Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
COSI70

GRADO DI RARITA'

Risposte migliori

COSI70

HO UNA QUESTIONE DA PORRE, PREMESSA:

QUALI SONO I PRINCIPI PER STABILIRE LA RARITA DI UNA MONETA ?

PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DI UN NOTO CATALOGO DI MONETE, HO COMUNICATO ALLEDITORE E ALLA CURATRICE DELLO STESSO CATALOGO (PERITO E MADRE DELLEDITORE) DI AGGIORNARE LO STESSO IN QUANTO HO UN ESEMPLARE PERIZIATO DA 1 LIRA 1940 ANNO XVIII ANTIMAGNETICO CON CONTORNO LISCIO, COMUNICANDO DIAMETRO E PESO.

ESSENDO IL MIO (…UNICO ESEMPLARE…!!!...PENSO…!!!...), MIO MALGRADO (COMPRANDO COME OGNI ANNO IL MEDESIMO CATALOGO) HO NOTATO CHE LA MIA MONETA E STATA INSERITA CON UN GRADO DI RARITA R SENZA QUOTAZIONE. PER QUANTO RIGUARDA LA QUOTAZIONE VA BENE, PERCHE QUESTA MONETA NON E STATA MAI INSERITA IN ASTA PERCUI NON SI CONOSCE LESITO DELLA STESSA, MA IL GRADO DI RARITA COME SI DEFINISCE ?

SINCERAMENTE PENSO CHE QUESTO GRADO, PER QUESTO TIPO DI MONETA SIA STATO TROPPO SOTTOVALUTATO DALLEDITORE, COSA NE PENSATE ?

Modificato da COSI70

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

HO UNA QUESTIONE DA PORRE, PREMESSA:

QUALI SONO I PRINCIPI PER STABILIRE LA RARITA’ DI UNA MONETA ?

PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DI UN NOTO CATALOGO DI MONETE, HO COMUNICATO ALL’EDITORE E ALLA CURATRICE DELLO STESSO CATALOGO (PERITO E MADRE DELL’EDITORE) DI AGGIORNARE LO STESSO IN QUANTO HO UN ESEMPLARE PERIZIATO DA 1 LIRA 1940 ANNO XVIII ANTIMAGNETICO CON CONTORNO LISCIO, COMUNICANDO DIAMETRO E PESO.

ESSENDO IL MIO (…UNICO ESEMPLARE…!!!...PENSO…!!!...), MIO MALGRADO (COMPRANDO COME OGNI ANNO IL MEDESIMO CATALOGO) HO NOTATO CHE LA MIA MONETA E’ STATA INSERITA CON UN GRADO DI RARITA’ “ R “ SENZA QUOTAZIONE. PER QUANTO RIGUARDA LA QUOTAZIONE VA BENE, PERCHE’ QUESTA MONETA NON E’ STATA MAI INSERITA IN ASTA PERCUI NON SI CONOSCE L’ESITO DELLA STESSA, MA IL GRADO DI RARITA’ COME SI DEFINISCE ?

SINCERAMENTE PENSO CHE QUESTO GRADO, PER QUESTO TIPO DI MONETA SIA STATO TROPPO SOTTOVALUTATO DALL’EDITORE, COSA NE PENSATE ?

Non credo che si sia voluto sottovalutare la moneta.Semplicemente non se l'è sentita di affrontare o sbilanciarsi,che è più corretto,sul pezzo unico.La tua moneta,se avesse 4 o 5 simili note,sarebbe sicuramente meglio.Strano a dirsi ma il pezzo unico finisce per essere svantaggiato da questa sua caratteristica.

La notorietà devi fargliela acquisire tu facendola visionare a più di uno studioso numismatico.

