Jump to content
IGNORED

Uso del metaldetector


Recommended Posts

monbalda

Questo è quanto riportato dalla velina pubblicata sul sito del MiBAC http://www.benicultu...1701514174.html:

"Altre importanti misure attengono al contrasto della condotta di ricerca illecita di beni archeologici mediante metal detector. In questo ambito, oltre ad aggravare le pene previste per chi effettua ricerche abusive di reperti impiegando tali strumenti, è anche prevista la punibilità di chi viene trovato ingiustificatamente in possesso di metal detector all'interno di un'area archeologica"

Da quello che leggo penso, ma da mera lettrice come voi di queste scarne notizie apparse sui mezzi di informazione pubblica seppur ministeriali, che si intendano i casi di persone sorprese, ad esempio, con il metal ancora da montare nella sacca a tracolla, ma a passeggio nel bel mezzo di un'area archeologica; oppure quei casi di aree archeologiche per le quali non si può passare per caso o per andare da un luogo ad un altro (tipo un castello arroccato sui monti dove lo sterrato finisce lì, etc...), dove ti possano cogliere con il MD nel portabagagli dell'auto parcheggiata proprio nei pressi della zona di interesse archeologico...se poi ci fosse qualche moneta o pezzo di bronzo antico in qualche tasca o sul fondo del portabagagli....

Mi pare che comunque si voglia sottolineare come al di là della flagranza di reato (ovvero essere colti con MD e zappetta o male-peggio in uso su un'area archeologica), possano essere contemplate anche certe altre evidenze che possano farne presumerne il compimento. Comunque c'erano già delle sentenze su casi di questo genere....ma su questo chiederei anche io maggiori lumi ai nostri esperti in legge, onde non creare falsi allarmi.

Questo invece è il link al sito della provincia autonoma di Bolzano, dove si specificano i termini di uso e per l'ottenimento dell'autorizzazione all'uso del MD: http://www.provincia...l-detectors.asp .

Mi pare una lodevole iniziativa, anche se bisogna leggere bene cosa comporta...;) "Le persone autorizzate vengono in tal modo coinvolte in progetti di ricerca e di tutela condivisi. Periodicamente l'Ufficio Beni archeologici organizza corsi di formazione finalizzati a un uso corretto e consapevole dello strumento".

Infine: mi trovo molto d'accordo con quanto espresso da piakos nel post n. 108, ma convengo anche con tutte le considerazioni di bizerba del post. n. 111, cui mi "accodo".

saluti a tutt* MB

Edited by monbalda
Link to post
Share on other sites

  • Replies 190
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Dega.81

    20

  • superbubu

    17

  • allarmerosso

    15

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Forse sei rimasto un po’ indietro la svizzera e’ stata uno dei paesi che per primo ha aderito alla Convenzione Unesco nel 2003 sulla regolamentazione dei beni culturali. Da allora il commercio -

Ma dai ... siamo numismatici e limitiamoci qui a parlare di Numismatica. Metaldetector ? ........ purtroppo la legge italiana a riguardo è miope. Amen.... difficile possa cambiare. Aste ? Qu

Strano, io per vendere monete antiche a un commerciante ho dovuto dare tutti i documenti che ne attestassero la provenienza. Vabbè, sarò il solo italiano che compra legalmente che ha trovato il s

Ma siiiii! Diciamola tutta ancora di più!

:D

@ Bizerba

....egregio amico, quoto ogni virgola ed ogni parola di quanto de te significatoci con i tuoi ultimi post...in primis, rebus sic stantibus quoto: se famo du' spaghi? :D

Okkapppa!

Dove, quando, come?

Mò vojo vede come te metti...a morè!

Scusa Collega, mi sono lasciato andare al vernacolo...ehm...intendevo dire...quando ci vediamo per mettere le gambe sotto il tavolo?

:)

@ Elledi

Egregio Comandante!

Rileggendo il mio post n.109 mi accorgo che è scritto piuttosto male...non si capisce mica bene...me ne scuso...era tardi.

