Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
lele300

PARLIAMO DI PERITI?

Risposte migliori

lele300

Non sò se l'argomento è fuori tema o se è già stato trattato precedentemente.....

Vorrei porre l'attenzione sul mondo dei periti numismatici.....

Chi sono secondo voi i più meritevoli e famosi d'italia????

Premetto che non faccio parte di questo settore ma amando molto le monete sono rimasto alle volte un pò spiazzato dal loro "potere" che spesso mettono in atto...

Sappiamo tutti penso i più noti ma mi piacerebbe conoscere più a fondo tutti gli altri e suddividere se possibile i periti di professione dai periti venditori....

Se a voi fà piacere....

Lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Mi sembra che l'argomento fosse già uscito qualche volta, ma che sia stato giustamente evitato. Personalmente, ritengo di cattivo gusto stilare una "classifica" (perchè è di questo che in fondo si tratta) di periti professionisti ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Ciao Ghera, la mia idea e non solo la mia se era già stata proposta è quella di far conoscere ai più periti in gamba che magari non hanno tutta la risonanza che meriterebbero ma operano con professionalità e costanza....

Lo sò che come tutti i settori ci sono interessi di mezzo ma non era questo il mio intento nel porre la domanda.....

Ditemi voi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Una lista, puramente oggettiva, di tutti i periti (non solo i NIP i cui nomi sono presenti sul sito dell'associazione) potrebbe essere organizzata, ma senza dare giudizi ;)

Questa è la mia opinione almeno oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto Varesi

Ciao Ghera, la mia idea e non solo la mia se era già stata proposta è quella di far conoscere ai più periti in gamba che magari non hanno tutta la risonanza che meriterebbero ma operano con professionalità e costanza....

Lo sò che come tutti i settori ci sono interessi di mezzo ma non era questo il mio intento nel porre la domanda.....

Ditemi voi....

Anzitutto bisognerebbe fare un distinguo importante: ogni perito é ( o dovrebbe essere ) particolarmente esperto in un determinato settore.

Ci sarà quindi chi é molto capace nella monetazione greca, chi in quella romana, chi in quella medievale (magari limitata ad una zecca particolare), chi nelle decimali, chi nelle estere ecc. ecc.

Eviterei chi si dichiara esperto di tutto.

Ci sono sicuramente persone poco note che lavorano con professionalità e costanza, ma se non hanno la risonanza di altri é solo perché, probabilmente, non hanno le stesse capacità.

E' il mercato che premia, non ci sono scorciatoie; se sei bravo ed affidabile il mercato ti premia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Valuterei anche il territorio dove opera il perito, secondo me non è solo una questione di capacità .

Ad esempio un perito del Sud Italia ha meno possibilità di farsi un nome a livello Nazionale, al Nord forse ci sono più persone interessate al collezionismo, sicuramente ci sono più soldi, quindi più possibilità di completare una collezione importante, che quasi necessariamente ha bisogno dell'opera dei periti.

Le persone gli si rivolgono di più per avere perizie sulle loro monete, questo porta ad avere una conoscenza migliore del perito.

Spero di essermi spiegata, sono un po' stanca stasera e le idee si intrecciano furibonde :lol: :lol: :lol: Ciao Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Ecco due spunti interessanti, sono con te Alberto quando affermi che i tuttologhi anche nel settore delle monete fanno un pò storcere il naso e sicuramente Giovanna hai colto il settore teriitoriale che incide e non poco sulla cassa di risonanza di ciascuno.

Comunque qualche nome si può fare no?????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Ecco due spunti interessanti, sono con te Alberto quando affermi che i tuttologhi anche nel settore delle monete fanno un pò storcere il naso e sicuramente Giovanna hai colto il settore teriitoriale che incide e non poco sulla cassa di risonanza di ciascuno.

Comunque qualche nome si può fare no?????

