Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
DARECTASAPERE

Le Varianti "mancanti" nel Muntoni

Risposte migliori

DARECTASAPERE

Molte volte abbiamo letto nella descrizione di monete papali: Muntoni manca.

Bene, spero che questa discussione coinvolga tutti quelli che, durante la propria ricerca Numismatica, sono riusciti con grande sorpresa e soddisfazione a reperire esemplari "non citati nel Muntoni" (magari all'insaputa del venditore!!).

Inizio con 2 esempi relativi al Mio "settore":

Sede Vacante 1740, Zecchino, Roma.

Gli esemplari di cui allego foto sono stati entrambi giustamente catalogati come Munt. 2 in quanto la descrizione del Dritto è: SEDE VACAN a differenza del Munt. 3 ( SEDE VAC ANTE) e del Munt. 4 ( SEDE . VA : CAN).

Esiste inoltre una variante del Munt. 2 per quanto concerne lo stemma ( OVALE SAGOMATO o OBLUNGO STRETTO).

Questo esemplare è completamente privo di punteggiatura

zecchinom2a.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Mentre questo è NVTANTIA . COR DA . TV . DIRIGAS

1740zecchinom2b.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Sede Vacante 1559, Testone, Ancona

(moneta di rara apparizione)

1559testoneancb.jpg

Uploaded with ImageShack.us

A differenza del Muntoni 6 questo presenta la A prima della testa del Santo: S. PETRVSA POSTOLVS

1559testoneanca.jpg

Uploaded with ImageShack.us

In attesa di analoghi interventi,

DARECTASAPERE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

Come si è già avuto modo di discutere in altre occasioni, purtroppo non sempre si riesce a catalogare

nella maniera più appropriata le monete. Io parlo per la mia esperienza con particolare riguardo alla zecca di Ancona ed ho notato che a volte sia il CNI che il Muntoni (più spesso il Muntoni), anche se poi l'uno con l'altro si compendiano, non danno una catalogazione precisa di tutte le monete. Per cui i cataloghi citati (ed ancor più il Berman) vanno presi un po' con le pinze ed utilizzati come riferimento delle singole emissioni, ma sicuramente non come oro colato.

Nel caso del testone di Ancona da te proposto (tra l'altro abbastanza raro), il Muntoni non lo cataloga espressamente, mentre il CNI lo cataloga (a mio avviso) come CNI 1, come puoi vedere dal Catalogo

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-SVGASA/1

A me è capitato a volte di non trovare, per talune monete, riferimenti su nessun catalogo. D'altra parte, per alcune monetazioni abbiamo visto che esistono talmente tante varianti (vedi la monetazione di Gregorio XIII, ma non solo) che talvolta è difficilissimo se non impossibile trovare riscontri sui cataloghi da me sopra citati (compreso naturalmente il Serafini).

PS: Se vuoi inserire le foto della moneta di Ancona nel ns. catalogo (visto che manca), mi faresti cosa gradita.

Modificato da miroita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DARECTASAPERE

Non conosco la procedura per inserire l'immagine, comunque se puoi inserirla tu utilizzando queste fai pure.

A proposito, ho notato che il titolo è Sede Vacante 1549-50 anzichè 1559..............

DARECTASAPERE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

La risposta è nella nota al catalogo

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-SVGASA/1

"

Il Muntoni, e parzialmente il Serafini, segnalano che buona parte delle monete attribuite a questa Sede Vacante, con esclusione di un "giulio", sarebbero da attribuire a Pontefici e Sedi Vacanti successive, sulla base dei rovesci di talune monete e sulle armette in esse apposte.

"

A conferma di quanto asserivo nel mio precedente intervento, per cui ogni catalogo va preso con le pinze.

PS: inserisco io le foto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Molte volte abbiamo letto nella descrizione di monete papali: Muntoni manca.

Bene, spero che questa discussione coinvolga tutti quelli che, durante la propria ricerca Numismatica, sono riusciti con grande sorpresa e soddisfazione a reperire esemplari "non citati nel Muntoni" (magari all'insaputa del venditore!!).

Probabilmente quasi 40 anni di vita per la splendida opera di Francesco Muntoni cominciano a farsi sentire, e magari una riedizione aggiornata non sarebbe una cattiva idea...

