Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Neo-collezionista

Mi e' venuto un dubbio...........

Risposte migliori

Neo-collezionista

Salve signori,

oggi pensando e leggendo il forum mi e' sorto un dubbio:

ho notato che molti collezionisti hanno abbandonato la collezione di euro dandosi all'oro,all'argento,o ai fondo specchio,oppure ancora a monete di altra categoria.

Vedendo questo,ho visto discussioni tipo il 2 euro grace kelly c'e' chi dice che tra una decina d'anni il 2 euro si imbruttisce,perde lucentezza eccetera.

Considerando le monete che ho io in collezione,ho notato che la maggiorparte dei fdc che ho ora non sono piu fdc:

i centesimi in rame hanno perso tutta la lucentezza,il resto delle monete presenta piccoli puntini,insomma sto fatto mi sta iniziando a puzzare.

Anche divisionali del Vaticano:solo quelle di San Marino sembrano quelle conservate meglio,eppure le ho tutte in un baule protettivo al buio,con le rispettive precauzioni.

Ora la mia domanda e' questa:

non e' che alcuni hanno capito che la miglior cosa da fare e' cambiare genere inquanto(non so per quale motivo specifico) a lungo andare queste monete,anche se coniate nel terzo millennio,andranno ai pesci?

Puo' sembrare una domanda assurda,pero' vedendo che parecchie persone stanno cambiando genere,altri si lamentano per monete che si imbruttiscono ,altri puntano sull'argento,e vedendo le monete in mio possesso che stanno diventando "strane" ,cosa ne pensate?

Ho detto una cavolata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Probabilmente hai letto anche la mia frase.

Semplicemente ho deciso di smettere di comprare serie tutte uguali con il solo cambio annuale...preferendo monete molto molto ma molto più belle quali gli argenti e che di sicuro a conti fatti sono anche meglio conservabili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BlackEuros

E' un problema legato alle monete Fior di Conio,le Fondo specchio,in generale(argenti,ori e valori tradizionali),non hanno problemi di solito.

Le monete Vaticane FDC,nel tuo caso,sono peggio delle altre perchè sono scoperte,non incapsulate.

In ogni caso,anche se certe monete fanno la patina sempre FDC sono e dunque il valore rimane uguale,diminuisce o aumenta nel tempo.E dipende anche dal conio,senza alcun dubbio...

Modificato da BlackEuros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

In ogni caso,anche se certe monete fanno la patina sempre FDC sono e dunque il valore rimane uguale,diminuisce o aumenta nel tempo.E dipende anche dal conio,senza alcun dubbio...

Difatti l'equivoco che attanaglia parecchi Euro collezionisti è proprio questo: molti sin dal 2002 vedendo le belle monetine lucenti appena coniate, si erano convinti che questo dato di fatto rimanesse tale all'infinito. Così non è, non lo è praticamente per alcun tipo di moneta, ancor meno per gli Euro coniati in leghe di basso pregio. Le monete col tempo si scuriranno e perderanno brillantezza, ma rimarranno FDC. Gli esemplari che col tempo saranno meglio conservati acquisiranno un plusvalore di eccezionalità come è per tutte le monete. In più un giorno si andranno anche a valutare i vari segnetti tipici di qualsiasi Euro moneta, ai quali adesso non diamo molta importanza; è abbastanza comico pensare che molti Euro collezionisti (me compreso, sia ben chiaro) si preoccupano più per una macchiolina su una moneta altrimenti perfetta che non per le miriadi di segnetti che contraddistinguono la maggior parte delle monete ancora belle lustre appena fuoriuscite dal loro rotolino. Un giorno sui cataloghi inizieranno a scrivere che un 2 Euro in qFDC vale 2,10 Euro mentre in FDC ne vale 50, ed allora vedrai che tutti magicamente daranno peso anche al minimo segnetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaMCMLXXVIII

che dirti ...

il discorso è molto complesso da trattare pero' ti pongo un esempio, un confornto , da cui si evincono molte

cose secondo me . Cioè le leghe utilizzate per le monete in euro e per le nostre beneamate lire.

