Jump to content
IGNORED

É illegale vendere monete da scavo?


Recommended Posts

fornari

Buongiorno, ho letto che qualsiasi oggetto con più di 50 anni ritrovato nel sottosuolo (per esempio tramite metal detector) deve essere consegnato alla autorità.

Di conseguenza mi vengono in mente 2 domande:

1) Come è possibile allora che la vendita di alcune monete più antiche di 50 anni (addirittura romane talvolta) sia consentita? Non dovrebbero appartenere allo Stato?

2) E' possibile trasformare eventuali monete trovate col metal (quindi sprovviste di documentazione) in monete collezionabili e quindi commercializzabili?

Preciso che le mie domande sono puramente ipotetiche e che sto semplicemente cercando di capirci qualcosa.

Vi ringrazio.

 

Edited by fornari
Link to post
Share on other sites

  • Replies 92
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • coinzh

    23

  • Tinia Numismatica

    20

  • fornari

    9

  • allek

    6

Top Posters In This Topic

Popular Posts

No sono senz’altro meno  il numero delle collezioni du monete antiche formatesi nel tempo ( e parlo dai tempi del Rinascimento ) e’ impressionante. poi, e’ vero, negli ultimi 30 anni molto m

Per quanto mi riguarda non ha nulla di cui scusarsi. Porsi delle domande e rivolgerle agli altri, dalla risposta banale o complessa che siano (ma questo è relativo e dipende sempre e soltanto dalla pr

Domanda1) Si, si possono vendere perché non tutte provengono da scavo e/ o sono proprietà dello stato Domanda 2) NO, NON C’È MODO DI LEGALIZZARLE .  Qualunque stratagemma immaginato è un reato

Arka

Certo che al secondo post poni domande difficili.

Comunque per rispondere al primo quesito visto che si può comprare e vendere sculture, quadri, mobili e addirittura case risalenti a secoli fa, perchè proprio le monete no?

Riguardo al secondo quesito la risposta è no, perchè prive di qualsiasi documentazione.

Arka

Diligite iustitiam

Link to post
Share on other sites

fornari
30 minuti fa, Arka dice:

Certo che al secondo post poni domande difficili.

Comunque per rispondere al primo quesito visto che si può comprare e vendere sculture, quadri, mobili e addirittura case risalenti a secoli fa, perchè proprio le monete no?

Riguardo al secondo quesito la risposta è no, perchè prive di qualsiasi documentazione.

Arka

Diligite iustitiam

Grazie per la risposta @Arka, chiedo scusa per l'osticità della domanda, ma sono dubbi che mi porto dietro da un po'.

Continuo a non capire una cosa però... per esempio le monete romane attualmente acquistabili sul mercato da dove provengono? Immagino da qualche scavo effettuato nel corso degli anni... quindi tali monete come hanno ottenuto il permesso di essere commercializzate?

Ti ringrazio.

 

Link to post
Share on other sites

DOGE82

Buongiorno. Semplicemente perché erano già in collezioni da molti anni prima che vietassero la commercializzazione di monete da scavo. Nell'Ottocento ad esempio ciò che si trovava era di proprietà del padrone del fondo. 

Link to post
Share on other sites

fornari
2 minuti fa, DOGE82 dice:

Buongiorno. Semplicemente perché erano già in collezioni da molti anni prima che vietassero la commercializzazione di monete da scavo. Nell'Ottocento ad esempio ciò che si trovava era di proprietà del padrone del fondo. 

Ahhhh ecco il trucco! Grazie mille per la delucidazione, quindi in poche parole le monete che girano saranno sempre le stesse, non possono venirne fuori di nuove dalla ricerca sottoterra (almeno non legalmente).

Grazie ad entrambi, era proprio ciò che volevo sapere.

Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter
41 minuti fa, fornari dice:

Grazie per la risposta @Arka, chiedo scusa per l'osticità della domanda, ma sono dubbi che mi porto dietro da un po'.

Continuo a non capire una cosa però... per esempio le monete romane attualmente acquistabili sul mercato da dove provengono? Immagino da qualche scavo effettuato nel corso degli anni... quindi tali monete come hanno ottenuto il permesso di essere commercializzate?

