Jump to content
IGNORED

CARLO EMANUELE I (1580-1630) Grosso di Piemonte 1587 Nizza


Recommended Posts

piergi00

CARLO EMANUELE I (1580-1630) Grosso di Piemonte 1587 Nizza Segno di zecca ribattuto. Il leone si presenta grande come quello del Cudazzo 765 ma ha la retta d' esergo come Cudazzo 764b Potrebbe essere un ibrido ? Varesi l' aveva catalogata come Cudazzo 765 . Ne ho parlato al  telefono con Rovera. Anche per lui potrebbe essere una V sulla quale hanno battuto la N in quanto era lo stesso zecchiere che gestiva Nizza  , Vercelli. Forse dei quantitavi gia' battuti a Vercelli e ribattuti con  il segno N per far quadrare i conti a Nizza

231.jpg

Link to post
Share on other sites

mariov60
4 ore fa, piergi00 dice:

CARLO EMANUELE I (1580-1630) Grosso di Piemonte 1587 Nizza Segno di zecca ribattuto. Il leone si presenta grande come quello del Cudazzo 765 ma ha la retta d' esergo come Cudazzo 764b Potrebbe essere un ibrido ? Varesi l' aveva catalogata come Cudazzo 765 . Ne ho parlato al  telefono con Rovera. Anche per lui potrebbe essere una V sulla quale hanno battuto la N in quanto era lo stesso zecchiere che gestiva Nizza  , Vercelli. Forse dei quantitavi gia' battuti a Vercelli e ribattuti con  il segno N per far quadrare i conti a Nizza

231.jpg

Se realmente lo stesso zecchiere gestiva sia Nizza che Vercelli è forse più probabile che lo stesso abbia convertito per Nizza un conio già allestito per Vercelli, semplicemente punzonando la N sulla V. 

ciao

Mario

Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter
7 ore fa, piergi00 dice:

Forse dei quantitavi gia' battuti a Vercelli e ribattuti con  il segno N per far quadrare i conti a Nizza

Ipotesi che non condivido per nulla...

Quoto invece @mariov60 sull'aver convertito un conio già preparato per Vercelli, proprio perché la modifica è stata sul conio e non sulla moneta.

Link to post
Share on other sites

piergi00

Ho sottoposto questa moneta al Vice Presidente del Circolo Numismatico di Nizza ,  esperto in questa monetazione. Ecco il suo parere :

Buongiorno
 
Grazie mille per aver inviato questa fotografia di moneta molto bella e molto interessante. 
 
Mi ricorda una moneta che ho pubblicato nel volume II dei Quaderni Numismatici della contea di Nizza a pagina 34. 
 
È uno scudo d'oro di Emmanuel-Philibert del 1577 con la lettera V incisa sul N. 
 
Nel caso della moneta del 1587, apparentemente sarebbe l'opposto con una lettera N ri-incisa sulla lettera V. 
 
Ciò conferma in ogni caso i legami tra il zecche di Vercelli e quella di Nizza. 
 
Non conosco il motivo di questa reincisione.
Forse un riutilizzo per il Nizza di un cuneo ancora in buone condizioni mentre la quantità di sciopero è stata raggiunta a Vercelli?
O per alleviare un bisogno a Nizza dopo una rottura del cuneo monetario?
 
Difficile saperlo ma quello che interessa è vedere nuove testimonianze della vicinanza dei rapporti tra Vercelli e Nizza.
Le due zecche avevano nel 1587/1588 lo stesso maestro delle monete (Cesare Valgrandi) e potevano prestare servizi con forse scambi di materiale previa reincisione di alcune monete monetarie secondo particolari esigenze. 
 
Propongo di presentare questa interessante moneta nel volume VIII dei Quaderni Numismatici della contea di Nizza che apparirà in autunno. 
 
Cordiali saluti e buona Pasqua
 
Yves Brugière
 
Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Penso che in quel periodo ci fosse molta "comunicazione" fra le zecche di Vercelli,  Torino e Nizza, si vedono diversi riutilizzi di coni fra queste zecche, un esempio lo possiamo vedere sul Cavallotto del primo tipo per Torino che si trova anche sul catalogo recuperato anch'esso sulla N di Nizza.

Aosta sembra invece che avesse più rapporti con le zecche della Savoia, ma bisognerebbe fare una ricerca più approfondita di queste particolarità...

Link to post
Share on other sites

piergi00

Ho rispolverato il volume sulla monetazione sabauda di Nizza , scritto da Yves Brugière alcuni anni fa , non e' presente neppure una foto del grosso di Piemonte. Moneta quindi piuttosto rara ..

 

Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Quasi tutte quelle della zecca di Nizza sono rare, qualcuna di più e qualcuna di meno, ma sempre difficili da rintracciare...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.