Ad oggi in collezione di "NOT IN MUNTONI" ne ho contati 46, la maggior parte dei quali sono accoppiamenti di diritto e rovescio di monete presenti nell'opera, in altri casi sono monete che poi ho ritrovato regolarmente censite nel CNI o nel Serafini che il Muntoni ha tralasciato di citare, chissà per quale motivo.

Tra queste ad esempio, per i soli sampietrini della zecca di Roma, per i tre anni di coniazione (1795-1797), il Muntoni elenca 8 tipologie, tralasciando del tutto le varianti di punteggiatura ed anche accoppiamenti di conio "ibridi" tra diverse tipologie, che invece sono presenti sul Serafini o sul CNI, contandole tutte arriviamo a 21.

Poi i "NOT IN MUNTONI" comprendono anche gli INEDITI, che ancora oggi non sono pochi tra le monete papali, contando anche questi le tipologie di sampietrini di Roma diventano così 23...:rolleyes:

Proprio ricordando due "NOT IN MUNTONI" rivelatisi poi due inediti, che avevo già presentato qui sul forum, vorrei aggiungere il mio contributo a questa interessante discussione:

- GIULIO Giulio II Roma:

La legenda del diritto che parte da sinistra, unico esempio per le coniazioni dei giuli per questo pontefice

post-35-1280052678,57_thumb.jpeg

DIRITTO: Stemma Della Rovere, a cuore in quadrilobo ed attorno, da sinistra ° ° IVLIVS ° II ° - ° PONT ° MAX ° °

ROVESCIO: Figure di S.Pietro e S.Paolo con in basso nel campo la rosetta simbolo dello zecchiere Pier Paolo della Zecca, ed attorno da sinistra + S + PAVLVS + - + S + - + PETRVS + , in basso + ROMA +

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

- QUATTRINO Paolo V Ferrara:

Inedito per la legenda del diritto che abbraccia solo la metà superiore del tondello e la presenza della data, 1612, senza l'indicazione dell'anno di pontificato. Inedita anche la legenda del rovescio.

post-35-1280053260,93_thumb.jpg

DIRITTO: Busto del pontefice a sinistra, con camauro, legenda su semicerchio a partire dall'asse orizzontale del tondello, da sinistra: ° / PAV ° V ° PONT ° MAX / ° , sotto il busto la data 161Z (1612).

ROVESCIO: S. Giorgio a cavallo verso destra, trafigge il drago, lancia impugnata col braccio destro disteso verso il basso.

Epigrafe dall'alto al centro, in senso orario: S ° GEOR ° PROTECTOR ° FERRARIÆ °

Ciao, RCAMIL.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Voglio contribuire con una variante non indicata nel Muntoni, però catalogata al CNI al nr 51 per Clemente VII:

fiorino di camera

D/ .CLEMEN.VII - .PONT.MAX. ( stemma)

R/ +SANC.PETRVS.(zecc).ALMA.ROMA ( S.Pietro in navicella)

Questa moneta ha il D/ come il Muntoni 13 v I ed il R/ come il 13, va però notato che il Muntoni 13 è un Doppio Fiorino, mentre questa variante è un Fiorino

post-7073-1280055819,59_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Per Giulio II,

sono presenti varianti anche nei ducati, che il Muntoni ha tralasciato di elencare, per esempio relativamente all’ aureo elencato al numero 84, che il Muntoni così descrive:

D/ IVLIVS°II - °PONL°MAX stemma decagono in quadrilobo

R/ BONONI - A -D - OCET figura di San Pietro; a sinistra stemma Alidosi e a destra stemma citta di Bologna.

I tre ducati che posseggo sono una variante dell’84, premesso che il D/ è uguale, per il R/:

I - BONONI - A - ° - DOCET °

II - BONON - I - A - °DOCET

III – BONO - NI - A°- DOCET

Saluti

TIBERIVS

post-7073-1280072874,52_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

Bella discussione! Aggiungo anche io due testoni, già precedentemente presentati, che rappresentano entrambi delle varianti relative a punteggiatura e disposizione delle legende non riportate nel Muntoni. Si può dire che le varianti (perchè di questo si tratta, non di tipologie, almeno nella stragrande maggioranza delle volte) mancanti nel Muntoni sono proporzionali alla produzione monetaria di una certa zecca o di un determinato pontefice e si raccolgono, nella grande maggioranza dei casi, durante il lungo periodo di coniazione a martello, dove, proprio in virtù o a causa della tecnica di coniazione la creazione di varianti era molto facile.