Ti ringrazio.

 

Buon pomeriggio

Un esempio di monete ritrovate ...

saluti

luciano

Link to post
Share on other sites

fornari
Posted (edited)
3 ore fa, DOGE82 dice:

In Italia si. All'estero si possono vendere anche monete da scavo. 

Wow... quindi se per esempio uno straniero fa metal detecting in Italia, trova una moneta e se la porta illegalmente nel proprio Stato, poi me la può vendere e io ne entro in possesso legalmente?

Edited by fornari
Link to post
Share on other sites

allek
26 minuti fa, fornari dice:

Wow... quindi se per esempio uno straniero fa metal detecting in Italia, trova una moneta e se la porta illegalmente nel proprio Stato, poi me la può vendere e io ne entro in possesso legalmente?

Buonasera, la risposta è assolutamente no.

Lo straniero che effettui scavi in Italia per mezzo del metal detector (o in qualunque altro modo) soggiace alla sesse e identiche regole valevoli per i cittadini italiani. La moneta ritrovata nel sottosuolo non può essere trafugata all'estero e per ciò considerarsi "ripulita". Sarebbe troppo semplice, no?

Se poi accade che una moneta trovata nel sottosuolo (o sul fondale marino) e successivamente uscita illecitamente dai confini nazionali finisca sul mercato delle aste estere e, per ipotesi, venga acquistata da un collezionista italiano si potrà al massimo discutere - ai fini della rilevanza penale della sua condotta - sulla buona fede o meno di quest'ultimo al momento dell'acquisto (perché ignaro dell'illecita provenienza e alla presenza di determinate condizioni volte a corroborare il "legittimo affidamento"),  ma ciò non impedirà allo Stato di procedere comunque al sequestro della moneta perché di proprietà statale per legge (lo Stato, di fronte alla provenienza illecita della moneta, e sempre che la stessa possa considerarsi "bene culturale", potrà richiederne il rimpatrio a prescindere dalla nazionalità del potenziale acquirente e del mercato sul quale è posta in vendita).

Saluti

  

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • fornari changed the title to É illegale vendere monete da scavo?
fornari
5 minuti fa, allek dice:

Buonasera, la risposta è assolutamente no.

Lo straniero che effettui scavi in Italia per mezzo del metal detector (o in qualunque altro modo) soggiace alla sesse e identiche regole valevoli per i cittadini italiani. La moneta ritrovata nel sottosuolo non può essere trafugata all'estero e per ciò considerarsi "ripulita". Sarebbe troppo semplice, no?

Se poi accade che una moneta trovata nel sottosuolo (o sul fondale marino) e successivamente uscita illecitamente dai confini nazionali finisca sul mercato delle aste estere e, per ipotesi, venga acquistata da un collezionista italiano si potrà al massimo discutere - ai fini della rilevanza penale della sua condotta - sulla buona fede o meno di quest'ultimo al momento dell'acquisto (perché ignaro dell'illecita provenienza e alla presenza di determinate condizioni volte a corroborare il "legittimo affidamento"),  ma ciò non impedirà allo Stato di procedere comunque al sequestro della moneta perché di proprietà statale per legge (lo Stato, di fronte alla provenienza illecita della moneta, e sempre che la stessa possa considerarsi "bene culturale", potrà richiederne il rimpatrio a prescindere dalla nazionalità del potenziale acquirente e del mercato sul quale è posta in vendita).

Saluti

  

Molto interessante @allek, ti ringrazio per il chiarimento... avrei un'ultima domanda.

Nel caso in cui si possedessero monete del 1700 tramandate nelle generazioni (quindi non ritrovate nel sottosuolo e di conseguenza di mia proprietà), come si può procedere alla vendita?

Bisogna procurarsi dei particolari documenti e farle periziare?

Ti ringrazio.

Link to post
Share on other sites

allek
7 minuti fa, fornari dice:

Molto interessante @allek, ti ringrazio per il chiarimento... avrei un'ultima domanda.

