotto il busto, il San Giovanni ha questa iconografia in questa moneta, qui la croce è più inclinata e sembra la figura del Santo voler uscire dal campo della stessa, testa con nimbo e mano in alto che entrano in leggenda e sotto i piedi che vanno quasi sulla data, molto bella e grazie di averla postata.... 

Per MIR anch'essa R2 classificata 181/7.

Modificato da dabbene
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Sulla storia di Francesco dei Medici c é molto da dire, le versioni specie della sua morte sono molteplici visto che poche ore dopo aver tenuto una cena col fratello Ferdinando, Cardinale in quel momento accusano sia Francesco che Bianca la sgradita nuova moglie forti dolori allo stomaco e di lì a pochi giorni la morte di entrambi.

Ferdinando nel 1587 lascerà l abito Cardinalizio per poi vestire il ruolo di Granduca di Toscana.

La verità sembra non venire a galla..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Per tener viva la discussione e la relativa visione di questa molto bella moneta mi domandavo se ci fossero delle motivazioni per una rappresentazione di S. Giovanni Battista di questo tipo in questa monetazione....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Che monetona....complimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

Veramente notevole! Complimenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Quest altra moneta di Ferdinando, Piastra, suo fratello, l ho voluta postare per far vedere la differenza sia della rappresentazione del rovescio, dove non vi é solo il Santo del San Giovanni ma anche Gesù.

Il Santo cambia tutta la sua iconografia.

L ho rifotografata dopo anni e devo dire che anche questa anche se di differente grado di conservazione ha tutta la sua bellezza.

Sicuramente per il potere anche dentro la stessa famiglia potevano essere capaci di tutto.

Mi fa piacere che vi piacciono @@dabbene e gli altri, sono la mia passione.

@@dizzeta sa dirci nulla ?!

saluti

Rodolfo

post-40880-0-52145800-1442074815_thumb.j

post-40880-0-80303900-1442074829_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

E' sempre un piacere @@fofo vedere monete così...., abbiamo l'accoppiata al diritto sempre del busto del Granduca, imponente e a tutto campo con l'unione al rovescio della scena religiosa, qui abbiamo Gesù genuflesso sull'erba con le braccia conserte con San Giovanni nell'atto del Battesimo .

Come scena questa del rovescio ha ancora più pathos della precedente secondo me, comunque entrambi momenti religiosi e sacri.

Qui è la variante con al diritto MAG invece di MAGN, anno 1604 per MIR sempre R/2, siamo un po' alla produzione finale di queste piastre perché Ferdinando I morì nel 1609 e quindi successiva a questa avremo ancora il 1608 e il 1609 postuma però.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

@@dabbene mi fa molto piacere leggere che ti piacciano queste iconografie del 500/600 Fiorentine, come avraì notato la posa del San Giovanni in quella serie della piastra di Francesco rimane iconograficamente molto simile alle pose greche e di torsioni muscolose corporee simili al grande Michelangelo.

se non ricordo male la tomba del Francesco dei medici riposta nella chiesa di San Lorenzo fu proprio fatta dal Michelangelo pochi anni dopo nel 1587.

non finita mai del tutto pochi sanno questa cosa.

Saluti

Fofo

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Credo che a questi punti @@dabbene si possa dare per certo che Francesco dei Medici nel 500 fosse un ammiratore e collezionista della bellezza e della classicità dell espressione dell arte, credo che con Michelangelo si sia raggiunto il top.

Credo con questa osservazione fatta osservando e collezionando tutta la serie delle piastre Medicee e dalle raffigurazioni sia dei dipinti che affreschi e sia sull incisioni delle monete che il San Giovanni Battista della serie di Francesco sia ""idilliaca"" sia ripresa da un canone di bellezza e espressione non realistica del vero soggetto, ma molto espressiva di fisicità e di movimento tipica della rappresentazione classica e di Michelangelo.

I coni delle piastre sia di Cosimo I che di Francesco sino al 1584 sono da attribuire a Pietro Paolo Galeotti.

Lo credi anche te Mario?!

@@tommydedo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Per Francesco e il suo San Giovanni Battista sicuramente si, il richiamo al classico, a una raffigurazione volutamente idealizzata e' evidente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

metto anche l' altra variante di quest'anno il 1584, possiedo pure questa anche se in grado molto inferiore presa qualche annetto fa.

 

l'approfondimento della piastra 1584 è questo:

 

variante con al rovescio in legenda il Gilglio di Firenze come nel caso della prima moneta postata.

 

variante con la stella in legenda solita data.

 

 

le variazioni stanno sia nel diametro, la prima col giglio a parte la centratura perfetta è molto più larga e più sottile, sia per la raffigurazione del volto al diritto del Granduca più magro e collo più lungo, sia al rovescio la seconda con meno arbusti e più rocce tondeggianti ai piedi del San Giovanni Battista.

 

allego due foto, la moneta è concava..

 

 

spero di essere stato preciso e serva in futuro a qualcuno, @@dabbene piaciuto l'approfondimento?

 

stai imparando anche te le Toscane mi sa!  :guitarist:  :guitarist:  :guitarist:

 

saluti

Rodolfo

post-40880-0-16590000-1442683165.jpg

post-40880-0-10139200-1442683180.jpg

Modificato da fofo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Eh si, piano, piano mi sa che le stiamo vedendo tutte......sicuramente e ' un gran bel vedere come monetazione.....e magari incentiva anche qualcuno tutto questo ....

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Mario diciamo che ancora ne hai molte da vedere e fidati delle belle.

Bhé che dire con Francesco dei Medici la monetazione Fiorentina raggiunse il top della sua bellezza e espressività, riprendendo il classico e la monetaxione Romana, vedi ad esempio Adriano i Sesterzi con i vari diritti sia delle piastre sia dei testoni sotto Francesco.

Posso anche aggiungere che nella monetazione Medici come in altre dello stesso periodo ma di altra zecca come le Milanesi quelle veramente rare in ottima conservazione sono le prime, quelle del 500 primo del 600, un ritratto intatto del Granduca in queste monetazioni non ha paragoni con quelle venute dopo che invece si vedono spesso alle aste in buona e ottima conservazione.

Saluti

Rodolfo

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×