Ciao

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Rispolvero questa discussione sui "MUNTONI MANCA" per aggiungervi l'ultimo entrato in collezione, 60 baiocchi A.XXI-1795 di papa Pio VI per Roma:

post-35-1283621183,47_thumb.jpg

Si tratta della tipologia che il Serafini classifica al n°275, indicata come variante per i cordoni ai lati dello stemma. Il Muntoni la tralascia così come il CNI.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Qui di seguito il confronto con i cordoni "standard" (Muntoni 59):

post-35-1283621767,31_thumb.jpg

Si notano anche altre differenze nella forma dello stemma, della pianta di giglio, e per il fatto che le chiavi sono completamente visibili nel caso della tipologia Ser.275.

Personalmente è il primo esemplare che mi sia capitato di vedere...:rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma

Ciao Roberto, bellissimo esemplare il tuo, sicuramente superiore alla media per questa tipologia.

Molto interessante la variante, ben chiarita dal confronto fotografico.

"Personalmente è il primo esemplare che mi sia capitato di vedere..."

Queste, a mio modo di vedere sono le cose che impreziosiscono davvero una collezione.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DARECTASAPERE

Buonasra a tutti,

credo che quando ci capita l'occasione, aggiungere un contributo a questa discussione è sicuramente utile per tenerCi aggiornati su qualcosa che è sfuggito al principale Testo di riferimento.

Chissà, magari in un futuro qualcuno si cimenterà nel tentativo di revisionare/aggiornare il Muntoni e trarne quindi un valido strumento...............

Ma veniamo a questo particolare inedito:

SEDE VACANTE 1655, ZECCA di FERRARA, GIULIO

il muntoni nè classifica 2 tipi:

1655giuliofe1b.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Muntoni 13, si distingue per: Senza crocetta sulla cimasa, FERRARIAE

1655giuliofe3b.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Muntoni 14, si distingue per: crocetta sulla cimasa, FERRARIA

1655giuliofe2b.jpg

Uploaded with ImageShack.us

E' un ibrido dei precedenti in quanto come il M.14 presenta la crocetta sulla cimasa ma la scritta è FERRARIAE in monogramma come il M.13 !!!!!

Non ho posto i rispettivi Dritti perchè sono tutti e 3 identici.

N.B. se poi volessimo entrare anche in merito alle varianti di punteggiatura da notare che:

il 1° tipo è: STELLA 1655 STELLA

il 2° tipo è: PUNTO 1655 PUNTO

il 3° tipo è: STELLA 1655 PUNTO

Un saluto e buon fine settimana

DARECTASAPERE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Un interessante 3° conio di diritto per questa emissione, complimenti a te che le hai tutte ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DARECTASAPERE

Sempre nell'intento di arricchire questa particolare discussione, Vi allego un Dritto dello Zecchino di Sede Vacante 1740 Roma classificato al Muntoni 3 decisamente inedito al testo di riferimento.

Premesso che il Muntoni ha distinto 3 varianti per questa tipologia di Zecchino sostanzialmente tutte per la legenda al Rovescio :

M2 = SEDE VACAN

M3 = SEDE VAC ANTE

M4 = SEDE VA: CAN TE

Per evidenziare la variante allego anche l'immagine dello "standard":

1740zecchino3a.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Non solo la R di COR DA è a destra della colomba, manca anche la S di DIRIGAS che probabilmente "slitta" dallo spazio anticipato dalla R.

Buon Fine saettimana a Tutti

Daniele

1740zecchino2a.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miroita

Aggiungo anch'io un "Muntoni manca" per la zecca di Ancona, ma addirittura questa manca anche nel CNI.

Infatti è il primo testone della specie che in legenda porta la scritta "ANCON" anzichè la solita ANCONA.

post-11314-052458900 1290865220_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×