monete in euro:

1-25 cent acciaio inossidabile ricoperto di rame;

10-20-50 cent, lega del 89% di rame, 5% di alluminio, 5% di zinco e l'1% di stagno (nordic gold)

1euro , lega di rame-nichel (interno )+ lega di nichel-ottone (anello esterno)

2euro , lega di rame-nichel (anello esterno )+ lega di nichel-ottone (interno)

leghe lire:

lega "Italma" lega di alluminio-magnesio-manganese

lega"Acmonital" acciaio inox (Aisi430)

lega "Bronzital" lega di bronzo composta da rame92%-alluminio6%-nichel2%

"Argento 0,835" utilizzato per le 500-1000 lire in argento

Perchè coniare molta moneta e con materiali duraturi (più costosi) quando viviamo in

un epoca in cui la moneta è utilizzata in pratica spesso solo per dare il resto ..

Lentamente le monete da 1-2 centesimi spariranno (non vengono già più coniate in finlandia ed olanda).

A me tutto sommato gli euro piacciono, e li colleziono in versione fdc e proof (divisionali).

Ho anche una collezione di euro circolati e devo dire che rispetto alla mia colezione di monete circolate vecchie (lire italia- lire san marino e lire vaticano) ,

non c'è paragone, ovviamente meglio le lire.

Sulle monete in euro fior di conio e proof... se correttamente conservate (non ad esempio con la semplice plastichetta della divisionale vaticana

per intenderci.....) comuqnue possono sicuramente durare a lungo mantenendosi delle gradevoli monete.

Importanza fondamentale per gli euro secondo me è il metodo di conservazione.

Salve signori,

oggi pensando e leggendo il forum mi e' sorto un dubbio:

ho notato che molti collezionisti hanno abbandonato la collezione di euro dandosi all'oro,all'argento,o ai fondo specchio,oppure ancora a monete di altra categoria.

Vedendo questo,ho visto discussioni tipo il 2 euro grace kelly c'e' chi dice che tra una decina d'anni il 2 euro si imbruttisce,perde lucentezza eccetera.

Considerando le monete che ho io in collezione,ho notato che la maggiorparte dei fdc che ho ora non sono piu fdc:

i centesimi in rame hanno perso tutta la lucentezza,il resto delle monete presenta piccoli puntini,insomma sto fatto mi sta iniziando a puzzare.

Anche divisionali del Vaticano:solo quelle di San Marino sembrano quelle conservate meglio,eppure le ho tutte in un baule protettivo al buio,con le rispettive precauzioni.

Ora la mia domanda e' questa:

non e' che alcuni hanno capito che la miglior cosa da fare e' cambiare genere inquanto(non so per quale motivo specifico) a lungo andare queste monete,anche se coniate nel terzo millennio,andranno ai pesci?

Puo' sembrare una domanda assurda,pero' vedendo che parecchie persone stanno cambiando genere,altri si lamentano per monete che si imbruttiscono ,altri puntano sull'argento,e vedendo le monete in mio possesso che stanno diventando "strane" ,cosa ne pensate?

Ho detto una cavolata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Euripe

Salve signori,

oggi pensando e leggendo il forum mi e' sorto un dubbio:

ho notato che molti collezionisti hanno abbandonato la collezione di euro dandosi all'oro,all'argento,o ai fondo specchio,oppure ancora a monete di altra categoria.

Vedendo questo,ho visto discussioni tipo il 2 euro grace kelly c'e' chi dice che tra una decina d'anni il 2 euro si imbruttisce,perde lucentezza eccetera.

Considerando le monete che ho io in collezione,ho notato che la maggiorparte dei fdc che ho ora non sono piu fdc:

i centesimi in rame hanno perso tutta la lucentezza,il resto delle monete presenta piccoli puntini,insomma sto fatto mi sta iniziando a puzzare.

Anche divisionali del Vaticano:solo quelle di San Marino sembrano quelle conservate meglio,eppure le ho tutte in un baule protettivo al buio,con le rispettive precauzioni.

