Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
okt

la patata trans

Risposte migliori

okt

Temo che la vera utilità della patata transgenica non consista nel fornire un prodotto migliore.

Lo scopo potrebbe essere quello di far sparire le patate non transgeniche e quindi mettere coltivatori e consumatori davanti alla scelta obbligata tra alcune "marche" di patate, tutte brevettate ( e tutte più o meno allo stesso prezzo, come le tariffe telefoniche).

E allora vedrete quanto ci costerà la patata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Se volevi impostare una discussione seria direi che hai sbagliato il titolo della discussione... :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Concordo con incuso... temevo un riferimento politico :lol: :lol: .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forza_italia

Temo che la vera utilità della patata transgenica non consista nel fornire un prodotto migliore.

Lo scopo potrebbe essere quello di far sparire le patate non transgeniche e quindi mettere coltivatori e consumatori davanti alla scelta obbligata tra alcune "marche" di patate, tutte brevettate ( e tutte più o meno allo stesso prezzo, come le tariffe telefoniche).

E allora vedrete quanto ci costerà la patata!

Condivido pienamente il tuo parere!

E' come con i fertilizzanti... Già adesso i coltivatori sono molto dipendenti dai produttori/scienziati dei fertilizzanti. :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DragoDormiente

Temo che la vera utilità della patata transgenica non consista nel fornire un prodotto migliore.

Lo scopo potrebbe essere quello di far sparire le patate non transgeniche e quindi mettere coltivatori e consumatori davanti alla scelta obbligata tra alcune "marche" di patate, tutte brevettate ( e tutte più o meno allo stesso prezzo, come le tariffe telefoniche).

E allora vedrete quanto ci costerà la patata!

Condivido pienamente il tuo parere!

E' come con i fertilizzanti... Già adesso i coltivatori sono molto dipendenti dai produttori/scienziati dei fertilizzanti. sad.gif

Questo dovrebbe suggerire la conseguenza contratria a quella prospettata all'inizio; i coltivatori sono già schiavi dei concimi e delle sementi transgeniche o chimiche, non c'é nessun bisogno di creare una patata transgenica per cancellare dalla faccia della terra quelle non transgeniche, bastava modificare le sementi, come si fa da anni.

Piuttosto, io sapevo che la patata in questione è un prodotto Bayer, mentre stamattina ho sentito che è un prodotto BASF (multinazionale tedesca di materiali plastici), che l'avrebbe ideata per produrre facilmente grandi quantità di amido (che è la base di molti collanti e polimeri organici); qualcuno sa dirmi chi l'ha prodotta davvero? Bayer o BASF?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forza_italia

Piuttosto, io sapevo che la patata in questione è un prodotto Bayer, mentre stamattina ho sentito che è un prodotto BASF (multinazionale tedesca di materiali plastici), che l'avrebbe ideata per produrre facilmente grandi quantità di amido (che è la base di molti collanti e polimeri organici); qualcuno sa dirmi chi l'ha prodotta davvero? Bayer o BASF?

Anch'io ho sentito parlare di entrambi.

Secondo il corriere della sera è un prodotto BASF. :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wuby2007

Concordo con incuso... temevo un riferimento politico :lol: :lol: .

Politico? :lol: :lol: :lol:

Effettivamente, per me che abito a Milano.....trans molti, con "patata" pochi! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

E secondo me non siamo che all'inizio, ho letto da qualche parte che stanno modificando i pomodori, per farli "diventare" a cubo.......in modo che sia più facile metterli nelle cassette! :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Leggendo il titolo ho pensato che Lapo ne avesse combinata un'altra delle sue...

Si, certo, si stava molto meglio 100 anni fa. Carestie un anno si e uno no, ma erano tutti cibi genuini. :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudiodruso

la patata transgenica in questione, serve per l'alimentazione animale, in questo caso i maiali, probabilmente avrà pure un sapore schifoso per noi. Il problema che poi entra nella catena alimentare e noi mangeremo prosciutti transgenici. nessuno al mondo sa ancora quali conseguenze hanno queste cose, sull'uomo e sullabiodiversità.

io non ci vedo niente di buono, e so per certo che le multinazionali, per il loro vile peculato, non si fanno scrupoli a dsistruggere qualsiasi forma di vita, e a quanto pare pure se stessi.