Secondo me converrebbe evitare di fare nomi anche se già sappiamo chi sono i top ten della classifica. Dico questo perchè in queste situazioni si rischia di fare come davanti un piatto di ciliegie .......... una tira l'altra. Magari poi, come giusto che sia, ognuno si sente di nominare quello con cui si trova meglio, spinto anche dal desiderio di fare bella figura con il perito amico che magari in quel momento starà leggendo il forum. Per fare un torto ad un professionista non è necessario criticarlo, basterà solo nominare un suo concorrente o ignorarlo e allora rimarrà male. Secondo il mio modesto punto di vista si rischia di innescare un sistema a catena dove non si sa dove si andrà a finire, in poche parole, un campo minato.

Ripeto, è un mio parere personale, è probabile che possa sembrare troppo filosofo agli occhi di qualcuno e che quindi mi sbagli, non so.

Per il resto sono pienamente d'accordo con Alberto Varesi, secondo me ha centrato in pieno. Il tuttologo non esiste, o almeno, anche se dovesse esistere avrà al massimo un'infarinatura su tutto e non avrà quindi quell'esperienza necessaria per valutare una variante o una tipologia in particolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

Per come è stata impostata la discussione...pure intrigante, mi associo a Ghera ed a Francesco sulla inopportunità di stilare classifiche.

Il perito dei periti è il Giudice nello svolgimento delle sue mansioni...e noi non lo siamo.

Ha pienamente ragione anche Alberto quando ci rammmenta che la numismatica non è uno scherzo ed è immensa, quindi la specializzazione si rende spesso necessaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gianivy

Interessante discussione, sintetizzando io penso che:

1. Condivido l'idea che è difficile essere un perito "tuttologo"

2. In effetti la collocazione territoriale favorisce o sfavorisce un perito. Penso che fare il perito a Milano offra più opportunità (clientela, incontri professionali, etc..) che farlo ad es. a Reggio Calabria. Per cui ci possono essere professionisti estremamente preparati che però faticano a mettersi in luce.

3. credo invece che discutere sulla capacità dei singoli professionisti se condotta in modo oggettivo possa essere un bene per gli appassionati/acquirenti. In fin dei conti un perito "attesta" uno stato di conservazione di una moneta e il suo giudizio nel bene o nel male ne influenza il valore. Perchè non si può entrare nel merito della sua professione? In fin dei conti non si tratta di stilare inutili classifiche ma semplicemente di riconoscere ad un perito una maggior attendibilità rispetto ad un altro nella corretta valutazione di una moneta.

Quando si sceglie l'archietto per farsi la casa chiunque credo che cerchi informazioni sul progettista a cui intende affidargli i lavori. Chiunque chiede quali siano i migliori. Non c'è niente di male credo. Non si tratta di offendere nessuno, semplicemente di valutare il loro operato come si fa con qualunque altro professionista di settore diverso. Io sono convinto che la maggior parte dei periti siano professionisti seri e in buona fede però c'è anche qualcuno che ci marcia dando valutazioni migliori della realtà solo per far prezzo sulla moneta. Ed è giusto discuterne.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gionni980

Interessante discussione, sintetizzando io penso che:

1. Condivido l'idea che è difficile essere un perito "tuttologo"

2. In effetti la collocazione territoriale favorisce o sfavorisce un perito. Penso che fare il perito a Milano offra più opportunità (clientela, incontri professionali, etc..) che farlo ad es. a Reggio Calabria. Per cui ci possono essere professionisti estremamente preparati che però faticano a mettersi in luce.

3. credo invece che discutere sulla capacità dei singoli professionisti se condotta in modo oggettivo possa essere un bene per gli appassionati/acquirenti. In fin dei conti un perito "attesta" uno stato di conservazione di una moneta e il suo giudizio nel bene o nel male ne influenza il valore. Perchè non si può entrare nel merito della sua professione? In fin dei conti non si tratta di stilare inutili classifiche ma semplicemente di riconoscere ad un perito una maggior attendibilità rispetto ad un altro nella corretta valutazione di una moneta.

