Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Risposte migliori

robin

Buonasera a tutti,

Vorrei sottoporre agli esperti questa moneta, chiaramente di siena ma che non riesco ad identificare con più precisione.

Peso 1.9/2.0 gr misura 21 / 21.5 mm.

Spero di fare gradito omaggio con queste foto anche se non eccezionali.

Grazie in anticipo.61f0a09a515a632685a8b8959f19ed46.jpg5691f4edc82362daa8b6b7ad85b5c930.jpg

 

 

 

Modificato da adolfos

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

borghobaffo

Zecca di Siena, grosso da due soldi (segno dello zecchiere, campana), periodo 1297 - 1313 ca., M.I.R., 489/3, considerato R4. Ciao Borgho.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

Non è la mia monetazione, ma mi sembra di vedere:

D/+SENAVETVS / Lettera S accostata da quattro crocette

R/+(segno) ALFAEDO (segno) / Croce patente

Nel volume Le monete della Repubblica senese, questa moneta viene classificata come Grosso da 12 denari, Delibera 29 aprile 1257.

Questo grosso sarebbe stato coniato sino al 1270. 

Peso indic. gr. 1,90 e diam. ind. mm. 20

I segni di zecca possono essere diversi. 

Nel caso della tua moneta a me sembra di vedere come primo segno un fiore a 5 petali e come secondo la campana.

Non essendo in possesso del MIR, da profano mi domando quale possa essere la giusta collocazione temporale di tale moneta.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Salve.

Credo che le classificazioni fin qui date possano essere esaustive. Mi chiedevo: la moneta sembra ribattuta? Mi sembra di scorgere tracce di ribattitura su altra tipologia monetale. :unknw:

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

robin

Buonasera,

Quindi come identificazione abbiamo 2 opzioni, nel secondo caso si può sapere che con che grado di rarità lo da il volume le monete della Repubblica senese? Sempre se il volume da un indice di rarità. Io non credo che la moneta sia ribattuta, forse quello che può dare questa impressione è il colpo che ha preso al centro, che ha distorto i bracci della croce. Almeno questo è quello che pare a me.
Ringrazio molto per i contributi finora dati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita
1 ora fa, robin dice:

Buonasera,

Quindi come identificazione abbiamo 2 opzioni, nel secondo caso si può sapere che con che grado di rarità lo da il volume le monete della Repubblica senese? Sempre se il volume da un indice di rarità. Io non credo che la moneta sia ribattuta, forse quello che può dare questa impressione è il colpo che ha preso al centro, che ha distorto i bracci della croce. Almeno questo è quello che pare a me.
Ringrazio molto per i contributi finora dati.

No, non viene attribuito alcun grado di rarità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

...anche a me sembra di vedere segni di ribattitura, a prescindere dal colpo eventuale..

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

Come ha descritto @miroita, su "le monete della repubblica Senese" il grosso postato è descritto come Grosso da 12 denari  delibera del 29 aprile 1257

e il segno è il n° 7 (campana) -  ti allego scannerizzazione della pagina, -  dove cita fra l'altro che  fu coniata copiosamente e per lungo tempo .  Per me  resta  comunque interessante  la ribattitura del  R/

siena.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

robin

Buonasera,
Professore grazie della scannerizzazione, per quanto riguarda la ribattitura,molto probabilmente il mio occhio inesperto non coglie i particolari che invece i vostri occhi esperti colgono. Allego quello che una ricerca nel web mi ha dato, hanno preso una cantonata?8aa1951868fead6a87335f612426cd67.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter
41 minuti fa, robin dice:

Mi scuso in anticipo se faccio e dico cose da profano

non dici cose da profano......:acute:

Poiché avevi chiesto ragguagli  relativi a cio' che il libro "Le monete della repubblica senese " riportava, mi sono limitato ad inviarti la scannerizzazione,  potrebbe  essere che quanto scritto, risulti superato da nuovi studi , e/o nuove attribuzioni  In effetti esiste  anche una differenza di misure tra la tua moneta e quella  riportata sul libro.