Ora la mia domanda e' questa:

non e' che alcuni hanno capito che la miglior cosa da fare e' cambiare genere inquanto(non so per quale motivo specifico) a lungo andare queste monete,anche se coniate nel terzo millennio,andranno ai pesci?

Puo' sembrare una domanda assurda,pero' vedendo che parecchie persone stanno cambiando genere,altri si lamentano per monete che si imbruttiscono ,altri puntano sull'argento,e vedendo le monete in mio possesso che stanno diventando "strane" ,cosa ne pensate?

Ho detto una cavolata?

Chi ha detto che una moneta per essere FDC deve essere LUCIDA...?

Chi ha detto che l'argento non si Ossida..?( Anzi in questo caso la patina rende a volte, la moneta ancora più gradevole.)

Le monete con i segnetti.. he..he..he adesso avete capito perchè alcuni utenti ( me compreso) pretendono la perfezione dalle monete emesse in Divisionale ( visto anche il costo) quante volte abbiamo discusso dell'osservazione attraverso una lente almeno 5x

Questo è uno dei motivi per cui ho deciso di non aderire più al conto deposito di San marino dopo varie RISPEDIZIONI ( oltretutto a carico mio)

Condordo nella maniera più assoluta che le monete ( non solo euro) per mantenere il loro valore nel tempo non devono essere Lucide, potranno anche cambiare colore, non importa, l'unica cosa che non devono avere per non essere declassate da FDC a qFDC, (se non adirittura SPL) sono tutti quei fastidiosissimi colpetti dovuti alla caduta, ed allo sfregamento.

Modificato da Euripe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Lentamente le monete da 1-2 centesimi spariranno (non vengono già più coniate in finlandia ed olanda).

Le coniano, le coniano, e continueranno a coniarle anche negli anni a venire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

secondo me invece tanti cambiano e smettono con gli euro perchè l euro è una collezione bella ma che serve per iniziare , come le lire di una volta.

ad un certo punto vi trovate di fronte al bivio se continuare con le emissioni solo per collezionisti come argenti , proof , serie speciali , ministati etc etc

sulle quali c è una speculazione bestiale , con costi ridicoli e numismaticamente poco interessanti

e tanti decidono di andare ad esplorare altri lidi che costano meno e che sono più interessanti.

tutto li.

ben venga il collezionismo dell euro per iniziare , ma poi la passione dovrebbe evolversi verso altri temi , tralasciando le speculazioni e le monete emesse solo per collezionisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaMCMLXXVIII

credo che tutto sommaro finlandia e olanda siano considerabili (per ora) dei casi particolari,

poichè sono due stati con alto costo della vita, ed i centesimi di euro

sono molto poco utilizzati.....

i prezzi li arrotondano al 0,05 euro e risolvono il problema di avere in circolazione pochi centesimi :)

Lentamente le monete da 1-2 centesimi spariranno (non vengono già più coniate in finlandia ed olanda).

Le coniano, le coniano, e continueranno a coniarle anche negli anni a venire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

osservatore

ciao molti mesi fa avevo presentato questo problema finalmente un altro che la pensa come me :)vedremo chi a ragione nel tempo gia adesso ci sono delle rinunce e molti scambi :unsure: come si puo pensare che costa di piu .. fare l,euro in un solo metallo forse costa di meno non di piu ei me compreso non e che ritorniamo alle lire in acciao che non si rovinano mai mai :D

Modificato da osservatore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BlackEuros

secondo me invece tanti cambiano e smettono con gli euro perchè l euro è una collezione bella ma che serve per iniziare , come le lire di una volta.

ad un certo punto vi trovate di fronte al bivio se continuare con le emissioni solo per collezionisti come argenti , proof , serie speciali , ministati etc etc

sulle quali c è una speculazione bestiale , con costi ridicoli e numismaticamente poco interessanti

e tanti decidono di andare ad esplorare altri lidi che costano meno e che sono più interessanti.

tutto li.

ben venga il collezionismo dell euro per iniziare , ma poi la passione dovrebbe evolversi verso altri temi , tralasciando le speculazioni e le monete emesse solo per collezionisti.

