Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gigetto13

VENEZIA AVE G PL

Risposte migliori

gigetto13

Ciao, un piccolo quiz:

 

chi riesce per primo a indovinare che cos'è.

 

è passata quasi inosservata all'ultima N&A, e alla fine l'ho presa par un blanc e un neri, come si dice in friulano, cioè per pochissimo.

 

L'immagine della madonna col bambino al posto di san marco credo sia un unicum nella monetazione veneziana, forse l'ho vista solo in qualche osella ma di sicuro voi siete più freschi in iconografia.

post-27828-0-35460700-1443129012_thumb.j

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

Molto manierista la foggia del vessillo, direi quasi pre-barocca con tutti quegli svolazzi. Chissà se si intravvedeva qualcosa quando la moneta era appena uscita in piazza san Marco fresca fresca di zecca (ovviamente tra le righe intendo un bel leonazzo in moeca!).

 

Riguardo al soggetto della beata vergine con figlio, a quanto pare non ebbe seguito. Forse (per il solito rasoio di Occam) la ragione era che semplicemente i Veneziani erano abituati al loro San Marco sulle monete e nemmeno la madonna poteva sostituirlo.

Certo, il soggetto mariano è estremamente rappresentato soprattutto se ricordiamo alle vagonate di bagattini anonimi, ma il santo patrono era colui che doveva consegnare "personalmente" il vessillo al doge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ak72

L. Priuli sei soldi

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

eh bravo andrea ! :) come un fulmine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ak72

..... e non è un unicum. L.Loredan mezzanino

post-40771-0-17883800-1443130141.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

vero! il quadrato!

 

altro esperimento curioso e rimasto tale.. ancora più per quella forma

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

svelato l'arcano, a sto punto metto pure il rovescio molto meno interessante, anche se si può notare che non avessero i punzoni per la A ma erano pieni di V     :friends:

post-27828-0-81556000-1443130446_thumb.j

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona giornata

 

Indubbiamente uno tra i conii veneziani più aggraziati e che avrebbe meritato, a parer mio, miglior fortuna ma, come dice Luigi (e sono d'accordo), l'iconografia "ingessata" tanto cara a Venezia, del doge che riceve il vessillo da San Marco, doveva essere preservata.

 

Peccato. :pardon:

 

saluti

luciano

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabry61

Interessante, personalmente Luigi non seguo molto la monetazione d'argento oltre al grosso, ma un' iconografia che mi piace è la seguente:

1-0-0.jpg

mi piace molto il Cristo sulle nuvole dei 4 soldi, diverso dai soliti busti in trono o semplicemente rappresentati. E' un immagine ieratica.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Ciao!

 

Anche questa monetina ha fascino, è vero, come tutte quelle poche monete che hanno un po' "deviato" dalla iconografia usuale.

 

Posto la mia monetina da 6 Soldi di Girolamo Priuli

 

 

post-21005-0-06559200-1443198925.jpg

 

 

post-21005-0-05285200-1443198941.jpg

 

 

Purtroppo non ho i 4 Soldi con le nuvolette ....

 

saluti

luciano

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

@@gigetto13, ave GPL è un invito a passare alle auto a gas dopo le truffe sulle auto diesel ?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

Luciano, stesso massaro, L R ora me lo vado a cercare. Oggi non posso più dare mi piace, mi spiace.

Fabry pare che arriverà anche quella con Gesù sulle nuvole che sembrano però tanto più onde di cui vi parlavo :pleasantry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Luciano, stesso massaro, L R ora me lo vado a cercare. Oggi non posso più dare mi piace, mi spiace.

Fabry pare che arriverà anche quella con Gesù sulle nuvole che sembrano però tanto più onde di cui vi parlavo :pleasantry:

Ciao!

 

Vero, stesso Massaro.

 

Sul mio elenco dei Massari (è vecchio e non l'ho mai aggiornato), a lato di LR c'è un bel: ??? motivo per fare una ricerca ....

Se tu hai qualche evidenza, ben venga :good:

 

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ak72

Lorenzo Rimondo massaro all'argento 14/8/1560

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Lorenzo Rimondo massaro all'argento 14/8/1560

Ciao!

 

Grazie, adesso riempio il buco. :good:

 

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Il mezzanino quadrato è il papà del 6 soldi. Infatti l'esperimento del mezzanino, coniato sotto il dogado di Leonardo Loredan, non ebbe seguito. L'iconografia invece piacque, tant'è che fu ripresa sui nuovi sei soldi coniati dal successore Andrea Gritti con l'aggiunta del vessillo.

 

Arka

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

certo, l'immagine è proprio la stessa. non mi stupirei che tra le varie sale del palazzo ducale ci fosse ancora una tela celebrativa ( direi periodo Palma il Giovane, Tintoretto, forse l'ultimo Veronese) da cui sia stato tratto il soggetto della madonna con bambino e doge. Sempre che sia scampata a uno degli innumerevoli incendi.