Modificato da profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

borghobaffo
10 ore fa, profausto dice:

non dici cose da profano......:acute:

Poiché avevi chiesto ragguagli  relativi a cio' che il libro "Le monete della repubblica senese " riportava, mi sono limitato ad inviarti la scannerizzazione,  potrebbe  essere che quanto scritto, risulti superato da nuovi studi , e/o nuove attribuzioni  In effetti esiste  anche una differenza di misure tra la tua moneta e quella  riportata sul libro.

Sono d'accordo con te, per questo ho citato il M.I.R. come catalogazione, essendo il testo più aggiornato, a tal scopo invito tutti a leggere la nota scritta per questa tipologia di monete! Ciao Borgho.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

robin

Ringrazio ancora per i contributi che avete dato a questo post.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Sono note ribattiture di questo genere sui grossi senesi? 

Credo che la discussione dovrebbe essere spostata su "Monete medievali"

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

considerato che  la discussione possa avere interessanti opinioni  e/o osservazioni, sposto nella sezione  " Monete medievali di Zecche Italiane"

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adolfos

Una potenziale miniera d'informazioni .......:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter
1 ora fa, anto R dice:

Molto, molto interessante. Chissà se qualche venetofilo riesce a ripescare il sottotipo...

@417sonia @gigetto13 @Arka @fabry61 giusto i primi che mi sono venuti in mente, ma mi sono certamente dimenticato qualcuno!

Ciao!

Perdonami, ma non ho compreso il nesso con il grosso a nome del doge Giovanni Soranzo riguardo alle ribattiture .... non ci vedo ribattiture :unknw:

Se intendi per "sottotipo" la presenza dei punti segreti del massaro, quello postato non ne ha, quindi è ascrivibile al tipo 1 del Papadopoli.

La singolarità del grosso postata, stà però nell'altra faccia ..... e precisamente nella bandierina in cima all'asta. Non c'è la solita crocetta o il bisante, ma un leone in moleca stilizzato.

Il Papadopoli (ed io) ha scritto che il primo leone in moleca fu inserito nel tornesello, al tempo del doge Andrea Dandolo (1342-1354), invece eccolo nel grosso di Giovanni Soranzo (1312-1328), almeno un trentennio prima.

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anto R

@417sonia Luciano se ci fai caso nel confronto fatto da @avgvstvs nel suo penultimo intervento si nota abbastanza distintamente parte del trono del Cristo nella metà bassa del grosso senese... no? winking face

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter
2 minuti fa, anto R dice:

@417sonia Luciano se ci fai caso nel confronto fatto da @avgvstvs nel suo penultimo intervento si nota abbastanza distintamente parte del trono del Cristo nella metà bassa del grosso senese... no? winking face

Ah ecco! Non avevo proprio capito; cercavo ribattiture sul grosso veneziano :lazy:

Ma sai che credo proprio che avgvstvs ci abbia azzeccato? Complimenti .... non credo ci siano molte monete che abbiano quel dettaglio del trono che sia sovrapponibile a quanto c'è nel grosso senese .... ed anche il diametro ci sta.

A questo punto, paradossalmente, la vicenda si complica ..... non conosco la monetazione senese; come andiamo a titolo d'argento?

Poteva essere un autogol ribattere grossi veneziani per creare i senesi, se questi avevano un titolo inferiore; poteva essere un affare se venivano ribattuti grossi di Rascia, bulgari ed in genere i grossi imitativi che avevano un titolo d'argento più basso dei veneziani, ma che riportavano, a volte anche benino, la medesima iconografia.

 

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adolfos

"Di solito" nelle riconiazioni peso e titolo corrispondevano. In ogni modo si risparmiava sulle spese per la preparazione del tondello. Finetti ne parla a p. 37 in Numismatica e Tecnologia.

La discussione promette bene e merita sicuramente approfondimenti.

Saluti a tutti

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabry61

Buona sera, vi leggo solo ora e con piacere devo dire l'indicazione data è corretta. Ribattuto su grosso se veneto tosato, se serbo di stesso diametro. Dove si trova la L di ALFAEDO vediamo distintamente i piedi del doge e tutte le punteggiature non fanno che confermare che il tondello di base sia un grosso.

Resta valida la domanda di Luciano: quale era la bontà di argento del grosso da 2 soldi senese?

Bravo Augustus.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×