Insomma,ma tu questi euro li collezioni o frequenti la sezione euro solo per far venire la gente a collezionare monete romane o chissà che...?

Non ho mai visto un commento a favore sugli euro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

osservatore

allora rispondo io collezziono l,euro anche con notevole difficolta la principale e la serie italiana poi le commomerative e poi quello che trovo il mio pensiero e la rabbia :angry: e verso chi le stampa non riflettano abbastanza e non pensano all,usura delle monete mentre una volta pensavano che una moneta doveva durare nel tempo preciso non oh nessuno interesse la mia era solo una battuta :) :angry: ma ti pare uno che legge la mia cambia collezzione magari avessi questo potere ? non te la prendere fai buon anno :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Neo-collezionista

Discussione interessante.

Devo dire pero' che l'utente RICK2 ha pienamente ragione:

-una persona che colleziona euro(una persona normale e appassionata,non una che pensa di trovare i centesimi del vaticano in circolazione come il mio vicino di casa)

ad un certo punto si trova dinanzi a "molti bivi".

A me questa collezione piace molto,anche se vedere divisionali "pagate" un po' di soldini diventare brutte,un po male fa'.

Ho un discreto lavoro,e faccio dei sacrifici per comprarmi le mie amate divisionali,e a Natale invece di un jeans o un cellulare preferisco farmi avere una divisionale

rara.

E ho tanta paura che tutto quello che sto facendo mi faccia andare a perdere a lungo andare,nel senso che se vorrei rivenderle un indomani

non recupero neanche la spesa fatta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

Insomma,ma tu questi euro li collezioni o frequenti la sezione euro solo per far venire la gente a collezionare monete romane o chissà che...?

Non ho mai visto un commento a favore sugli euro...

veramente ho detto che l euro è la migliore collezione per iniziare , come lo erano le lire ai miei tempi.

io ho iniziato dalle lire e poi mi sono ampliato , ma non ho mai rincorso monete che costavano cifre eccessive (a meno che non avessi un affare) e la maggior parte della mia collezione sono monete da max 10 euro l una.

certo non puoi partire dalle monete della guerra dei 30 anni piuttosto che dalle medievali veneziane oppure dalla monetazione romana del quinto secolo.

prima devi fare esperienza.

quello a cui io sono contro sono queste emissioni per collezionisti che servono solo a far allontanare la gente dalla numismatica.

perchè vengono fatte oggetto di speculazioni incredibili (vedi i 2 euro di grace kelly) non hanno interesse numismatico e vengono propugnate come investimenti quando in realtà sono delle sole.

ad un certo punto secondo me uno che colleziona euro si trova davanti al bivio se orientarsi verso folder fdc serie ministati oppure ampliare gli orizzonti.

secondo me questa scelta va fatta andando via da queste emissioni speculative.

io li euro non li colleziono perchè non li trovo in circolazione , fossi stato nell area euro sicuramente qualcuno di quelli meno comuni che trovavo dalla circolazione l avrei messo via.

ma mai andando a pagare cifre stupide per monete da collezione.

se voglio investire in metalli preziosi poi non vedo perchè pagare un premio su un emissione in euro quando trovo marenghi o sterline di 150 anni al peso o le caravelle al 30% di sconto sull effettivo valore del contenuto del metallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

dimenticavo

meno gente colleziona le cose che faccio io e minori i prezzi che pago.....

quindi continuate con l euro :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uguccione

secondo me invece tanti cambiano e smettono con gli euro perchè l euro è una collezione bella ma che serve per iniziare , come le lire di una volta.

ad un certo punto vi trovate di fronte al bivio se continuare con le emissioni solo per collezionisti come argenti , proof , serie speciali , ministati etc etc

sulle quali c è una speculazione bestiale , con costi ridicoli e numismaticamente poco interessanti

e tanti decidono di andare ad esplorare altri lidi che costano meno e che sono più interessanti.

tutto li.

ben venga il collezionismo dell euro per iniziare , ma poi la passione dovrebbe evolversi verso altri temi , tralasciando le speculazioni e le monete emesse solo per collezionisti.