Comunque confesso di essere effettivamente un sognatore. I sogni fanno bene e non costano nulla...invito tutti a sognare di più.:)

Comunque....volevo dire che:

le belle monete...quelle veramente belle...difficilmente appaiono sul mercato, sono come gli appartamenti altrettanto belli...costano molto e di solito chi li ha se li tiene e/o se li gode.

Nel campo della numismatica ciò ha una conseguenza critica... richiesta di pezzi freschi...che, magicamente, possono ricomparire da qualche parte.

L'MD e altri sofisticati ellettrodomestici possono servire alla bisogna, a qualcuno di pochi scrupoli...atteso che, il terreno ha già restituito nei secoli quanto poteva essere facilmente ritrovato.

Poi c'è un'altro aspetto.

Già da qualche tempo è invalso l'uso tra i frati cercatori di ceeare delle commistioni...non alchemiche, ma monetali!

Poichè costoro non possiedono la pietra filosofale...si sono adattati a metallurghi o pasteggiano con i fabbri ferrai.

Quindi in un contesto di primizie...vattelapesca quali sono i frutti spontanei e quelli di serra.;)

La carne è debole!

Ergo: la nuova normativa in fase di sviluppo vuole contrastare un certo tipo di ambiente: cercatori/metallurghi/facitori, abilissimi e polivalenti. In termini tecnici facilitati si definisce ratio della norma.

:)

Ragazzi...mi dispiace comunque moltissimo di non vedervi a cena a Roma per il Workshop.

:P

P.S.

Sembra...si dice...narrant che alcuni buontemponi abbiano ammannito monete problematiche a vari personaggi...senza alcuna remora e misura.

Qualcuno di costoro, altolocato, se ne sarebbe risentito in varie sedi.:unsure:

Bizerba!

Se non sei al Workshop dovremo magiare a Verona.

Ma sarà presente anche il Comadante?

@Numizmo.

Se i curatori e i moderatori non avessero la possibilità di editare i post, ove necessario ed urgente, sai quanti Troll e no-Troll...scriverebbero indicibili e pericolose amenità.

Quindi la prerogativa è nell'interesse del Sito ma sopra tutto dell'utenza...e solamente per tali precipui fini può essere usata cum grano salis.

Un Forum privo di staff tecnicamente capace di filtrare ciò che è possibile dire in un luogo pubblico anche se virtuale...sarebbe maggiormente responsabile.

Un saluto a tutti.

Link to post
Share on other sites

bizerba62

...."Beh, evidentemente qualcuno si fida di te ;)..."

Almeno sotto questo aspetto posso garantire che non entrerò mai più nei messaggi altrui.......... :)

"qualcuno mi risponde a proposito dell'ipotesi che ho fatto sull'essere pescati con il MD in macchina?".

Intanto non siamo ancora di fronte a norme di leggi già vigenti ma per il momento solo al cospetto di un disegno di legge delega, presentato dal Ministro Galan (BB.CC.) ed approvato dal C.d.M.

A seguito della presentazione alle Camere del testo approvato, il Parlamento dovrà emanare una legge-delega in virtù della quale il Governo sarà autorizzato ad adottare un Decreto Legislativo che recepirà i contenuti del disegno di legge nel rispetto dei limiti della delega parlamentare.

Il passaggio parlamentare può quindi comportare anche una riformulazione del testo del disegno di legge approvato dal C. d. M., di cui stiamo parlando.

Fino a qui l'iter del procedimento.

Fino a quando non avremo il decreto legislativo possiamo dunque solo formulare delle ipotesi sulle conseguenze di un testo provvisorio che potrebbe anche risultare diverso nella sua versione definitiva.

Se ritenete possiamo anche provare ad ipotizzare, ma non so quanto ciò possa essere utile o magari possa invece ingenerare ulteriore confusione nell'auditorio

Saluti.

Michele

Link to post
Share on other sites

bizerba62

"Bizerba!

Se non sei al Workshop dovremo mangiare a Verona.

Ma c'è anche il comandante?"

Bene. Ci si vede a Verona...... ;)

Il Comandante ha qualche "contrattempo letterario" che spero risolverà brillantemente.

