Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rick2

curioso assegno usato come banconota a trieste

Risposte migliori

rick2

questa e un altra curiosita

guardate la data e il posto di emissione

questa secondo me e piu una testimonianza storica.

e un assegno circolare che secondo me circolava come banconota per sopperire alla scarsita di circolante

emesso a trieste nel 1944

non e segnata in alcun catalogo

avete piu notizie sul periodo storico

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra18

sembra un'anticipazione di quanto successo negli anni '70!

complimenti! bella testimonianza, mi informero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

negli anni 70 pero la causa era l inflazione che aveva portato alla scarsita di monete spicciole , difatti le tirature delle 100 e 50 lire decuplicano tra il 77 e l 81

qui invece sono gli eventi bellici e il fatto che si tratta di citta di confine , nel resto dell italia del nord c erano altre banconote

sarebbe da vedere se trieste e gia caduta nelle mani jugoslave o se ci sono attivita belliche nei dintorni , in tal caso questa diventerebbe quasi un emissione di emergenza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

negli anni di guerra circola veramente di tutto. Francobolli sopra tondelli di legno; i celeberrimi notgeld tedeschi, in materiali impensabili...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

appunto , pero mentre notgeld e francobolli sono documentati , un assegno circolare io non l ho mai visto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

anche se nominalmente parte della repubblica sociale , trieste fu annessa dai tedeschi alla zona di operazioni del litorale adriatico con parti della jugoslavia

nel tardo luglio del 1944 le forze di tito attaccano da est le province italiane dell istria.

questo e dell agosto 1944

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

L'inflazione porta ad un eccesso di moneta spicciola, non alla sua sparizione.

Al massimo spariscono i tagli piu bassi, come sta accadendo oggi per gli 1 Cent, ma nessuno ne sente la mancanza.

La storia con le 50 e 100 lire era ben diversa. A me sembra che le tirature siano sempre state troppo basse fino al '75 ed il problema e' via via peggiorato, invece di migliorare con l'accumulazione della produzione dei vari anni. Probabilmente causa aumento della popolazione e del tenore di vita con spese minute piu abbondanti rispetto al passato.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

100 lire non erano proprio moneta spicciola nel 44. Ma neanche per gli anni 70 mi convince molto la cosa. Chiaramente le tirature erano basse ma non potrebbe essere comunque dovuto all'effetto inflattivo che ha spinto le monete da 50 e 100 a prendere il ruolo prima tenuto da quelle da 5/10/20?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

L'inflazione porta ad un eccesso di moneta spicciola, non alla sua sparizione.

Al massimo spariscono i tagli piu bassi, come sta accadendo oggi per gli 1 Cent, ma nessuno ne sente la mancanza.

La storia con le 50 e 100 lire era ben diversa. A me sembra che le tirature siano sempre state troppo basse fino al '75 ed il problema e' via via peggiorato, invece di migliorarei con l'accumulazione della produzione dei vari anni. Probabilmente causa aumento della popolazione e del tenore di vita con spese minute piu abbondanti rispetto al passato.

al contrario

porta ad un aumento della velocita di circolazione di moneta.

oggi gli 1 cent spariscono perche non servono (per esempio come resto).

allora le 50 e 100 lire servivano , sia come resti sia per comprare beni che costavano per esempio 450 lire , il resto veniva dato dalle 5 e 10 lire che in quegli anni sono sparite.

io mi ricordo che a causa dell inflazione le monete servivano di piu e nessuno le aveva , perche quelle che servivano erano piu di quelle che c erano

difatti si e visto un aumento delle tirature , i miniassegni , le caramelle come resto , e se ti ricordi tutti ti chiedevano la moneta giusta perche non avevano moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

e vero che l inflazione e causata dall eccesso di moneta in circolazione.

pero moneta intesa come aggregati monetari , M1 , M2 e M3 , non come spiccioli.

comunque non andiamo OT , concentriamoci sul 1944 e non sul 1977 , casomai apriamo un altro topic sugli anni 70

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Mi sono spiegato male:

La velocita di circolazione non c'entra qui, quella si usa per calcolare il denaro effettivamente disponibile.

Quello che conta e' che con l'inflazione i prezzi salgono. Se i prezzi non salgono non c'e' inflazione, indipendentemente da quanto denaro e' disponibile.

Per dire, quello che si comprava con 20 lire ce ne vogliono 100 (e quello che costava 100 ora costa 500). Semplificando molto:

- le 20 lire diventano inutili e spariscono dalla circolazione, ma nessuno se ne dispiace. In altre parole sono moneta in eccesso.

- le 100 lire si usano al posto delle 20 e sarebbe giusto quello che dice Incuso, se la tiratura delle 20 lire fosse stata molto superiore a quella delle 100, ma questo non e' il caso in Italia! Infatti i valori sotto le 50 non furono prodotti affatto fra la fine degli anni '50 e la fine degli anni '60.

- le 500 lire, originalmente una banconota "preziosa" ora si usa per le spese minute e si rovina piu velocemente. Questo portera alla sua sostituzione con una moneta per risparmiare (a meno che l'inflazione non sia proprio galoppante, nel qual caso tutte le monete spariscono perche non e' piu conveniente produrle).

La mia spiegazione sulla scarsita degli spiccioli e la nascita delle varie teorie pazze per spiegarla (gli svizzeri ci facevano gli orologi, chi se lo ricorda ? :) ) e' invece che in condizioni normali anche una produzione di monete bassa dopo un po' non da piu problemi perche le monete dei vari anni si accumulano in circolazione. In Italia e' avvenuto esattamente il contrario: man mano che passavano gli anni la scarsita e' diventata sempre peggiore.

Cio e', secondo me, dovuto al fatto che sono aumentate le spese minute che richiedevano moneta il che non e' la stessa cosa dell' inflazione.

Per esempio la partita a flipper costa sempre 100 lire, ma mentre prima era una roba che si faceva solo la domenica, ora uno gioca tutti i pomeriggi. Stessa cosa per acquisto giornali, gomme del ponte, gelati, penne/accendini bic, etc.

In pratica e' il consumismo e non l'inflazione che ha causato il "dramma" degli spiccioli a meta anni '70.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Quello di rick è un "assegno circolare a taglio fisso".

Vennero emessi in tutto il territorio controllato dalla R.S.I. dal settembre 1943 all'aprile 1945 (sporadicamente anche nel periodo precedente la R.S.I.).

La funzione era quella già da voi intuita, sopperire a una notevole carenza di banconote della Banca d'Italia.

Avevano corso come cartamoneta ufficiale, ed erano rilasciati in tagli fissi, prestampati o apposti con timbro; oltre agli assegni circolari stessa funzione venne assolta anche da assegni bancari e vaglia.

Caratteristica comune e necessaria di questi titoli era che l'ordinatario fosse un funzionario della banca emittente, nel caso di rick il cassiere principale della filiale di Trieste della BNL.

Si conoscono 53 banche emittenti per un totale di oltre 240 tipi diversi di assegni. I tagli, per la maggior parte delle banche, vanno dalle 10 fino alle 500-1000 lire, ma alcune emisero anche assegni di alto valore: è il caso del Credito Italiano, per il quale si conoscono tagli da 50.000 e 100.000 lire, somme davvero notevoli per l'epoca, che probabilmente venivano usati per transazioni fra Istituti di credito.

Nella foto, dalla mia collezione, assegno bancario da 50 lire della Cassa di Risparmio di Pisa.

petronius B)

post-206-1267270573,09_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra18

interessante, non ne sapevo nulla di questa cosa e non mi era mai capitato di vedere uno di questi assegni!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×