Il fatto che su un forum tanto attivo come questo,nessuno abbia risposto,sta a rappresentare lo stesso imbarazzo dell'editore.Io non sono uno studioso,non ho di questi timori reverenziali.Sarebbe molto interessante se ne pubblicassi una foto.E' già un modo per farla conoscere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

HO UNA QUESTIONE DA PORRE, PREMESSA:

QUALI SONO I PRINCIPI PER STABILIRE LA RARITA' DI UNA MONETA ?

PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DI UN NOTO CATALOGO DI MONETE, HO COMUNICATO ALL'EDITORE E ALLA CURATRICE DELLO STESSO CATALOGO (PERITO E MADRE DELL'EDITORE) DI AGGIORNARE LO STESSO IN QUANTO HO UN ESEMPLARE PERIZIATO DA 1 LIRA 1940 ANNO XVIII ANTIMAGNETICO CON CONTORNO LISCIO, COMUNICANDO DIAMETRO E PESO.

ESSENDO IL MIO (…UNICO ESEMPLARE…!!!...PENSO…!!!...), MIO MALGRADO (COMPRANDO COME OGNI ANNO IL MEDESIMO CATALOGO) HO NOTATO CHE LA MIA MONETA E' STATA INSERITA CON UN GRADO DI RARITA' " R " SENZA QUOTAZIONE. PER QUANTO RIGUARDA LA QUOTAZIONE VA BENE, PERCHE' QUESTA MONETA NON E' STATA MAI INSERITA IN ASTA PERCUI NON SI CONOSCE L'ESITO DELLA STESSA, MA IL GRADO DI RARITA' COME SI DEFINISCE ?

SINCERAMENTE PENSO CHE QUESTO GRADO, PER QUESTO TIPO DI MONETA SIA STATO TROPPO SOTTOVALUTATO DALL'EDITORE, COSA NE PENSATE ?

E' possibile sapere il diametro preciso misurato con il calibro della moneta e il suo peso

Ed eventualmente chi ha chiuso la moneta

Grazie

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

COSI70

LA MONETA PRIMA DI ESSERE CHIUSA, LO FATTA VISIONARE AL PERITO DI INASTA ...SINCERAMENTE NON RICORDO IL NOME, COMUNQUE AI CONVEGNI E' SEMPRE INSIEME AL SIG. BAZZONI E MI AVEVA ASSICURATO CHE LA MONETA E' AUTENTICA.

LA STESSA, LO FATTA CHIUDERE DAL SIG. GIOVANNI GAUDENZI PERITO DEL TRIBUNALE DI FORLI' CHE MI HA INSERITO UN GRADO DI RARITA' " RR " CON CONSERVAZIONE SPL.

VI FORNISCO I DATI RIGURDANTI LA MONETA :

- DIAMETRO 27,85 MISURATO CON MICROMETRO IN DIVERSI PUNTI DEL CONTORNO SIA

DA ME CHE DAL PERITO;

- PESO GR. 8,0 CON BILANCIA DIGITALE IN MIO POSSESSO E BILANCIA DEL SIG.

GAUDENZI ;

- BORDO PERFETTAMENTE LISCIO, NON CI SONO MINIME TRACCE DI RIGATURA ;

- PERFETTAMENTE ANTIMAGNETICA CON CALAMITA DEL SIG. GAUDENZI ;

LA MONETA E' STATA CONIATA SENZA VIROLA ED E' PER QUESTO MOTIVO CHE HA IL CONTORNO LISCIO.

IL SIG. GAUDENZI PUBBLICHERA' LA FOTO DELLA MONETA NELLA PROSSIMA

USCITA DEL SUO NUOVO VOLUME DI PROVE VARIANTI ED ERRORI DAL 1900 IN POI

INSIEME AL SIG. ATTARDI.