Se venisse a Verona con me e Alessandra ne saremo molto contenti.

Noi comunque ci proviamo..... :)

M.

Edited by bizerba62
Link to post
Share on other sites

bizerba62

Buon giorno a tutti.

Il link al sito della Provincia Autonoma di Bolzano, riportato da monbalda, ci fa capire come il fenomeno del MD possa essere regolamentato con pragmatismo.

Qualcuno, polemicamente, si chiedeva se Bolzano non fosse in Italia.......

A questo proposito va detto che la regolamentazione della ricerca con il MD, adottata dalla provincia di BZ e dalla Regione Valle d'Aosta, rientra fra le materie rimesse alla competenza legislativa delle Regioni (sia a statuto ordinario che a statuto speciale).

Come immagino sia noto, la provincia autonoma di BZ, unitamente alla provincia autonoma di TN, sono le uniche due province (autonome) italiane dotate di potestà legislativa.

Fatta eccezione quindi per BZ e TN, in Italia la disciplina concernente l'uso del MD dovrebbe essere disposta con una legge regionale (fermo restando, naturalmente, il rispetto delle normative nazionali di principio e di riferimento).

Ecco perchè accade che la regolamentazione del MD sia presente in alcune parti d'Italia ma non su tutto il territorio nazionale.

Volendo, le Regioni che sono prive di tale disciplina potrebbero fare un copia/incolla del Regolamento della provincia di BZ ed approvare con lo stesso testo una bella legge regionale.

Chissà, magari fra qualche tempo andrà a finire proprio così........

Personalmente sono convinto che quando un fenomeno "sociale" non si può proibire (nel senso che anche se lo proibisci si verifica ugualmente), tanto vale regolamentarlo.

Saluti.

Michele

Edited by bizerba62
Link to post
Share on other sites

No BIZERBA62 la mia non voleva essere una polemica con le parole: Ma il Trentino fa parte dell'Italia o forse (provincia di Bolzano) hanno un modo di affrontare il problema degli abusivi che si servono dei metalli detector?

La mia voleva essere una domanda o meglio una riflessione.

Volendo, le Regioni che sono prive di tale disciplina potrebbero fare un copia/incolla del Regolamento della provincia di BZ ed approvare con lo stesso testo una bella legge regionale.

Sono d'accordo!

Link to post
Share on other sites

Guest utente3487

Personalmente sono convinto che quando un fenomeno "sociale" non si può proibire (nel senso che anche se lo proibisci si verifica ugualmente), tanto vale regolamentarlo.

Come il non mettere il casco e le cinture di sicurezza in certe regioni italiane? Non lo mettono e non le allacciano, che si fa, li autorizziamo? :(

Link to post
Share on other sites
bizerba62

Ciao Domenico.

"Come il non mettere il casco e le cinture di sicurezza in certe regioni italiane? Non lo mettono e non le allacciano, che si fa, li autorizziamo?"

Regolamentare non significa consentire che si violi la legge.

Nel Tuo esempio la legge che impone di indossare il casco e di allacciare la cintura alla guida esiste....solo che chi dovrebbe farla rispettare talvolta chiude un occhio (anzi...li chiude entrambi...).

Direi di non mischiare i piani:

un conto è la mancanza di una disciplina che regolamenti un fenomeno;

altro paio di maniche è il fatto che una volta creata la disciplina, chi è preposto a farla rispettare non la applichi..... ;)

M.

Edited by bizerba62
Link to post
Share on other sites

bizerba62

Penso di non essermi espresso con la necessaria chiarezza nella parte finale del post nr. 131.

Non intendevo affatto proporre una regolamentazione dell'uso del MD in contrasto con le attuali e vigenti normative.

Volevo dire invece che: considerato che l'uso del MD non è vietato dalla legge nazionale (salvo nelle zone archeologiche ecc.ecc.), tanto varrebbe fare come hanno fatto la provincia di BZ e la Valle d'Aosta e cioè predisporre una disciplina che ne regolamenti l'impiego (fermi restando i divieti contenuti nelle leggi nazionali), anzichè lasciare gli utilizzatori del cerca metalli in balia di una situazione di obbiettiva incertezza, che li espone ad interpretazioni non univoche della normativa generale di riferimento da parte delle Autorità.

