Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
okt

uso moltissimo la bici

Risposte migliori

okt

...e quindi sono molto perplesso e impaurito dalle nuove norme che prevedono l'applicazione delle sanzioni a punti nei confronti dei ciclisti con patente automobilistica che commettono infrazioni al codice.

Innanzitutto penso che le sanzioni (e la loro entità) debbano essere commisurate al danno che esse potrebbero arrecare. La stessa infrazione commessa in macchina o in bici ha una potenzialità di danno nettamente diversa e quindi colpirla con la medesima pena mi sembra assurdo.

Se invece la sanzione non è relativa alle strette circostanze di fatto e di diritto della contravvenzione, essa assume una valenza moralistica che dovrebbe essere estranea alle leggi, dal momento che esse devono garantire soltanto l'ordinata convivenza civile e l'ordine sociale e non l'astratto riferimento a principi etici di carattere generale.

Inoltre si avrebbe una disparità di trattamento tra patentati e non patentati, anche se le circostanze dell'infrazione sono le medesime.

Anche qui, come in altre recenti norme, si apre la strada un concetto innovativo: la punibilità di una "condizione".

Ma non eravamo la patria del diritto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Innanzitutto penso che le sanzioni (e la loro entità) debbano essere commisurate al danno che esse potrebbero arrecare. La stessa infrazione commessa in macchina o in bici ha una potenzialità di danno nettamente diversa e quindi colpirla con la medesima pena mi sembra assurdo.

Credo che l'infrazione del ciclista causi danno soprattutto a se stesso, ed è così intesa la sanzione che dovrebbe colpirlo. Un ciclista che passi col rosso e venga travolto da un'auto è chiaro che arreca un danno enorme, a se stesso. E' lo stesso concetto per cui si punisce chi non si mette le cinture in automobile, visto che questa infrazione può causar danno solo a se stessi e ben difficilmente ad altre persone.

Detto questo io vado sia in bici che in macchina e vedo molti ciclisti indisciplinati, quindi pur non entrando nel merito delle punizioni mi pare che sia cmq doveroso il rispetto delle norme di circolazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

A naso basterà far ricorso per vincere. È una pena accessoria che discrimina tra chi ha la patente e chi no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Se ci mettiamo a tavolino il giudice di turno confuterà tutte le tue tesi perchè il diritto MEDIAMENTE è super interpretabile a capoccia di chi legge, in Italia poi siamo campioni...

Ragionando in termini egoistici (li per lì pensato stessa cosa pure io) è molto vero quello che dici tu: io che ho la patente perchè devo essere punito più di te che non l'hai?

Naturalmente il giudice di cui sopra ci risponderebbe che a maggior ragione tu che hai la patente dovresti sapere come ci si comporta, cosa si può fare e cosa no e quali sarebbero le conseguenze...

Personalmente trovo molto giusto punire finalmente ANCHE il ciclista indisciplinato di turno: in particolare odio il contromano, il passaggio con il rosso e i pattuglioni domenicali da 5-10 ciclisti in gruppo su strada statale e non solo...

Non capisco infatti perchè se vado tranquillo su una strada a senso unico magari a scorrimento veloce devo farmi venire un infarto perchè rischio di falciare il ciclista di turno contromano e men che meno non capisco perchè devo rischiare di fare un frontale io per superare i gruppi di novelli Bartali e Coppi che mi invadono la statale a doppio senso di cui sopra.

Come al solito però si è sbagliata la maniera e come al solito penso rimarrà un'altra legge inutile che verrà fatta rispettare solo da qualche agente troppo zelante... per la serie "a chi je tocca nun se 'ngrugni..."

L'attuabilità della cosa mi sembra infatti molto dubbia (ad es. la bicicletta non ha targa...già vedo le fughe)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox
Innanzitutto penso che le sanzioni (e la loro entità) debbano essere commisurate al danno che esse potrebbero arrecare. La stessa infrazione commessa in macchina o in bici ha una potenzialità di danno nettamente diversa e quindi colpirla con la medesima pena mi sembra assurdo.

Credo che l'infrazione del ciclista causi danno soprattutto a se stesso, ed è così intesa la sanzione che dovrebbe colpirlo. Un ciclista che passi col rosso e venga travolto da un'auto è chiaro che arreca un danno enorme, a se stesso. E' lo stesso concetto per cui si punisce chi non si mette le cinture in automobile, visto che questa infrazione può causar danno solo a se stessi e ben difficilmente ad altre persone.

