Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

Gli ultimi sesterzi

DE GREGE EPICURI

Quando collezionavo le imperiali (poi sono passato alle provinciali e coloniali) mi fermavo comunque ai figli di Gallieno: Valeriano 2° e Salonino. Perchè? Perchè con loro finivano i sesterzi, ed a me pareva che, senza sesterzi, non ci fosse gusto. Un'idea come un'altra. E' certo però che, senza monetone di bronzo, tutto cambia. Mi direte: ma ce ne sono anche dopo, c'è l'asse di Aureliano, e poi quelli rarissimi di qualcun altro; e poi appaiono i follis, anche loro di rispettabili dimensioni; ma è un'altra storia. Oggi vi mostro questo sesterzio di barra di Salonina, un po' malconcio ma classificabile ed a suo modo godibile; pesa solo 10,5 g.e misura 24 mm di lato (27 se si misura la diagonale!). La legenda del D, se visibile, sarebbe: CORNELIA SALONINA AUG. Quella del R è: VENUS GENETRIX, e Venere un po' si vede. RIC 48J.

post-4948-0-11632000-1459366990_thumb.pn

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio.

post-4948-0-55353300-1459367071_thumb.pn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche a me piacciono molto, personalmente ritengo finita la serie dei sesterzi col doppio sesterzio di Aureliano, è un bronzo di peso rispettabile, con doppio ritratto, una bella moneta, una degna fine per la serie più gloriosa e più rappresentativa dell'impero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Bellissimo, un sesterzio proveniente da barra in modo evidentissimo (quasi quadrato).

Ma sapete qual'è l'imperatore che ha emesso ufficialmente l'ultimo sesterzio?

Forse Aureliano?

Modificato da Ross14

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao Gianfranco,

buon sesterzio di Salonina

con Aureliano ed il doppio sesterzio si chiude il ciclo che si apre, se non erro, con questo sesterzio  repubblicano  in argento dl peso di  0,94 g., coniato nel 214-213 a.c. ed avente al D:  Roma Elmata ed R. i dioscuri

2817433.m.jpg

e si chiude con Aureliano:

Doppio Sesterzio:

2666181.m.jpg

Chiedo venia se, quello postato, non è il primo sesterzio in argento emesso a Roma :D :D

Saluti Eliodoro

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È il nominale simbolo della monetazione romana, quasi una sorta di "sinonimo" nel linguaggio comune per indicare la moneta del più vasto impero che la storia antica ha conosciuto.

Un nominale che ultimamente mi sta incuriosendo sempre più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che il cosiddetto doppio sesterzio di Aureliano sia l'ultimo grande bronzo dell'Impero Romano. Rimane il dubbio sui misteriosi sesterzi d'Interregno (alcuni arrivavano addirittura a 25 grammi tipo questo https://www.sixbid.com/browse.html?auction=600&category=13626&lot=612034) che se collocati nell'interregno tra Aureliano e Tacito sarebbero successivi e dunque gli ultimi "sesterzi". In realtà parrebbe che ultimamente si tenda ad attribuirli a Gallieno per la tipologia e la similitudine tra il ritratto del Genio Romano e Gallieno stesso. In questo caso l'ultimo "sesterzio" rimane dunque il grande bronzo con il doppio ritratto di Aureliano e Severina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche il sesterzio di Valeriano II post mortem (pira funebre) non e' affatto male secondo me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Il fascino e l'importanza del sesterzio dipende anche dal fatto che restò sempre l'unità di conto (almeno fino alla prima parte del 3° secolo). E' vero che le cinque classi di censo definite da Servio Tullio, almeno stando alla tradizione, erano computate in assi (100.000 assi di capitale per la prima classe), ma in seguito si parla solo di sesterzi:

"L'ordine equestre, il cui censo restò a 400.000 sesterzi..." (G.Poma, Le istituzioni politiche del mondo romano, p. 183)

"La casa di Cicerone, nel quartiere elegante di Roma, era tutt'altro che nuova, ma costava 3 milioni e 400.000 sesterzi..." (Tenney Frank, Storia Economica di Roma).

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

E' suggestivo vedere dove si interrompe un ciclo durato secoli. @@cliff in quello postato da te non indicano la dicitura al dritto, un bel 25,63g sempre con ghirlanda commemorativa. Quà l'altro...

Gallieno, circa 268 d.C. Sesterzio (11.07 g, 6h).GENI-VS P R, / INT/VRB S C;

RIC1.jpg

 

Ma anche questo doppio sesterzio 17,70g con Aureliano e Severina dichiarato del 270-275 d.C. IMP AVRELIANVS AVG - SEVERINA AVG come dice @@eliodoro

RIC1.jpg

Modificato da Fidelio
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccolo qua il Valeriano II....da asta Busso Peus aprile 2004...18.13 grammi

post-37565-0-26362300-1459509540.jpg

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccolo qua il Valeriano II....da asta Busso Peus aprile 2004...18.13 grammi

Guarda quest'altro CONSECRATIO DA 18,61g.  Però appartengono al 258 d.C..... quasi ultimi.

540x360.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fidelio     ....bello anche questo ex Roma Num...e' sempre molto difficile da vedere(e da comprare) questo sesterzio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?