Nel caso in cui si possedessero monete del 1700 tramandate nelle generazioni (quindi non ritrovate nel sottosuolo e di conseguenza di mia proprietà), come si può procedere alla vendita?

Bisogna procurarsi dei particolari documenti e farle periziare?

Ti ringrazio.

La perizia non serve a nulla. Occorre offrire la prova del fatto che le monete le siano effettivamente pervenute attraverso i passaggi generazionali e che le stesse appartengano alla sua famiglia da prima del 1909 (prova, nella stragrande maggioranza dei casi, davvero ardua).

Non avendo io mai conferito alcunché per la vendita, non saprei dirle se una casa d'aste si possa "accontentare" di una autodichiarazione del conferente per accettare le monete (mia personale opinione è che prudenza vorrebbe di no).

Saluti

Link to post
Share on other sites

fornari
25 minuti fa, allek dice:

La perizia non serve a nulla. Occorre offrire la prova del fatto che le monete le siano effettivamente pervenute attraverso i passaggi generazionali e che le stesse appartengano alla sua famiglia da prima del 1909 (prova, nella stragrande maggioranza dei casi, davvero ardua).

Non avendo io mai conferito alcunché per la vendita, non saprei dirle se una casa d'aste si possa "accontentare" di una autodichiarazione del conferente per accettare le monete (mia personale opinione è che prudenza vorrebbe di no).

Saluti

Grazie ancora, sei stato gentilissimo :)

Link to post
Share on other sites

fornari
54 minuti fa, ARES III dice:

Non abbiamo già una discussione

 

Grazie @ARES III, avevo letto quel post ma desideravo ricevere un feedback più dettagliato (prontamente fornito dai ragazzi qui sopra).

Ti ringrazio in ogni caso :)

Stefano.

Link to post
Share on other sites

Meh
Scudo1901
8 ore fa, fornari dice:

Grazie per la risposta @Arka, chiedo scusa per l'osticità della domanda, ma sono dubbi che mi porto dietro da un po'.

Continuo a non capire una cosa però... per esempio le monete romane attualmente acquistabili sul mercato da dove provengono? Immagino da qualche scavo effettuato nel corso degli anni... quindi tali monete come hanno ottenuto il permesso di essere commercializzate?

Ti ringrazio.

 

A me la domanda sembra tutt’altro che ostica. Basta documentarsi un attimo, non c’è nulla di difficoltoso da capire. 

Link to post
Share on other sites

fornari
9 ore fa, Scudo1901 dice:

A me la domanda sembra tutt’altro che ostica. Basta documentarsi un attimo, non c’è nulla di difficoltoso da capire. 

Chiedo scusa se ho fatto perdere tempo a qualcuno, non era mia intenzione. Ho provato a documentarmi autonomamente prima di aprire il post ma sono riuscito a reperire informazioni troppo generali per quelli che erano i miei dubbi.

Grazie a tutti per il vostro tempo :)

Link to post
Share on other sites

grunf

Intervengo solo per una considerazione: le domande giustamente poste da @fornari credo provengano dal fatto che chiunque, navigando su YouTube, vede migliaia, dico migliaia, di video di cercatori con metal detector e simili: gente che si vanta di aver trovato tesori e così via...

È bene precisare che, sebbene molti video siano stranieri, molti altri sono girati da italiani in Italia che non consegnano poi allo Stato, legittimo proprietario, quanto hanno scavato. Agli utenti storici del forum la situazione è chiara. Purtroppo molti nuovi iscritti si confondono e non percepiscono la illegittimità della pratica denunciata.

Un altro elemento che li induce in errore è quello della confusione tra chi va col metal detector in spiaggia e trova orecchini e collanine d’oro persi il giorno prima da sfortunati bagnanti e chi va a scavare oggetti antichi un po’ ovunque. Trovare collanine in spiaggia è assolutamente legale perché trattasi di cosiddette “res nullius” (anche se vi è un procedimento previsto anche per queste fattispecie, ma è altra storia...). 
Insomma, su questo forum, con un po’ di pazienza, si trovano tutte le risposte su argomenti ormai già trattati da anni.