Quando si sceglie l'archietto per farsi la casa chiunque credo che cerchi informazioni sul progettista a cui intende affidargli i lavori. Chiunque chiede quali siano i migliori. Non c'è niente di male credo. Non si tratta di offendere nessuno, semplicemente di valutare il loro operato come si fa con qualunque altro professionista di settore diverso. Io sono convinto che la maggior parte dei periti siano professionisti seri e in buona fede però c'è anche qualcuno che ci marcia dando valutazioni migliori della realtà solo per far prezzo sulla moneta. Ed è giusto discuterne.

Quoto al 100% quanto detto!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Interessante discussione, sintetizzando io penso che:

1. Condivido l'idea che è difficile essere un perito "tuttologo"

2. In effetti la collocazione territoriale favorisce o sfavorisce un perito. Penso che fare il perito a Milano offra più opportunità (clientela, incontri professionali, etc..) che farlo ad es. a Reggio Calabria. Per cui ci possono essere professionisti estremamente preparati che però faticano a mettersi in luce.

3. credo invece che discutere sulla capacità dei singoli professionisti se condotta in modo oggettivo possa essere un bene per gli appassionati/acquirenti. In fin dei conti un perito "attesta" uno stato di conservazione di una moneta e il suo giudizio nel bene o nel male ne influenza il valore. Perchè non si può entrare nel merito della sua professione? In fin dei conti non si tratta di stilare inutili classifiche ma semplicemente di riconoscere ad un perito una maggior attendibilità rispetto ad un altro nella corretta valutazione di una moneta.

Quando si sceglie l'archietto per farsi la casa chiunque credo che cerchi informazioni sul progettista a cui intende affidargli i lavori. Chiunque chiede quali siano i migliori. Non c'è niente di male credo. Non si tratta di offendere nessuno, semplicemente di valutare il loro operato come si fa con qualunque altro professionista di settore diverso. Io sono convinto che la maggior parte dei periti siano professionisti seri e in buona fede però c'è anche qualcuno che ci marcia dando valutazioni migliori della realtà solo per far prezzo sulla moneta. Ed è giusto discuterne.

Certo che si può discuterne e lo trovo anche proficuo come discorso. E' probabile che qualche perito che legge i nostri post possa migliorare il suo metro di paragone ed evitare di ripetere gli stessi errori di valutazione. I confronti aiutano a migliorare e a maturare. Gli amici dello staff però concorderanno sul fatto che è preferibile evitare di fare nomi e cognomi. Tutto qui. Per il resto sono d'accordo. Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Ciao Francesco , non penso si possa parlare della malattia senza citare il dottore che possa curarla.....

Dato che ho iniziato io questo argomento mi prendo l'onere di fare i primi nomi:

Attenzione non stò facendo nomi dei più bravi ma soltanto di quelli che in questi anni ne ho potuto apprezzare la serietà e professionalità....

Su tutti Emilio Tevere, Pietro Paolo Testa e Michele Straziota.

In ordine Perito Numismatico del Tribunale di Como, di Taranto e di Bari

Ciao tocca a voi..... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Mah... questa discussione mi lascia molto perplesso Lele perchè troppe ma veramente troppe sono le variabili che entrano in gioco inoltre i nomi dei periti frequentando il forum li conosciamo ormai tutti e chi lo frequenta da poco li conoscerà.

Se poi uno vuole farsi un'idea di distribuzione geografica degli stessi basta che vede il sito dei NIP e lì c'è la lista QUASI completa (perchè mi pare che uno può essere iscritto anche come Perito di Tribunale ma non NIP, corregetemi se sbaglio).

Si è detto della specializzazione settoriale: chi colleziona le romane o le antiche tenderà a frequentare chi si occupa di questo tipo di monetazione e quindi tralascerà altri periti molto molto conosciuti ma che si occupano di tutt'altro (visto che vuoi i nomi: di monete romane periziate per dire Tevere in percentuale ne ho viste 1 su 1000 rispetto a quelle del Regno )

E ancora: spesso viene considerato miglior perito quello con cui ci si trova meglio anche individualmente come carattere e come intesa personale.

