Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
picchio

20 lire 1832 maria luigia

Risposte migliori

picchio

Marie-Louise duchesse de Parme Plaisance Guastalla du Sept. 1815 au 16 déc. 1847 per dirla alla francese nacque a Vienna il 12 dicembre del 1791, figlia dell'Imperatore d'Austria e sol che diciottenne convola ad ingiuste nozze con l'Imperatore dei Francesi. Maria ha rispetto ed ammirazione per il Corso ma non certo amore, sentimento che non provò mai per Napoleone. Una vita infelice la Sua, come Imperatrice, come sposa e come madre.

Dal matrimonio celebrato a più riprese in grande enfasi 11 marzo 1810 nasce Francesco Giuseppe Carlo Bonaparte il Re di Roma (20.3.1811).

Come Imperatrice abbandonò la Francia nel 1814 rimanendo insensibile agli appelli del consorte in cattività nella piccola Elba, per più rivederlo.

Guardata a vista durante i cento giorni, certo non soffrì per il definitivo viaggio verso l'oblio di Napoleone a bordo del Northumsberland per Sant'Elena.

La Convenzione di Vienna del 22.2.1829 Le ritaglia un piccolo Principato su misura, ne troppo ne troppo poco. Bello, forse il migliore disponibile senza suscitare invidie o gelosie; ricco , insomma quel che si dice un bel regalo.

A Parma, probabilmente frastornata dagli eventi, si dimentica chi lei fosse, dimentica di aver partorito un figlio e per quanto lontano di avere ancora un marito. Si sposa segretamente con un generale austriaco, Niepperg e dal quale ha due figli il 1 maggio 1817 e l'8 agosto 1819, ben prima dello stillicidio di Napoleone.

Certo fosse mai tornato da Sant'Elena sarebbe stato alquanto imbarazzante spiegare quella moltiplicazione di pani e di pesci che aveva in grembo.

Donna sfortunata in amore Maria Luigia, non era destino che trovasse serenità.

Dopo una passaggiata a cavallo Napoleone II si ammala gravemente e spira il 22 luglio 1832 a Schoenbrunn, nella stessa stanza in cui dormì il padre dopo la vittoriosa battaglia di Wagram. Il 22 febbraio 1829, Niepperg passa a miglior vita, e Maria Luisa cerca tranquillità tra le braccia del Conte Charles-Renè de Bombelles, grand maitre alla corte di Parma. Col passare degli anni perse la gioia di vivere, non fu presente ai funerali dal padre a Vienna nel marzo del 1835 e si spense dopo altre tribolazioni il 16 dicembre 1847. Riposa, finalmente, nella cripta della chiesa dei Capuccini a Vienna al fianco del padre.

Del Marengo di Maria Luigia del 1832 credo che tutti gli appassionati di questo nominale ne conoscano la nota storia, fatta di generosità verso il proprio popolo in sofferenza. E' moneta assai rara, dicasi coniata in un migliaio di pezzi e nulla più. Si racconta che Maria Luigia vedendo il popolo soffrire per l'epidemia fece fondere l'argenteria, ricordo delle sue prime nozze con l'Imperatore dei Francesi, per ricavarne i fondi per soddisfare parte delle spese per le cure ai Parmensi. Se ne ricavarono i 20 lire in oro ed i 5 lire d'argento. A parte furono coniate, in numero assai esiguo delle prove di conio del 20 lire in argento, circa una ventina di pezzi che Maria Luigia (Luisa) volle conservare personalmente a ricordo dei suoi pochi giorni trascorsi con l'Imperatore e di cui fece dono parsimonioso a persone fidate. Diciamo un'edizione limitata come la chiamerebbero i moderni cultori della Repubblica. Queste note le ho trovate nel carteggio di una collezionista dei primi del '900. Se ciò corrisponda a verità, in franchezza, non so. Mi piace poter credere in un tardivo pentimento di tanta indifferenza.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

È una mia impressione o il bordo è rigato?

Comunque il lutto per la morte di Napoleone non lo osserva mica tanto visto che sposa il Neipperg nell'agosto del 1821.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

SI il bordo è rigato, credo per evitarne la doratura:

Ducato di Parma Piac. Guast. Maria Luigia d'Austria

20 Lire 1832 Argento grammi 4,56 diametro 21,3 mm

Zecca di Milano

D/ MARIA LUIGIA PRINC• IMP• ARCID• D'AUSTRIA busto diademato a sinistra, sotto tra coppa e melograna 1832

R/ PER LA GR• DI DIO DUCH• DI PARMA PIAC• E GUAST• stemma coronato su padiglione, all'esergo in cartella 20 LIRE

T/ Rigato

RRRR

Ex Asta Montenapoleone n.4 del 1 marzo 1984 lotto 1525

Pagani Prove 543

Tornando alla Duchessa di Colorno (Primo titolo nobiliare italiano di Maria Luigia) ha certamento trasgredito per i tempi, generalmente ci si univa primain matrimonio e poi si generava prole, nel caso suo, data la complessità della pratica .... di divorzio, ha invertito la prassi: prima i figli e poi il matrimonio, celebrato morganaticamente l'8 di agosto 1821.

Napoleone muore il 5 maggio, lei lo viene a sapere al 15 di luglio e si sposa l'8 agosto. Si direbbe non aspettasse altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Grazie per averci illuminato su questa stupenda prova! Se non avessi messo il peso l'avrei data per almeno una 10ina di grammi invece con un peso cosi basso dev'essere una vera chicca!

:rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Hadimensioni identiche a quelle del 20 lire originale in oro, quindi considerato il peso speso specifico dell'argento rispetto a quello dell'oro (6,40 gr) siamo attorno a quasi due grammi di calo, in parte anche dovuti alla zigrinatura del bordo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mmon

moneta e notizie molto interessanti. Grazie Picchio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios

Complimenti per l’interessantissimo marengo – prova!

E’ sempre un grande piacere leggere i Suoi interventi.Grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×