Alcune cose le concordo con te,però non si può certo dire che la collezione di euro sia a livello numismatico poco interessante.Questo si potrà dire forse fra 30 anni.Per quanto riguarda il guardarsi intorno e variare l'interesse anche per altre collezioni,sono daccordo con te.Proprio oggi ho iniziato la collezione dei "dollari dei Presidenti".Il costo non mi sembra elevato annualmente,e in più mi piace molto.L'euro che dir si voglia rimane sempre la mia collezione principale,anche se,è vero,il conio di alcune annate è da far rabbrividire :D :D :D

Modificato da uguccione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uguccione

Salve signori,

oggi pensando e leggendo il forum mi e' sorto un dubbio:

ho notato che molti collezionisti hanno abbandonato la collezione di euro dandosi all'oro,all'argento,o ai fondo specchio,oppure ancora a monete di altra categoria.

Vedendo questo,ho visto discussioni tipo il 2 euro grace kelly c'e' chi dice che tra una decina d'anni il 2 euro si imbruttisce,perde lucentezza eccetera.

Considerando le monete che ho io in collezione,ho notato che la maggiorparte dei fdc che ho ora non sono piu fdc:

i centesimi in rame hanno perso tutta la lucentezza,il resto delle monete presenta piccoli puntini,insomma sto fatto mi sta iniziando a puzzare.

Anche divisionali del Vaticano:solo quelle di San Marino sembrano quelle conservate meglio,eppure le ho tutte in un baule protettivo al buio,con le rispettive precauzioni.

Ora la mia domanda e' questa:

non e' che alcuni hanno capito che la miglior cosa da fare e' cambiare genere inquanto(non so per quale motivo specifico) a lungo andare queste monete,anche se coniate nel terzo millennio,andranno ai pesci?

Puo' sembrare una domanda assurda,pero' vedendo che parecchie persone stanno cambiando genere,altri si lamentano per monete che si imbruttiscono ,altri puntano sull'argento,e vedendo le monete in mio possesso che stanno diventando "strane" ,cosa ne pensate?

Ho detto una cavolata?

Chi ha detto che una moneta per essere FDC deve essere LUCIDA...?

Chi ha detto che l'argento non si Ossida..?( Anzi in questo caso la patina rende a volte, la moneta ancora più gradevole.)

Le monete con i segnetti.. he..he..he adesso avete capito perchè alcuni utenti ( me compreso) pretendono la perfezione dalle monete emesse in Divisionale ( visto anche il costo) quante volte abbiamo discusso dell'osservazione attraverso una lente almeno 5x

Questo è uno dei motivi per cui ho deciso di non aderire più al conto deposito di San marino dopo varie RISPEDIZIONI ( oltretutto a carico mio)

Condordo nella maniera più assoluta che le monete ( non solo euro) per mantenere il loro valore nel tempo non devono essere Lucide, potranno anche cambiare colore, non importa, l'unica cosa che non devono avere per non essere declassate da FDC a qFDC, (se non adirittura SPL) sono tutti quei fastidiosissimi colpetti dovuti alla caduta, ed allo sfregamento.

Sono d'accordissimo,io ho il 2 euro del Vaticano 2004 e 2005 malgrado non siano di un conio impeccabile,col passare degli anni,hanno fatto la loro patina regolare su tutta la superfice,,ma non più di tanto fastidiosa.questo fenomeno per chi aquista le monete del vaticano è una situazione inevitabile,diverso chiaramente il discorso dei segnetti che purtroppo anche le serie divisionali di San Marino Vaticano e Italia pre 2004 ne sono abbastanza fornite :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

tutte le collezioni sono interessanti se ti aiutano a conoscere.

l euro e perfetto per chi inizia a collezionare

l euro però è poco interessante (come lo sono anche regno e repubblica) se lo confronti con altri tipi di monetazione.

per esempio le papali , le napoletane , le veneziane , le spagnole , le romane le islamiche etc etc.

ci sono delle problematiche specifiche e degli aspetti che rendono queste monete interessanti.

in più la conoscenza è ancora poca rispetto ad aree più studiate (alcune più di altre), e se hai buon occhio e conoscenza metti assieme una collezione di pezzi rari ( o unici) con varianti inedite per poco.

inoltre questo poi porta all avanzamento della conoscenza del settore e allo sviluppo dell hobby.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Neo-collezionista

Per me rick ha pienamente ragione:

anche se io amo questa collezione(nel senso che ci sono legato,in quanto ogni piccola divisionale mi ricorda una fase della mia vita,o un sacrificio),

penso proprio di non acquistare piu nulla.