Alzi la mano chi ha già sentito questa frase: "Eh il perito me l'ha proprio dequalificata sta moneta...meritava molto di più...con me ha chiuso" e di converso "Ma vi pare sia giusta questa conservazione? Ha sbagliato di almeno un grado...mi aspettavo fosse molto meglio, con me ha chiuso" (commento spesso frequente a seguito di aste per corrispondenza)

Inoltre è capitato più volte che per un tale perito il fatto che ci siano per esempio anche molti molti segnetti sui campi sia ininfluente ai fini della definizione di FDC mentre per il collezionista sia un qualcosa di molto molto deturpante e giù polemiche in passato anche qui sul forum seppure si parlava di un perito molto molto stimato.

Quindi per quanto riguarda la valutazione delle conservazioni la tua lista mi sembra perfettamente inutile visto che anche quelli che hai indicato tu sbagliano (come tutti gli umani) e che la moneta va valutata personalmente dal collezionista caso per caso secondo i propri gusti e il proprio livello di "maniacità"

Per quanto concerne invece il giudizio di autenticità o meno di una moneta (che per quanto mi riguarda dovrebbe essere questo si il vero e unico parametro di bravura diun perito) nel caso si abbia tra le mani una moneta veramente importante (ma dubbia) spesso si ricorre non ad un solo giudizio ma a quello di almeno 2-3 periti: e anche in quel caso talvolta i giudizi non sono unanimi... Per monete più "semplici" confido nel livello professionale della categoria e che quindi uno valga l'altro. In questol caso ricorre il rapporto personale di cui parlavo sopra.

Saluti

Simone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gianivy

Ciao Francesco , non penso si possa parlare della malattia senza citare il dottore che possa curarla.....

Dato che ho iniziato io questo argomento mi prendo l'onere di fare i primi nomi:

Attenzione non stò facendo nomi dei più bravi ma soltanto di quelli che in questi anni ne ho potuto apprezzare la serietà e professionalità....

Su tutti Emilio Tevere, Pietro Paolo Testa e Michele Straziota.

In ordine Perito Numismatico del Tribunale di Como, di Taranto e di Bari

Ciao tocca a voi..... ;)

Io credo che nell'intenzioni di tutti non ci sia la volonta di creare una lista di buoni e di cattivi, quanto solamente di confrontarsi sulle valutazioni e nel contempo sullo "stile" (metodo?) di valutazione adottato dai vari periti per evidenziare quelli che comunemente sono ritenuti dalla maggiorparte di noi più condivisibili nei loro giudizi.

Tengo anche a precisare che per esprimere dei pareri con una certa cognizione di causa bisogna aver visto, almeno secondo me, più monete periziate dallo stesso perito e magari confrontarle con altre simili di altre periti. Questo per avere più termini valutazione sullo stesso perito e di confronto con altri sulla stessa tipologia di moneta.

Detto questo, da neofita, posso dire che sulle monete in mio possesso mi ritrovo molto nei giudizi di Tevere (alle volte forse anche troppo severo nei giudizi), trovo equilibrato Straziota, Erpini e Manfredini alle volte un pò generosoi, Ranieri equilibrato, Montenegro forse un pò troppo severo e il compianto Bazzoni abbastanza preciso ed equilibrato. Però il mio giudizio si ferma solo sulle perzie delle monete di 80 lire di Carlo Felice e sulle 100 lire di Carlo Alberto che ho visto o che sono in mio possesso.

Questi sono periti da cui ho comprato direttamente o da terzi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Quindi per quanto riguarda la valutazione delle conservazioni la tua lista mi sembra perfettamente inutile visto che anche quelli che hai indicato tu sbagliano (come tutti gli umani) e che la moneta va valutata personalmente dal collezionista caso per caso secondo i propri gusti e il proprio livello di "maniacità"

Per quanto concerne invece il giudizio di autenticità o meno di una moneta (che per quanto mi riguarda dovrebbe essere questo si il vero e unico parametro di bravura diun perito) nel caso si abbia tra le mani una moneta veramente importante (ma dubbia) spesso si ricorre non ad un solo giudizio ma a quello di almeno 2-3 periti: e anche in quel caso talvolta i giudizi non sono unanimi... Per monete più "semplici" confido nel livello professionale della categoria e che quindi uno valga l'altro. In questol caso ricorre il rapporto personale di cui parlavo sopra.