Assolutamente no. Sono comportamenti che oltre a danneggiare principalmente se stessi danneggiano anche la collettività per i costi sociali che ne conseguono sia in caso di morte che a maggior ragione in caso di invalidità permanente del soggetto.

In questa ottica i comportamenti particolarmente stupidi e dannosi per la società dovrebbero costituire un aggravante.

Iniziamo a ragionare in termini meno egoistici e più al bene comune: "no man is an island"...

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter
Naturalmente il giudice di cui sopra ci risponderebbe che a maggior ragione tu che hai la patente dovresti sapere come ci si comporta, cosa si può fare e cosa no e quali sarebbero le conseguenze...

Non mi convince lo stesso, sarebbe come dare multe differenti ai tassisti in quanto utenti "professionali" della strada che quindi dovrebbero maggiormente degli altri conoscere il codice etc etc.

Personalmente trovo molto giusto punire finalmente ANCHE il ciclista indisciplinato di turno:

Pur muovendomi quasi esclusivamente in bicicletta ti do ragione, tuttavia cadi nell'errore comune di pensare che ad un aggravante della pena corrisponda una effettiva erogazione della stessa. I ciclisti non vengono multati adesso e lo saranno in egual misura non multati anche dopo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox
Naturalmente il giudice di cui sopra ci risponderebbe che a maggior ragione tu che hai la patente dovresti sapere come ci si comporta, cosa si può fare e cosa no e quali sarebbero le conseguenze...

Non mi convince lo stesso, sarebbe come dare multe differenti ai tassisti in quanto utenti "professionali" della strada che quindi dovrebbero maggiormente degli altri conoscere il codice etc etc.

Ma infatti sono interpretazioni cavillose e da avvocato del diavolo, condivido quello che dici tu ...ma l'orientamento di legge pare quello ormai... addirittura leggevo che qualche tempo fa soprattutto in Veneto stavano provando a multare in qualche modo i ciclisti ubriachi perchè molti tenendo alla patente optavano per la bicicletta in vista di serate "impegnative"

Personalmente trovo molto giusto punire finalmente ANCHE il ciclista indisciplinato di turno:

Pur muovendomi quasi esclusivamente in bicicletta ti do ragione, tuttavia cadi nell'errore comune di pensare che ad un aggravante della pena corrisponda una effettiva erogazione della stessa. I ciclisti non vengono multati adesso e lo saranno in egual misura non multati anche dopo.

Si si ma infatti ne sono consapevole, mi sembrano tanto le "grida" di manzoniana memoria... infatti ho specificato

"come al solito penso rimarrà un'altra legge inutile che verrà fatta rispettare solo da qualche agente troppo zelante... per la serie "a chi je tocca nun se 'ngrugni..." "...

che tradotto dal romano all' italico vuol dire a qualche isolato sfortunato capiterà ma non si faccia venire in sangue amaro :D

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Assolutamente no. Sono comportamenti che oltre a danneggiare principalmente se stessi danneggiano anche la collettività per i costi sociali che ne conseguono sia in caso di morte che a maggior ragione in caso di invalidità permanente del soggetto.

Questo è scontato, ma il mio pensiero era una mera risposta a ciò che sosteneva Okt nel suo messaggio, dove si parlava solo dei danni in senso fisico. Ovvio che se al discorso aggiungiamo i danni in senso di costo recati alla collettività il pensiero che ho espresso non fa che uscirne rafforzato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legioprimigenia

:) ci dovranno essere per forza degli aggiustamenti, non si può punire il ciclista patentato e non quello non patentato..... sarà un problema della Corte costituzionale perchè purtroppo discrimina.

Il ciclista non patentato può fare tutte le infrazioni che vuole tanto lo multano ma non perde punti!

Inoltre possono multarti solo se seimaggiorenne. il ragazzino di 10 anni che va in bici e non conosce certo il CdS non può essere multato .......... non si possono sanzionare i genitori perchè la sanzione amministrativa è personale (salvo obbligato in solido). Però sono i ragazzini in bicicletta che fanno più danni e continueranno a farli.

ogni tanto facciamo pastrocchi......... <_<

Modificato da legioprimigenia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×