Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Settimio Severo

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI

Forse l'ho già chiesto, ma non riesco a ricordare dove sia l'Adiabene! La questione mi è ritornata classificando questo sesterzio malconcio ma interessante di S.Severo (pesa 17,9 g. e misura 27 mm). Al D il consueto ritratto; la scritta è illeggibile, ma dovrebbe essere: IMP CAES L SEPT SEV PERT AUG. Al rovescio è un po' più leggibile: c'è un grande trofeo, ed ai lati due prigionieri con berretto frigio. La scritta è visibile solo in parte: (PART ARAB)- PART ADIABEN (che sta per adiabenicus), e in esergo (COS)II PP. Sull'Oli-Devoto dell'Adiabene non si parla. Il titolo compare dal 195 d.C. Chi mi dà notizie?

post-4948-0-13352600-1308769947_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Rovescio. E perchè "partico" due volte? Una per ogni campagna bellica?

post-4948-0-00466700-1308769997_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao Gianfranco,

Adiabene era un regno assiro sorto al confine tra l'Assiria stessa e l'Armenia. In seguito fece parte dell'Impero Seleucide e quindi di quello Parthico. Fu conquistata brevemente da Traiano che la rinominò "Assyria"e in seguito nuovamente, dopo circa 100 anni d'indipendenza, da Caracalla.

Ti allego cartina con indicazione di Arbela (capitale) e lapide da Leptis Magna, dedicatoria a Settimio Severo:

Imp(eratori) Caes(ari) L(ucio) Septimio

Seuero Pio Pertinac(i)

Aug(usto) Arabic(o) Adiaben(ico)

Parthico max(imo) pont(ifici)

max(imo) trib(unicia) potes(tate) VIIII

imp(eratori) XI co(n)s(uli) II p(atri) p(atriae) pro-

co(n)s(uli) Curia

Germanica

ex uoto statuit

post-3754-0-90561700-1308771762_thumb.gipost-3754-0-82041600-1308771798_thumb.jp

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Grazie Andrea, sei una miniera inesauribile! Splendida quella lapide.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Salve. Riporto velocemente quello che ho trovato sul web, dato che vado un po' di fretta. Dalla Treccani:"Adiabene: Regione dell’antica Mesopotamia, con capitale Arbela, tra i fiumi Zab superiore e inferiore. Conquistata da Traiano nel 116 d.C., divenne la provincia di Assiria. Abbandonata da Adriano, fu nel 195 riconquistata da Settimio Severo." Da Wikipedia:"L'Adiabene fu un antico regno della Mesopotamia indipendente o semi-indipendente. Non aveva sbocchi sul mare ma si affacciava sul Tigri. Si trattava di una terra fertile e coltivata, che confinava con l'Armenia mesopotamica (Gordiene) a nord e con l'altopiano iranico ad Oriente. L'Adiabene godeva di un clima pienamente mediterraneo, con estati secche ed inverni miti e piovosi. L'Adiabene subì molte dominazioni, fra le quali la più significativa fu quella dei Parti. Lo stato era retto da un re ed aveva come capitale Arbela (attuale Arbil, Iraq orientale). Lo stato fu giudaizzato nel I secolo d.C. da una confraternita di rabbini ebrei (forse farisea). Fu la regina Elena di Adiabene a convertirsi al giudaismo. Nella diaspora infatti si diffuse molto il Talmud. La popolazione dell'Adiabene era multietnica: nel I secolo a.C. vi erano etnie macedoni e partiche. Nel III secolo d.C. invece si contavano aramei, sasanidi di religione zoroastriana e manichea, ed anche molte comunità cristiane. La religione cristiana fu fondamentale per la seconda conversione del regno. Le uniche città importanti del regno erano la capitale, Arbela dove era concentrata la maggior parte della popolazione e tutte le etnie presenti nel regno, Ninive e Gaugamela." Omettendo le immagini già postate da Illyricum65, porrei la mia attenzione sul titolo presente nella stele di Leptis Magna e sul fatto che fu proprio Settimio Severo a riconquistarla, come ho già riportato sopra. Questa riconquista va messa in relazione al trofeo d'armi e ai prigionieri che l'affiancano sul R/ del tuo esemplare per sottolineare e celebrare l'impresa militare. Spero di esserti stato d'aiuto. :)

Modificato da Caio Ottavio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Grazie per le abbondanti informazioni. Effettivamente, la presenza ebraica è stata molto diffusa in oriente, e sembra abbia giocato a volte un ruolo importante anche nei conflitti fra i regni orientali e Roma; e così pure, più avanti, le comunità cristiane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

campaz

Trovo particolarmente ben fatta questa cartina, presa dalla solita wikipedia... Un'ottima fotografia di quella regione che fu così importante per Settimio Severo

post-7193-0-36932300-1308911689_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

campaz

Allego anche questo schema che mostra le varie cariche / attribuzioni per Settimio Severo

post-7193-0-74729600-1308996574_thumb.pn

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Bello e utile questo schema, l'hai trovato in Wikipedia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

campaz

No, questa è farina del mio sacco. Ho fatto qualcosa del genere anche per Caracalla, Geta e compagnia cantante sino a Eliogabalo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×