Saluti

Simone

Sono totalmente d'accordo con quanto dici Uzifox. Visto la varietà di monete che mi passano per le mani cerco di trovare il perito "adatto" per ognuna. Sono convinta anche io che non possono esistere tuttologhi in questa professione, il "campionario" è troppo vasto.

Quindi il perito che ci dà più affidamento per le monete del Regno difficilmente ci dà affidamento per monete classiche od estere.

Come sempre bisogna usare il raziocinio e scegliere accuratamente dopo essersi informati. Ciao Giò :)

P.S.-sono d'accordo col non stilare una lista nominativa. :)

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ

Pure io sono d'accordo sul non indicare nomi. Non voglio si creino diffamazioni oppure semplice pubblicità.

Un consiglio a livello informale ad un amico si può sempre dare, tipo: Vorrei far periziare una moneta del Regno nelle mie zone, da chi posso andare? - Vai dal perito X!, ma non di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gianivy

Pure io sono d'accordo sul non indicare nomi. Non voglio si creino diffamazioni oppure semplice pubblicità.

Un consiglio a livello informale ad un amico si può sempre dare, tipo: Vorrei far periziare una moneta del Regno nelle mie zone, da chi posso andare? - Vai dal perito X!, ma non di più.

Sono d'accordo sul fatto che non bisogna mai diffamare nessuno o fare pubblicità o fare liste migliori/peggiori. Come detto non credo nei tuttologi ma nei professionisti di esperti nei propri rami. Premesso che ritengo i professionisti da me citati, tutti di elevata professionalità (mi sono astenuto da citare un paio di quelli che mai comprerò qualcosa) e dai quali in futuro potrò rivolgermi con serenità, ritengo comunque possibile discuterne in merito al loro metodo di valutazione senza per questo offendere la sensibilità di qualcuno o la loro professionalità.

In fin dei conti chi acquista monete spesso spende tanti soldi ed è interessato (oltre che all'autenticità della moneta che mi pare ovvio) ad avere una valutazione dello stato di conservazioni più in linea possibile con il mercato.

Io posso distinguere (parlo solo delle monete del regno e nello specifico di quelle di Carlo Felice o Carlo Alberto) tra un BB e un SPL. Tante volte faccio fatica a distinguere un SPL da un SPL+ ecco perchè per me è basile che la professionalità del perito mi dia quel quid che io non ho per inquadrare correttamente la moneta che ho o che intendo acquistare.

P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Ringrazio Gianivy che ha compreso a fondo lo spirito della mia domanda, ma sinceramente non pensavo di trovare tanta paura o timore di menzionare pubblicamente periti ma prima di tutto amici o colleghi che svolgogo egregiamente la loro professione....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

personalmente ho sempre pensato che il miglior perito rimane il collezionista stesso,se poi ci si vuole avventurare in un settore numismatico che non si conosce allora diventa importante avvalersi di un perito,mà attenzione,invece di lodare la bravura di un perito bisognerebbe apprezzarne l'onestà ,quella si che è un R5.... :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

R-R

ma...fare una classifica e' difficile...

sicuramente so chi e' il numero 1 indiscusso....

e non puo' che essere lui ...l'unico...impareggiabile...

M A G O E C C H E C C A' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Modificato da R-R

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

non vale, però stilare classifiche, eh Riccardo? :P :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

ma...fare una classifica e' difficile...

sicuramente so chi e' il numero 1 indiscusso....

e non puo' che essere lui ...l'unico...impareggiabile...

M A G O E C C H E C C A' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Concordo in pieno, lui sicuramente è il 1°-thetop-il migliore in assolutooooooooooo :lol: :lol: :lol: .