COSIMO

Modificato da COSI70

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Per il momento e' riportata solo dal catalogo Gigante insieme a quella nota del 1939 anno XVIII che presenta un diametro di 28 mm. e quest' ultima e' catalogata come R2

Sinceramente e' troppo presto , secondo me ,per assegnare un grado di rarita' affidabile bisogna attendere qualche anno

Sapendo di questa variante i collezionisti inizieranno a controllare il T/ delle loro monete e potrebbero saltar fuori numerosi esemplari anche per altri millesimi

Per esempio alla lira 1940 anno XVIIII inizialmente alcuni cataloghi avevano assegnato un R3 , successivamente e' risultata meno rara tanto che lo stesso Gigante segnala la curiosita' in nota senza piu' esprimere un grado di rarita'

p.s. il Catalogo Attardi e' gia' uscito prima dell' estate e classifica la lira 1939 anno XVIII come R2 e quella 1939 anno XVII come R3(anche questo 28 mm. di diametro) non e' presente un 1940

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

COSI70

SALVE PIER,

LA MIA MONETA E' RIPORTATA SUL CATALOGO GIGANTE EDIZIONE 2011.

RIPORTA I DATI CHE TI HO FORNITO.

IL GIGANTE LA RIPORTA CON RARITA' " R " .

SULLA PERIZIA HA INSERITO UN " RR " IL PERITO.

DOMANI CERCHERO' DI FARE LA FOTO, COME DEVO FARE PER PUBBLICARLA.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Piccola nota tecnica, scrivere tutto in maiuscolo è considerato fastidioso per che legge.

Per quanto riguarda la moneta ritengo che la segnalazione di un esemplare con le tue caratteristiche debba prima "sedimentarsi" per poter parlare in maniera precisa di rarità. Il contorno è un dettaglio tutto sommato meno osservato e quindi non è per niente escludibile che una volta fatta la segnalazione possano saltar fuori altri esemplari, Nei panni del Gigante non avrei indicato per il momento nessuna rarità mettendomi in attesa di eventuali altre apparizioni di tale variante. R ha poco senso se ci si basa su di una singola segnalazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

godovski

Entra l'ignorante con una sua domanda "scemina": che cosa è il Gigante?

È una cosa "indispenzabile"?

Come è reperibile?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

COSI70

mi scuso per aver scritto in maiuscolo, ma e' la prima volta che scrivo in questo sito.

non sono d'accordo con lei che il contorno sia il dettaglio meno osservato, perche' una moneta con contorno liscio ha un bordo totalmente diverso dalle altre, non so se le e' capitato di visionare una delle monete riportate dai vari cataloghi con questo contorno, ma e' difficile non notarla.

ho cercato di fare una foto, spero che sia venuta bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Non posseggo il Gigante 2011 e il 2010 non le riporta. Immagino che il diametro sia maggiore e di conseguenza il bordo piú largo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Entra l'ignorante con una sua domanda "scemina": che cosa è il Gigante?

Per "Gigante" s'intende usualmente il catalogo "MONETE ITALIANE - DAL '700 ALL’EURO" curato da Fabio Gigante e uno dei piú diffusi cataloghi prezzari della monetazione italiana pubblicato con cadenza annuale. Facilmente reperibile direttamente dal sito dell'autore/editore, nei negozi numismatici ma ancora meglio nei mercatini ad un prezzo normalmente scontato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

COSI70

scusa godovski sono in panne, fortuna che ho letto la risposta di incuso.

ribadisco le mie scuse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Credo che godovski stesse facendo dell'autoironia e non riferendosi a te.

I file da inserire non devono superare i 60 kByte, per file piú grossi puoi caricarli su

http://tinypic.com/

e poi postare qui il link che ti viene restituito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Entra l'ignorante con una sua domanda "scemina": che cosa è il Gigante?

È una cosa "indispenzabile"?

Come è reperibile?

Grazie

E' un catalogo di monete italiane dal '700 ad oggi.Molti lo usano ma solo come riferimento.E' molto utilizzato ma non è l'unico.Non è indispenzabile ma è una guida molto utile e pratica,come tutti i cataloghi .Un promemoria per le monete più rare e molto utile quando si va a fiere,convegni,mercatini :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

Ora l'hai pure pubblicata e non ti resta che farla "maturare" dandogli una mano,se vuoi,portandola a conoscenza di più di un esperto.