Il mio obiettivo fondamentale era quello di trovarmi un qualcosa un indomani,un piccolo gruzzolo sicuro

(ES: un 50 euro all'anno in piu' di valore di vendita rispetto ai prezzi che conosciamo).

Io sono uno di quelli stupidi che ha uscito un sacco di soldi per comprarsi le prime emissioni(dal noto sito) di Monaco,Vaticano,San Marino....

pensavo di investire,invece mi sbagliavo.

Ed e' proprio vero che i commercianti hanno il burattino in mano.

A sto punto penso proprio di vendere tutto,con molto dispiacere.C'e qualcosa che mi dice di far cosi'

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Daniel93

Insomma,ma tu questi euro li collezioni o frequenti la sezione euro solo per far venire la gente a collezionare monete romane o chissà che...?

Non ho mai visto un commento a favore sugli euro...

veramente ho detto che l euro è la migliore collezione per iniziare , come lo erano le lire ai miei tempi.

io ho iniziato dalle lire e poi mi sono ampliato , ma non ho mai rincorso monete che costavano cifre eccessive (a meno che non avessi un affare) e la maggior parte della mia collezione sono monete da max 10 euro l una.

certo non puoi partire dalle monete della guerra dei 30 anni piuttosto che dalle medievali veneziane oppure dalla monetazione romana del quinto secolo.

prima devi fare esperienza.

quello a cui io sono contro sono queste emissioni per collezionisti che servono solo a far allontanare la gente dalla numismatica.

perchè vengono fatte oggetto di speculazioni incredibili (vedi i 2 euro di grace kelly) non hanno interesse numismatico e vengono propugnate come investimenti quando in realtà sono delle sole.

ad un certo punto secondo me uno che colleziona euro si trova davanti al bivio se orientarsi verso folder fdc serie ministati oppure ampliare gli orizzonti.

secondo me questa scelta va fatta andando via da queste emissioni speculative.

io li euro non li colleziono perchè non li trovo in circolazione , fossi stato nell area euro sicuramente qualcuno di quelli meno comuni che trovavo dalla circolazione l avrei messo via.

ma mai andando a pagare cifre stupide per monete da collezione.

se voglio investire in metalli preziosi poi non vedo perchè pagare un premio su un emissione in euro quando trovo marenghi o sterline di 150 anni al peso o le caravelle al 30% di sconto sull effettivo valore del contenuto del metallo.

Io però non sono d'accordo su una cosa: perché uno dovrebbe collezionare euro all'inizio e poi cambiare collezione? Io ho iniziato a collezionare in fine 2008 gli euro perché ho trovato una semplice commemorativa del 2005, ho iniziato a mettere da parte le monete più particolari e a Gennaio ho comprato già la prima divisionale slovacca appena uscita (non ne erano uscite in precedenza e potevo dire di averle tutte). Poi ho iniziato con le commemorative di basso costo finché non sono arrivato ad ora che ho preso con uno scambio la Finlandia 2004. Io posso dire di avere un buon numero di monete euro, ma a divisionali sto messo male, perché ho solo san marino 2009 e benelux 2010. Ora, perché dovrei lasciare la mia collezione per iniziare a collezionare altre collezioni che non siano in euro? Apparte il fatto che io collezionando la valuta corrente mi sono trovato avantaggiato perché prima del 2008 (anno in cui ho iniziato la collezione) ci sono stati altri 9 anni di euro che devo "recuperare", e quando le gli recupererò comprerò solo quelli che usciranno perché continueranno ad uscire e quindi sono a buon punto, mentre per collezionare lire mi ritroverei a partire da 0. Poi il secondo motivo è più personale: come puoi lasciare le tue belle monetine che hai collezionato fin'ora e ti sei affezionato lasciarle per un'altra collezione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Insomma,ma tu questi euro li collezioni o frequenti la sezione euro solo per far venire la gente a collezionare monete romane o chissà che...?