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

allek
1 ora fa, fornari dice:

Chiedo scusa se ho fatto perdere tempo a qualcuno, non era mia intenzione. Ho provato a documentarmi autonomamente prima di aprire il post ma sono riuscito a reperire informazioni troppo generali per quelli che erano i miei dubbi.

Grazie a tutti per il vostro tempo :)

Per quanto mi riguarda non ha nulla di cui scusarsi. Porsi delle domande e rivolgerle agli altri, dalla risposta banale o complessa che siano (ma questo è relativo e dipende sempre e soltanto dalla prospettiva in cui si pone chi quei quesiti li riceve), non è mai una perdita di tempo denotando, per contro, curiosità e voglia di comprendere (qualità rare di questi tempi). Ciò che è pericoloso, invece, è non porsi domande e agire a "sentimento".

Ma bisogna anche avere il buon senso di capire che le risposte offerte sul forum possono rappresentare solo lo spunto per una riflessione che, se vuole pervenire alla risoluzione concreta (quando possibile) di un problema o un dubbio specifico, deve necessariamente passare attraverso l'approfondimento e lo studio personale, ove occorra anche ricorrendo all'ausilio di professionisti (e possibilmente lasciando a internet un ruolo del tutto marginale nella ricerca di risposte).

@Scudo1901 è stato forse un tantino duro nel commento, soprattutto alla luce dell'educazione mostrata da @fornari nel domandare. La mia non vuole essere una critica, ma così si rischia di disincentivare la partecipazione attiva al forum anche di quegli utenti che - almeno all'apparenza - manifestano un approccio apprezzabile (ma questo è un argomento che ormai sempre più spesso forma oggetto di discussione).

Come sempre, si tratta solo del mio punto di vista.

Saluti.

 

 

  • Like 4
Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III
43 minuti fa, grunf dice:

, navigando su YouTube, vede migliaia, dico migliaia, di video

Si, ma c'è anche gente che lo fa comunque in barba alle normative, pur avendone conoscenza.

Non so quanti di voi conoscano il programma TV Metaldetective su DMAX, non è necessario guardare tutto il programma (tra l'altro non mi piace neppure, ma sorvoliamo) perché sia all'inizio, che alla fine fanno una paternale sul comportamento corretto da avere con il metaldetector. Quindi ormai le informazioni di base sono accessibili a tutti e in qualunque formato.

Precisazione:

2 minuti fa, allek dice:

stato forse un tantino duro nel commento,

Non conosci allora persone brusche, e guarda che c'è ne sono anche qua e non hanno peli sulla lingua!

E credimi che @Scudo1901 non è tra questi, anzi se vuoi sapere mi sono tenuto per me un'osservazione: è bello vedere un neofita tanto motivato, ma quanti neofiti motivati ci sono senza scopi "particolari"? Se uno vuole essere malizioso potrebbe porsi questa domanda di fronte a tante domande e tutte molto precise.

Nessuno si ricorda di quanti neoiscritti hanno fatto o fanno domande strane del tipo "qual'è la moneta più cara che avete in collezione?"  o "dove tenete le vostre monete?" o nelle richieste di identificazione c'è l'incipit "ho trovato questa moneta nel comodino di mio nonno" e direi che i comodini dei nonni in questi ultimi anni abbiano svelato al mondo di tutto e di più, sia qualitativamente che quantitativamente parlando; quindi un po' di diffidenza o sorpresa per qualcuno che si aprocia ad una nuova materia con così tanta dedizione e precisione un po' fa pensare.

Sottolineo che non sarà questo il nostro caso, ma è sempre bene essere in allerta.

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Meh
Scudo1901
3 ore fa, fornari dice:

Chiedo scusa se ho fatto perdere tempo a qualcuno, non era mia intenzione. Ho provato a documentarmi autonomamente prima di aprire il post ma sono riuscito a reperire informazioni troppo generali per quelli che erano i miei dubbi.