Sicuramente per l'ironia e la gentilezza che lo contraddistingue è il primo in classifica, :D :D . Ciao, Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

:lol: :lol: :lol:

MAGOECCHECCA'

Perito Subito :clapping: :clapping: :clapping:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62

Buona sera.

Scusate, ma a parte condividere le due indicazioni di carattere generale, secondo cui:

1. il perito "tuttologo" non dovrebbe esistere;

2. i periti residenti in zone geografiche numismaticamente meno importanti (intendo dire da un punto di vista mercantile) sono meno "visibili" di quelli che operano in zone più ricche;

non comprendo quali dovrebbero essere gli altri presupposti della discussione.

Che significa infatti dire che:

" 3. credo invece che discutere sulla capacità dei singoli professionisti se condotta in modo oggettivo possa essere un bene per gli appassionati/acquirenti."

Quale sarebbe "il modo oggettivo" da utilizzare nella discussione? Cioè che cosa si intende per "oggettivo metro di valutazione" dell'operato del perito?

oppure

"Perchè non si può entrare nel merito della sua professione? In fin dei conti non si tratta di stilare inutili classifiche ma semplicemente di riconoscere ad un perito una maggior attendibilità rispetto ad un altro nella corretta valutazione di una moneta."

Come si dovrebbe entrare nel merito della professione del perito e in base a quali criteri (oggettivi) si dovrebbe stabilire la minore o maggiore attendibilità dello stesso (il tutto poi, come qualcuno giustamente raccomanda, senza fare nomi....ma solo discutendo con...."oggettività" (?) sul loro operato......).

o ancora

"Su tutti Emilio Tevere, Pietro Paolo Testa e Michele Straziota"

Bene, dicci almeno quali sono per Te i "canoni oggettivi" che i professionisti che hai citato rispetterebbero più degli altri, che a Tuo avviso vengono dopo nella Tua lista.

Spero che la Tua risposta non sarà: "perchè secondo me sono i più bravi".

E infine:

"......ritengo comunque possibile discuterne in merito al loro metodo di valutazione senza per questo offendere la sensibilità di qualcuno o la loro professionalità.".

Bene, quale sarebbe questo "metodo di valutazione"?

Mi pare francamente che se si vogliono indicare i nomi di periti numismatici che per i più svariati (e rispettabili) motivi sono ritenuti più vicini alla nostra sensibilità valutativa, o magari perchè si ritengono più esperti in una certa monetazione o anche solo perchè si pensa siano più quotati sul mercato, sia inutile girarci intorno con argomenti che di oggettivo non hanno proprio nulla.

Alla terna di periti sopra riportata, di tutto rispetto e stimatissima, ciascuno di noi sono certo sarebbe pronto ad affiancare altrettanti diversi (o magari anche uguali) nominativi e questo proprio perchè pensare che il perito, nell'esercizio della sua professione, faccia uso esclusivo dell'oggettività è un puro assurdo; la valutazione dello stato di conservazione di una moneta dipende dalla sensibilità del perito e dalla conoscenza che egli ha della specifica monetazione sottoposta al suo esame.

Altra questione è stabilire l'autenticità della moneta.......ma credo che l'oggetto della discussione non fosse diretto a questo aspetto dell'attività peritale ma a quello delle valutazioni delle conservazioni.

Ribadisco, quindi, che non comprendo il senso di questa discussione così come è stata impostata nè le indicazioni di alcuni periti sul presupposto che sarebbero più "oggettivi" nello svolgimento del loro lavoro.

Si dica chiaramente che si preferisce il perito Tizio o il perito Caio (non so neanche poi se sia lecito farlo qui sul forum..nè se sia di buon gusto, ma questo è un altro discorso) ma tirare in ballo "l'oggettività" per discutere sulle capacità dei periti mi sembra davvero fuori luogo.

Io comunque vota per il Mago Eccheccà, perchè è "oggettivamente" il più bravo (oltre che mio amico).

Saluti.

Michele

Modificato da bizerba62
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ospite
Questa discussione è chiusa.
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×