 

Per chi mastica di pittura veneta, intendo una specie di Sacra conversazione, o una madonna con figlio e un "donatore", o una famiglia che a suon di zecchini poteva avere a che fare coi massimi artisti del tempo.

 

Non dimentichiamo il primo esempio, forse, e più spettacolare anche se di cinquant'anni prima:

 

pala Pesaro, la vedete ai Frari a Venezia, Tiziano mi pare 1510 o giù di lì.

post-27828-0-27151500-1443475989_thumb.j

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona giornata

 

Assolutamente d'accordo, hai colto un aspetto intrigante; d'altra parte il culto della Madonna, a Venezia, non era cosa da poco, anzi!

 

Le opere "mariane" sono tante ed importanti ed anche la monetazione non ne è avulsa.

 

saluti

luciano

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

Tintoretto.

 

Madonna col bambino, san Marco e il doge Gritti.

post-27828-0-36096800-1445039226.jpg

Modificato da gigetto13
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

un compendio dell'iconografia monetale veneziana. il trono con il tappeto, per esempio. Ma vorrei notaste la figura di san marco, quello che nel quadro mette una mano sulla spalla del doge, è sempre stata la stessa, nelle pitture ma anche nelle monete. 

precisamente la sua capigliatura: riccio ma stempiato. nei nominali più grandi si nota molto bene, ma credo che anche i primi pallini che si vedono negli enriciani possano ricollegarsi a qualche figuretta altomedioevale o comunque presente nei mosaici primitivi della basilica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

San Marco,a destra, si fa un selfie mentre san pietro (a sinistra) consacra il vescovo Ermacora (san Marcuola per i veneziani), datato all'XI-XII secolo, affresco nella cripta della basilica di Aquileia.

 

Questa immagine è precedente a -credo- tutte le rappresentazioni di san marco sopravvissute, comprese quelle veneziane. Le decorazioni della cripta di aquileia sono contemporanee al 1094 quando si ritrovò "miracolosamente" san marco in un pilone della basilica veneziana.

 

Qui aveva ancora i capelli, ma sempre lui è.

 

 

scusate l'OT

post-27828-0-52081800-1445040801.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

un compendio dell'iconografia monetale veneziana. il trono con il tappeto, per esempio. Ma vorrei notaste la figura di san marco, quello che nel quadro mette una mano sulla spalla del doge, è sempre stata la stessa, nelle pitture ma anche nelle monete. 

precisamente la sua capigliatura: riccio ma stempiato. nei nominali più grandi si nota molto bene, ma credo che anche i primi pallini che si vedono negli enriciani possano ricollegarsi a qualche figuretta altomedioevale o comunque presente nei mosaici primitivi della basilica

 

Buona giornata

 

Questa tela del Tintoretto, presente nella Sala del Collegio in Palazzo Ducale, viene titolata generalmente con:

 

Andrea Gritti, assistito da S. Marco, dinanzi a Maria e ai Ss. Bernardino, Luigi e Marina

 

il Doge Gritti dinanzi a Maria con Gesù è riconoscibilissimo (comunque ci sono i suoi stemmi araldici ai lati della base del quadro), riconosciamo San Marco, Santa Marina con la palma del martirio (sebbene sembri più un ragazzo), un po' differente da come la conosciamo noi nella rappresentazione che c'è sulle tante monete veneziane che la riportano; non è infatti velata e non c'è il pugnale che le trafigge il cuore ... ma credo sia comunque riconoscibile.

 

C'è San Bernardino col saio; era infatti un francescano; ma che San Luigi è quello vestito da vescovo? A Venezia, Luigi, si usava pochissimo, si preferiva usare Alvise, ma quest'ultimo lo si usava anche al posto di Ludovico/Lodovico .... quindi, che santo è il vescovo?

 

Da notare, poi, alle spalle del Doge il ritratto di un bambino ... chi sarà mai? Potrebbe essere il "balotino", quel bambino che, casualmente preso da Piazza San Marco, era incaricato di estrarre le "balote" che determinavano l'elezione del Doge; in questo caso del Gritti che, per tradizione e col termine di "balotino del Doge" diventava un suo "famiglio", mantenendolo?

 

Chi è poi quella piccola figura che sta a lato di Santa Marina? La sua presenza, benché minuta, non è da ascrivere alla corte dei cherubini che volteggiano qua e la.

 

Per finire, l'inscindibile presenza del leone di fianco a San Marco.

 

C'è qualche appassionato che ci da una chiave di lettura? Grazie in anticipo.

 

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

sul ballottino non sarei cosi sicuro. generalmente in Tintoretto e tiziano, e in genere nella pittura "ufficiale" i bambini sono spesso semplicemente appartenenti alla famiglia del doge, o del nobile rappresentato.

 

vedi la pala Pesaro del vecellio e tutti i ritratti di famiglia che fanno da complemento alle varie sacre rappresentazioni.

 

non penso che il balotino potesse sperare di finire in un quadro celebrativo, a meno che non fosse di famiglia nobile.. però la tua ipotesi Luciano è intrigante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×