Previsione più onirica che ragionata ma dubito che ne saltino fuori un bel numero come nel caso della lira del '40.Il bordo è un particolare molto più evidente,persino ad un neofita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ

Anche se le monete della serie Impero non sono il mio ramo preferito del Regno, è comunque una segnalazione interessante! :)

Quanto vorrei essere il primo a "scoprire" una cosa simile! :) Ancora meglio se anche l'unico ad averla! :D

Concordo comunque con gli altri amici: Gigante non si è sentito di attribuire diciture di maggior rarità; bisogna attendere gli sviluppi e vedere se sul mercato appariranno monete simili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

è normale che il perito usi un' altra tipo di biro colore rosso per scrivere liscio rr ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

COSI70

il sig. Gaudenzi di Cattolica con la biro rossa in presenza di monete rare, evidenzia la rarita' , il particolare ( tipo la barretta del 100 1972 ...nel mio caso liscio ) e il riferimento di catalogo.

non e' il solo ad evidenziare con la biro rossa perche anche il sig. Testa di Pulsano (TA) e la numismatica Rollero su alcune monete fanno lo stesso.

non vorrei prolungarmi nella lista ma sono in molti a farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

godovski

Forse vi porto fuori tema e quindi RIMANDATEMI dalla... "parte giusta", ma visto che il tema è la rarità e non si scrive più fin dal 6 ottobre penso sia concluso su quella moneta...

Un esperto qui su Lamoneta.it mi ha dato questa risposta su due monete romane:

"Proprio comuni no, R2 e R1 , anche se le rarità del RIC sono un pò sballate. Insomma, non hai trovato le più comuni di tutte".

Che cosa significa "CONCRETAMENTE" avere una moneta romana R2?

Visto che non diventerò mai un vero collezionista... che valore ha una moneta romana così?

Grazie.

godovski

P.S. per chi volesse vedere le pagine è su "identificazioni monete" pagina 3, "2 monete romane".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Seawolf

Ciao COSI70,

comprendo in pieno le tue frustrazioni, anche me e' capitata una cosa simile, scoprire una moneta inedita, riuscire a farla pubblicare sul noto catalogo e poi vedersela classificata con un NC e valutazioni che vanno dai 15 ai 200 euro....

Il problema e' che (parlo per me, ma credo anche per te visto come sono andate le cose...), sono un pesce piccolo e navigo in acque basse... poniamoci una domanda, se la tua moneta l'avesse scoperta qualche grande numismatico italiano, pensi che il grado di rarita' sarebbe stato comunque R ??? Io credo che come minimo sarebbe partita da un R3 per poi passare a R4 dopo qualche anno o forse chissa' addirittura R5 se non ne fossero uscite altre. Esprimo una mia idea personale e so gia' che molti la contesteranno , ma questo e' un comportamento da mafiosi, io come appassionato numismatico sono incuriosito dalle scoperte di inediti, non capisco perche' si debbano declassare delle monete cosi' interessanti e rare, sembra quasi che la tua scoperta abbia disturbato qualcuno.

In fondo hai la perizia di un noto professionista,e' stata mostrata ad altri esperti che hanno espresso giudizi positivi, e' stata pubblicata su un noto catalogo,la variante esiste per altri anni..... io non ho dubbi sull'autenticita' e sull'estrema rarita' della moneta,visto inoltre che un difetto cosi' e' abbastanza evidente che difficilmente passa inosservato.

Detto tutto cio' , ne traggo che (mio personale parere...), la tua moneta e' stata ampiamente sottostimata, cosi' come la mia, e ti dico che se in futuro avro' ancora una volta la fortuna di scoprire un inedito, non mi sbattero' piu' per farlo inserire nel noto catalogo!

Complimenti per la bella scoperta !!!

Seawolf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×