Non mi fiderò mai di quello che mi rifilano.

ormai siamo condannati a chiamare cibo "biologico" quello che è sempre stato normale, e a pagarlo caro, mentre il cibo normale è letteralmente avvelenato: pieno di pesticidi, antibiotici, diserbanti, ora anche modificato e privo di qualsiasi contenuto nutritivo, praticamente conta solo il peso sul piatto della bilancia da pagare. tutto ciò è un paradosso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

enzuccio_gdl

Concordo con incuso... temevo un riferimento politico :lol: :lol: .

Politico? :lol: :lol: :lol:

Effettivamente, per me che abito a Milano.....trans molti, con "patata" pochi! ;)

beh la sorpresa a molti piace!!!!!! :P :P :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DragoDormiente

la patata transgenica in questione, serve per l'alimentazione animale, in questo caso i maiali, probabilmente avrà pure un sapore schifoso per noi. Il problema che poi entra nella catena alimentare e noi mangeremo prosciutti transgenici. nessuno al mondo sa ancora quali conseguenze hanno queste cose, sull'uomo e sullabiodiversità.

io non ci vedo niente di buono, e so per certo che le multinazionali, per il loro vile peculato, non si fanno scrupoli a dsistruggere qualsiasi forma di vita, e a quanto pare pure se stessi.

Non mi fiderò mai di quello che mi rifilano.

ormai siamo condannati a chiamare cibo "biologico" quello che è sempre stato normale, e a pagarlo caro, mentre il cibo normale è letteralmente avvelenato: pieno di pesticidi, antibiotici, diserbanti, ora anche modificato e privo di qualsiasi contenuto nutritivo, praticamente conta solo il peso sul piatto della bilancia da pagare. tutto ciò è un paradosso.

Allora di questo dobbiamo abituarci all'idea che moriremo tutti di cancro? Una manna per le multinazionali farmaceutiche che prima avvelenano il cibo e poi vendono cure ed antidoti...

Prima di gridare allo scandalo forse è meglio attendere gli sviluppi di questa faccenda; non sappiamo quali sono le implicazioni del cibo transgenico sulla biodiversità e quali effetti possono avere gli animali "transgenofagici" su colui che ne mangia carne e derivati. Non siamo ancora sicuri che le farine animali fossero la principale causa scatenante delle encefalopatie prioniche bovine! In fin dei conti, ortaggi resistenti alle malattie potrebbero essere utilissimi all'uomo, non devono essere per forza la causa della nostra fine. Certo è lecito essere preoccupati, ma aspettiamo e vediamo; quella della patata transgenica non è una rivoluzione epocale, ma non deve nemmeno essere l'inizio degli abusi. Persino la Chiesa, che è sempre stata contraria alla manipolazione genetica, è possibilista su questa invenzione!

In fondo lo sappiamo tutti che i pomodori dell'orto del nonno sono sempre più buoni (e lo dice uno che da quando è morto il suo povero nonno non ha più mangiato i pomodori)...cool.gif

Modificato da DragoDormiente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Avevo letto non ricordo dove che stiamo da decenni mangiando cibo ogm.

Infatti il grano duro non c'era e lo hanno creato in laboratorio . Ci accattiamo la pasta di semola di grano duro,la mangiamo tutti i giorni.........

Forse cent'anni fa si stava meglio ,ma se ci fanno mangiare così tante porcherie com'è che diventiamo sempre più vecchi? Così vecchi che ci va in pappa il cervello,ma comunque sempre più vecchi.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

Questa mattina, andando a lavorare in automobile, ho sentito questa notizia dalla radio belga, la cosa che loro hanno sottolineato è che questa patata sarebbe resistente agli antibiotici, io sono rimasto particolarmente sconvolto da questa cosa, pensate cosa potrebbe accadere se il tubero in questione potesse trasmettere questa sua caratteristica all'uomo tramite il consumo alimentare; un cataclisma su scala planetaria !!! :blink:

Ovviamente si tratta di un'ipotesi da incubo, roba da film dell'orrore !! Non voglio certo dire che sia una possibilità reale ma se anche ci fosse una sola possibilità su un milione che ciò avvenga per me sarebbe troppo.