Non ho mai visto un commento a favore sugli euro...

veramente ho detto che l euro è la migliore collezione per iniziare , come lo erano le lire ai miei tempi.

io ho iniziato dalle lire e poi mi sono ampliato , ma non ho mai rincorso monete che costavano cifre eccessive (a meno che non avessi un affare) e la maggior parte della mia collezione sono monete da max 10 euro l una.

certo non puoi partire dalle monete della guerra dei 30 anni piuttosto che dalle medievali veneziane oppure dalla monetazione romana del quinto secolo.

prima devi fare esperienza.

quello a cui io sono contro sono queste emissioni per collezionisti che servono solo a far allontanare la gente dalla numismatica.

perchè vengono fatte oggetto di speculazioni incredibili (vedi i 2 euro di grace kelly) non hanno interesse numismatico e vengono propugnate come investimenti quando in realtà sono delle sole.

ad un certo punto secondo me uno che colleziona euro si trova davanti al bivio se orientarsi verso folder fdc serie ministati oppure ampliare gli orizzonti.

secondo me questa scelta va fatta andando via da queste emissioni speculative.

io li euro non li colleziono perchè non li trovo in circolazione , fossi stato nell area euro sicuramente qualcuno di quelli meno comuni che trovavo dalla circolazione l avrei messo via.

ma mai andando a pagare cifre stupide per monete da collezione.

se voglio investire in metalli preziosi poi non vedo perchè pagare un premio su un emissione in euro quando trovo marenghi o sterline di 150 anni al peso o le caravelle al 30% di sconto sull effettivo valore del contenuto del metallo.

Io però non sono d'accordo su una cosa: perché uno dovrebbe collezionare euro all'inizio e poi cambiare collezione? Io ho iniziato a collezionare in fine 2008 gli euro perché ho trovato una semplice commemorativa del 2005, ho iniziato a mettere da parte le monete più particolari e a Gennaio ho comprato già la prima divisionale slovacca appena uscita (non ne erano uscite in precedenza e potevo dire di averle tutte). Poi ho iniziato con le commemorative di basso costo finché non sono arrivato ad ora che ho preso con uno scambio la Finlandia 2004. Io posso dire di avere un buon numero di monete euro, ma a divisionali sto messo male, perché ho solo san marino 2009 e benelux 2010. Ora, perché dovrei lasciare la mia collezione per iniziare a collezionare altre collezioni che non siano in euro? Apparte il fatto che io collezionando la valuta corrente mi sono trovato avantaggiato perché prima del 2008 (anno in cui ho iniziato la collezione) ci sono stati altri 9 anni di euro che devo "recuperare", e quando le gli recupererò comprerò solo quelli che usciranno perché continueranno ad uscire e quindi sono a buon punto, mentre per collezionare lire mi ritroverei a partire da 0. Poi il secondo motivo è più personale: come puoi lasciare le tue belle monetine che hai collezionato fin'ora e ti sei affezionato lasciarle per un'altra collezione?

Buona giornata

Quello che ha detto rick (e che io condivido) non è un discorso "assoluto"; ci sono persone che hanno iniziato a collezionare gli euro e continueranno fino alla fine.....statisticamente, però, queste persone sono una piccola minoranza.

Collezionare gli euro lo considero propedeutico, come il primo biennio delle superiori; serve per farsi una cultura numismatica, superficiale magari, ma necessaria per poi dedicarsi - se scatta la fiammella - a tematiche più complesse, con implicazioni storico-economiche ben più impegnative (a volte da disperati perchè mancano i testi specifici, degli studi analitici....anche le monete talvolta e spesso gli euro per comperare gli uni o le altre :( )

A latere della mia collezione del Regno, cominciai ad acquistare le serie annuali di San Marino quando ricominciò ad emettere una propria moneta (1972), nonchè le monete commemorative, dittici, trittici....... dopo 5/6 anni ho rivenduto tutto (smenandoci un bel po') perché mi ero stufato di avere tanti begli astuccini, buste in plastica, cartoncini colorati, ecc. ecc. mi mancavano le monete e la storia che avrebbero potuto insegnarmi.