Grazie a tutti per il vostro tempo :)

Ma ci mancherebbe, l'educazione e il garbo che ha dimostrato non sono così comuni, quindi è benvenuto! Non è una perdita di tempo, è un piacere vedere nuovi appassionati che desiderano approfondire le loro conoscenze. Detto ciò, non ho definito la domanda "fuori luogo" o "impertinente"; molto semplicemente non è una domanda "ostica", secondo me perché, come è stato già rappresentato, qui si trovano molte risposte che magari in Internet o sono parziali o sono approssimative. Tutto qui, senza drammi :) 

Link to post
Share on other sites

fornari
8 minuti fa, Scudo1901 dice:

Ma ci mancherebbe, l'educazione e il garbo che ha dimostrato non sono così comuni, quindi è benvenuto! Non è una perdita di tempo, è un piacere vedere nuovi appassionati che desiderano approfondire le loro conoscenze. Detto ciò, non ho definito la domanda "fuori luogo" o "impertinente"; molto semplicemente non è una domanda "ostica", secondo me perché, come è stato già rappresentato, qui si trovano molte risposte che magari in Internet o sono parziali o sono approssimative. Tutto qui, senza drammi :) 

 

44 minuti fa, ARES III dice:

Si, ma c'è anche gente che lo fa comunque in barba alle normative, pur avendone conoscenza.

Non so quanti di voi conoscano il programma TV Metaldetective su DMAX, non è necessario guardare tutto il programma (tra l'altro non mi piace neppure, ma sorvoliamo) perché sia all'inizio, che alla fine fanno una paternale sul comportamento corretto da avere con il metaldetector. Quindi ormai le informazioni di base sono accessibili a tutti e in qualunque formato.

Precisazione:

Non conosci allora persone brusche, e guarda che c'è ne sono anche qua e non hanno peli sulla lingua!

E credimi che @Scudo1901 non è tra questi, anzi se vuoi sapere mi sono tenuto per me un'osservazione: è bello vedere un neofita tanto motivato, ma quanti neofiti motivati ci sono senza scopi "particolari"? Se uno vuole essere malizioso potrebbe porsi questa domanda di fronte a tante domande e tutte molto precise.

Nessuno si ricorda di quanti neoiscritti hanno fatto o fanno domande strane del tipo "qual'è la moneta più cara che avete in collezione?"  o "dove tenete le vostre monete?" o nelle richieste di identificazione c'è l'incipit "ho trovato questa moneta nel comodino di mio nonno" e direi che i comodini dei nonni in questi ultimi anni abbiano svelato al mondo di tutto e di più, sia qualitativamente che quantitativamente parlando; quindi un po' di diffidenza o sorpresa per qualcuno che si aprocia ad una nuova materia con così tanta dedizione e precisione un po' fa pensare.

Sottolineo che non sarà questo il nostro caso, ma è sempre bene essere in allerta.

 

 

 

 

1 ora fa, allek dice:

Per quanto mi riguarda non ha nulla di cui scusarsi. Porsi delle domande e rivolgerle agli altri, dalla risposta banale o complessa che siano (ma questo è relativo e dipende sempre e soltanto dalla prospettiva in cui si pone chi quei quesiti li riceve), non è mai una perdita di tempo denotando, per contro, curiosità e voglia di comprendere (qualità rare di questi tempi). Ciò che è pericoloso, invece, è non porsi domande e agire a "sentimento".

Ma bisogna anche avere il buon senso di capire che le risposte offerte sul forum possono rappresentare solo lo spunto per una riflessione che, se vuole pervenire alla risoluzione concreta (quando possibile) di un problema o un dubbio specifico, deve necessariamente passare attraverso l'approfondimento e lo studio personale, ove occorra anche ricorrendo all'ausilio di professionisti (e possibilmente lasciando a internet un ruolo del tutto marginale nella ricerca di risposte).

@Scudo1901 è stato forse un tantino duro nel commento, soprattutto alla luce dell'educazione mostrata da @fornari nel domandare. La mia non vuole essere una critica, ma così si rischia di disincentivare la partecipazione attiva al forum anche di quegli utenti che - almeno all'apparenza - manifestano un approccio apprezzabile (ma questo è un argomento che ormai sempre più spesso forma oggetto di discussione).