Scongiuri del caso mi sembrano d'obbligo, ma ho paura che gli "sgrat sgrat" non siano sufficenti ci vorrebbe, secondo me, una forma seria di protesta.

Saluti

Modificato da Ramossen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Euripe

Questa mattina, andando a lavorare in automobile, ho sentito questa notizia dalla radio belga, la cosa che loro hanno sottolineato è che questa patata sarebbe resistente agli antibiotici, io sono rimasto particolarmente sconvolto da questa cosa, pensate cosa potrebbe accadere se il tubero in questione potesse trasmettere questa sua caratteristica all'uomo tramite il consumo alimentare; un cataclisma su scala planetaria !!! blink.gif

Ovviamente si tratta di un'ipotesi da incubo, roba da film dell'orrore !! Non voglio certo dire che sia una possibilità reale ma se anche ci fosse una sola possibilità su un milione che ciò avvenga per me sarebbe troppo.

Scongiuri del caso mi sembrano d'obbligo, ma ho paura che gli "sgrat sgrat" non siano sufficenti ci vorrebbe, secondo me, una forma seria di protesta.

Saluti

Lo sentita anche io stamattina questa cosa, sulla nostra emittente nazionale, e anche a me ha lasciato perplesso questo passaggio, hanno poi assicurato che comunque la produzione di questa patata sarebbe destinata alla produzione di CARTA e non adatta all'alimentazione........Ci dobbiamo credere??blink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Personalmente credo che i problemi degli OGM siano piú legati alla dipendenza che si vuole indurre nei confronti di chi ti fornisce il prodotto che problemi sanitari veri e propri. Va bene andarci con i piedi di piombo ma rifiutare in toto una tecnologia significa poi dover dipendere da altri quando questa tecnologia si afferma.

Si, certo, si stava molto meglio 100 anni fa. Carestie un anno si e uno no, ma erano tutti cibi genuini. :rolleyes:

Sono ormai quasi 40 anni che non ci sono piú carestie legate a problemi produttivi.

Infatti il grano duro non c'era e lo hanno creato in laboratorio.

Piú che un laboratorio credo fosse un campo aperto a Casaccia (sede dell'ENEA) in cui hanno usato le radiazioni per provocare mutazioni spontanee; il risultato è stato una varietà di grano che credo si usi tuttora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

Una delle argomentazioni più sentite da parte dei sostenitori degli OGM è che gli ibridi ci sono sempre stati, in natura e per opera dell'uomo.

Ma non credo che per ibridazione si possano ottenere pomodori quadrati.

Solo agendo sul DNA possiamo introdurre modificazioni così profonde, anche transgeniche.

Possiamo produrre mostri e forse anche trovarci - tragicamente - a generarli, una volta data alla stura alla follia fantascientifica di qualche "scienziato pazzo".

Natura non facit saltus.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

Personalmente credo che i problemi degli OGM siano piú legati alla dipendenza che si vuole indurre nei confronti di chi ti fornisce il prodotto che problemi sanitari veri e propri. Va bene andarci con i piedi di piombo ma rifiutare in toto una tecnologia significa poi dover dipendere da altri quando questa tecnologia si afferma.

Si, certo, si stava molto meglio 100 anni fa. Carestie un anno si e uno no, ma erano tutti cibi genuini. :rolleyes:

Sono ormai quasi 40 anni che non ci sono piú carestie legate a problemi produttivi.

Infatti il grano duro non c'era e lo hanno creato in laboratorio.

Piú che un laboratorio credo fosse un campo aperto a Casaccia (sede dell'ENEA) in cui hanno usato le radiazioni per provocare mutazioni spontanee; il risultato è stato una varietà di grano che credo si usi tuttora.

Si può parlare di progresso tecnologico quando si parla di passaggio dalla zappa in legno al trattore cingolato, si può parlare di progresso della tecnica quando si parla di coltura alternata ma quando si parla di mutazione forzata del naturale ordine delle cose credo che si parli di qualcos'altro......

Io la vedo come una bestemmia.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Nel naturale ordine delle cose della seconda metà dell'800 la vita media nel nord Italia era di 30 anni, la mortalità entro i primi 5 anni di vita era del 36% (4 bambini su 10 mica sono pochi!) Arrivava ai 20 anni solo il 60% dei nati, ma chi vi arrivava aveva già sepolto mediamente 1 genitore e 3 tra fratelli e sorelle.