Volevo delle monete da tenere nel palmo della mano e sognare chi, prima di me, le aveva tenute strette nel pugno o nella saccoccia. Volevo sapere che ci faceva la gente con quelle monete e cosa succedeva nel mondo mentre quelle monete passavano di mano in mano.

Ho chiarito il concetto che è valso per me?

Tu hai iniziato da due anni e fai bene ad appassionarti a ciò che stai collezionando; ma se si accende la fiammella?.........Prima o poi...............

Cari saluti e buon anno

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pe1983

Secondo me il punto di partenza è sempre uno... perché si colleziona? Per passione o con l'obiettivo di avere da parte una "fortuna" che poi un giorno potrà essere rivenduta?

Se la risposta è la prima, direi che non è un problema un pochino di patina sulle monete, e neanche qualche graffietto... quello che deve contare è la soddisfazione tua nell'averle da parte e l'emozione di completare di volta in volta la tua collezione. In questo caso, ci sta che la passione si evolva e si indirizzi poi verso collezioni sicuramente più importanti da un punto di vista storico (almeno a oggi, quando l'euro è moneta comune... tra 100 anni...???), quali ad esempio le romane, oppure da un punto di vista artistico, come gli argenti.

Se l'obiettivo invece è il secondo, la collezione euro non è, dal mio punto di vista, la più adatta (al momento, anche in questo caso non si può sapere come andrà in futuro) proprio per la grossa speculazione che c'è su svariate emissioni, prime fra tutte quelle dei mini-stati. In questo caso ti direi da subito di indirizzarti su altri tipo di monetazioni.

In ogni caso, buona collezione! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

secondo me invece si puo collezionare ed investire allo stesso tempo.

ma l investimento non lo fai dove c è la speculazione come sull euro, lo fai dove tu conosci più di chi vende.

allora trovi le varianti inedite , i pezzi rari (che molto spesso il mercato non riconosce)

per daniel

tu con l euro sei ancora all inizio.

fin adesso da quello che ho capito hai solo le monete che costano poco.

adesso anche tu ti trovi al bivio.

cioe inizi a spendere 50 , 100 euro per prendere le serie , la sede vacante , i 2 euro di grace kelly , le emissioni d argento ?

oppure ti dici

ma con 50 euro ci prendo una bella moneta del regno , oppure una del 1600 oppure un denario romano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaMCMLXXVIII

su questo punto (quotato sotto) non ti capisco...

io l'investimento lo vedo più come qualcosa che faccio per ricavarne un profitto

a distanza di 1-2-5-10 anni...

Se devo "investire" i soldi non compro certo monete per il valore totale dei soldi che ho da investire (che ne so ad

esempio 50 mila euro...)

Cio' che dici te, su cui concordo, è che a parità di cifra spesa (facciamo ad esempio 1000 euro) ,

le monetazioni antiche, anche di un certo livello come qualità delle monete ,

possono portare in una collezione qualcosa di più rispetto all'acquisto di una singola moneta (esempio Grace Kelly)

il cui prezzo è solo dettato dalla forte speculazione dei commercianti e non da un effettivo valore numismatico

della moneta.

Su questo punto mi trovi pienamente d'accordo.

Comunque il discorso base è questo:

il collezionista secondo me non si pone minimamente il fatto che una moneta che ha comprato

ad una cifra X sia salita nel tempo a valori 10 volte più alti , oppure a valori 10 volte più bassi....

è nella propria collezione e basta .

Semmai si pone il problema che ha magari in collezione una moneta in stato SPL e desidera sostituirlo con una FDC.....

secondo me invece si puo collezionare ed investire allo stesso tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×