Come sempre, si tratta solo del mio punto di vista.

Saluti.

 

 

 

1 ora fa, grunf dice:

Intervengo solo per una considerazione: le domande giustamente poste da @fornari credo provengano dal fatto che chiunque, navigando su YouTube, vede migliaia, dico migliaia, di video di cercatori con metal detector e simili: gente che si vanta di aver trovato tesori e così via...

È bene precisare che, sebbene molti video siano stranieri, molti altri sono girati da italiani in Italia che non consegnano poi allo Stato, legittimo proprietario, quanto hanno scavato. Agli utenti storici del forum la situazione è chiara. Purtroppo molti nuovi iscritti si confondono e non percepiscono la illegittimità della pratica denunciata.

Un altro elemento che li induce in errore è quello della confusione tra chi va col metal detector in spiaggia e trova orecchini e collanine d’oro persi il giorno prima da sfortunati bagnanti e chi va a scavare oggetti antichi un po’ ovunque. Trovare collanine in spiaggia è assolutamente legale perché trattasi di cosiddette “res nullius” (anche se vi è un procedimento previsto anche per queste fattispecie, ma è altra storia...). 
Insomma, su questo forum, con un po’ di pazienza, si trovano tutte le risposte su argomenti ormai già trattati da anni.

Ragazzi siete stati tutti gentilissimi, altroché duri! Sono stato molto felice di ricevere i vostri commenti. Grazie a voi (e alle risorse che sto approfondendo online) sto riuscendo a comprendere le nozioni di base riguardanti la numismatica senza tralasciare le relative questioni legali (che secondo me vanno approfondite, almeno un pochino, prima di lanciarsi in qualsiasi hobby) :)

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
23 ore fa, fornari dice:

Buongiorno, ho letto che qualsiasi oggetto con più di 50 anni ritrovato nel sottosuolo (per esempio tramite metal detector) deve essere consegnato alla autorità.

Di conseguenza mi vengono in mente 2 domande:

1) Come è possibile allora che la vendita di alcune monete più antiche di 50 anni (addirittura romane talvolta) sia consentita? Non dovrebbero appartenere allo Stato?

2) E' possibile trasformare eventuali monete trovate col metal (quindi sprovviste di documentazione) in monete collezionabili e quindi commercializzabili?

Preciso che le mie domande sono puramente ipotetiche e che sto semplicemente cercando di capirci qualcosa.

Vi ringrazio.

 

Domanda1) Si, si possono vendere perché non tutte provengono da scavo e/ o sono proprietà dello stato

Domanda 2) NO, NON C’È MODO DI LEGALIZZARLE . 
Qualunque stratagemma immaginato è un reato in se stesso… punto e basta 

Ares III : presente! 

 

Edited by Tinia Numismatica
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III
6 ore fa, Tinia Numismatica dice:

presente! 

Intendevo qualcun'altro, però chi sono io per correggerti :pleasantry:.

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
coinzh

Beh, secondo me c'e' si modo di legalizzarle.

I tetradrammi di atene spuntati sul mercato in grandissima quantita' sono legali o illegali perche' provengono da un paese (turchia) dove per legge sono dello stato ?

se restano illegali dopo la vendita in asta significa che chi li ha acquistati in asta deve restutuirli alla turchia.

Link to post
Share on other sites

coinzh

Se restano fuori turchia sono legali, se rientrano sono illegali suppongo e suppongo che lo stesso valga per l'italia.

per conto mio piu' del 95% delle monete greche di sicilia vendute nell'ultimo decennio in aste internazionali non hanno una provenienza documentata a prima del 1909.

finora ho dato da vendere in vita mia solo 4-5 monete a una casa d'asta di zurigo. L'unica cosa che mi hanno fatto firmare e' un foglio standard in cui dichiaro che quelle monete sono mie e forse c'era anche scritto che quelle monete rispettano le varie norme legali, ma il tutto e' in base ad autocertificazione. Nessuno mi ha chiesto di dimostrare che due monete di metaponto che vendevo fossero state trovate prima del 1909.

Edited by coinzh
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

  • CdC locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.