Non sono un fan degli OGM (anzi) ma il rifiuto a priori lo trovo irrazionale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

ed io non sono un bacchettone oscurantista e reazionario, ma qui mi sembra che l'uomo, in nome del dio profitto, stia giocando con cose più grandi di lui, ed io a questo gioco non ci stò anche perchè non mi fido affatto della capacità di discernere da chi ha la capacità d'intervenire sulla natura senza, secondo me, preoccuparsi troppo delle possibili conseguenze

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DragoDormiente

ed io non sono un bacchettone oscurantista e reazionario, ma qui mi sembra che l'uomo, in nome del dio profitto, stia giocando con cose più grandi di lui, ed io a questo gioco non ci stò anche perchè non mi fido affatto della capacità di discernere da chi ha la capacità d'intervenire sulla natura senza, secondo me, preoccuparsi troppo delle possibili conseguenze

Dea Pecunia è perseguita e venerata già in altri mille modi, non vedo perché si debba subito partire con le dietrologie; inoltre l'uomo interferisce con la natura da sempre, anche a livello molecolare; a questo punto perché la procreazione assistita sì e la patata ogm no? Nessuno ha detto che dovremo rimpinzarci di queste patate! Se le usano per fare la plastica al posto del petrolio, io dico ben venga! Starà poi all'uomo regolamentare la creazione e l'uso di questa invenzione; la vera battaglia etica non è sul si o no agli ogm, ma sul come usarli. Ripeto che persino la Chiesa è stata possibilista su questa invenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

ed io non sono un bacchettone oscurantista e reazionario, ma qui mi sembra che l'uomo, in nome del dio profitto, stia giocando con cose più grandi di lui, ed io a questo gioco non ci stò anche perchè non mi fido affatto della capacità di discernere da chi ha la capacità d'intervenire sulla natura senza, secondo me, preoccuparsi troppo delle possibili conseguenze

Dea Pecunia è perseguita e venerata già in altri mille modi, non vedo perché si debba subito partire con le dietrologie; inoltre l'uomo interferisce con la natura da sempre, anche a livello molecolare; a questo punto perché la procreazione assistita sì e la patata ogm no? Nessuno ha detto che dovremo rimpinzarci di queste patate! Se le usano per fare la plastica al posto del petrolio, io dico ben venga! Starà poi all'uomo regolamentare la creazione e l'uso di questa invenzione; la vera battaglia etica non è sul si o no agli ogm, ma sul come usarli. Ripeto che persino la Chiesa è stata possibilista su questa invenzione.

In primo luogo perchè nella fecondazione assistita IN UTERO si aiuta lo sperma ad arrivare dove non riesce ad arrivare da solo e non si modifica geniticamente nulla, in secondo luogo perchè chi gioca col fuoco deve essere in grado di controllare un eventuale incendio, pensate a cosa accadrebbe se i geni modificati potessero trasmettersi e diffondersi con incroci spontanei con soggetti non modificati, la diffusione potrebbe avvenire con il vento, gli insetti, gli scarti di produzione o altro, io non lo so se sia tecnicamente possibile ma voi siete in grado di garantirmi che ciò non possa matematicamente avvenire? Se si allora alzo le mani e son d'accordo anche io, ben vengano le patate-vitello a scopi industriali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Ripeto che persino la Chiesa è stata possibilista su questa invenzione.

E loro di invenzioni se ne intendono parecchio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Un dato preoccupante ed allarmante è stato quando diversi contadini,specie negli USA,hanno denunciato la presenza di sementi OGM tra quelle naturali.Il fatto è evidentemente di natura dolosa.

A fronte di un fatto del genere la conclusione è che gli OGM,se rappresentassero solo ed esclusivamente una nuova risorsa senza nessun effetto tossico secondario,perchè "piazzarli" dolosamente tra sementi biologiche?

Ed allora ritorna il pensiero alla Monsanto,all'acquisizione della Seminis Inc,maggiore produttore mondiale di sementi biologiche.

La Monsanto è il maggiore produttore di OGM.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×