M.

Edited by bizerba62
Link to post
Share on other sites

Penso di non essermi espresso con la necessaria chiarezza nella parte finale del post nr. 131.

Non intendevo affatto proporre una regolamentazione dell'uso del MD in contrasto con le attuali e vigenti normative.

Volevo dire invece che: considerato che l'uso del MD non è vietato dalla legge nazionale (salvo nelle zone archeologiche ecc.ecc.), tanto varrebbe fare come hanno fatto la provincia di BZ e la Valle d'Aosta e cioè predisporre una disciplina che ne regolamenti l'impiego (fermi restando i divieti contenuti nelle leggi nazionali), anzichè lasciare gli utilizzatori del cerca metalli in balia di una situazione di obbiettiva incertezza, che li espone ad interpretazioni non univoche della normativa generale di riferimento da parte delle Autorità.

M.

esatto !! come si sono disciplinate attività antropiche a più alto impatto ambientale con evidenti successi

(basti guardare la gestione sociale della caccia in Emilia Romagna e lo dico da ex responsabile di associazioni ambientaliste come WWF e LIPU)

che costringe ora le provincie a stanziare fondi per rifondere i danni provocati dall' abbonzanza di animali selvatici come caprioli , lepri, cinghiali, ecc..ecc..

così si potrebbe regolare l'uso del MD

con evidenti vantaggi anche per la tutela del patrimonio

1) si rilascia un patentino a seguito di corso tenuto da archeologi

2)le aree in cui vi è la libertà di ricerca sono stabilite dalle soprintendenze regionali

3)obbligo di dichiare tramite sistema GPS la località esatta di ritrovamento e la tipologia dell'oggetto il giorno dell' uscita e la località devono essere indicate sull' tesserino prima di montare il MD ( vietato uscire la notte :ph34r: )

4)il Metaldetectorista si obbliga a donare alla Soprintenza tutto ciò che può essere ritenuto di interesse mentre viene lasciato alla persona tutto ciò che non è ritenuto rilevante o conosciuto in svariati esemplari dopo studio se necessario.

5) si sa chi esce e quando esce!! cercando di convogliare questi signori verso associazioni che possono essere coptate per ricerca di superfice o sopralluoghi

ecc..ecc...

l' esempio dell' Alto Adige sta li ha dimostrare che il cittadino è molto meglio di come lo pensano i legislatori...i cittadini possono sostenere la stessa affermazione al contrario?? ;) :D

concludo rapidamente a mio parere il coinvolgimento e la collaborazione posso dare frutti migliori della repressione ...sopratutto poi quando non ci sono ne i fondi ne la volontà per la reprimere ( leggi cinture di sicurezza al Sud)!!

Ciao

Edited by meja
Link to post
Share on other sites

Paolino67

Concordo in pieno con meja, è quasi esattamente ciò che avevo pensato io... aggiungo solo che il patentino dovrebbe prevedere il pagamento di una quota annuale, che servirebbe a finanziare i corsi tenuti dagli archeologi e tutto il sistema in generale. Con una regolamentazione precisa di questo genere sarebbe molto più facile anche l'andare a colpire i trasgressori e non ci sarebbero nemmeno le solite giustificazioni all'italiana come quelle che abbiamo visto in questo stesso thread. Chi ha l'hobby del MD lo può fare ma seguendo rigorosamente le regole sopra citatae, e chi non le rispetta va severamente punito senza interpretazioni di sorta.

Link to post
Share on other sites

ecco...qui un articolo (con filmato) di quanti DANNI, possa fare l'Uso Indiscriminato del Metal detector SE NON REGOLAMENTATO.

http://tv.repubblica.it/cronaca/anfore-monete-e-messali-maxi-sequestro-di-reperti/76954/75319?ref=HREV-5

spero davvero che l'idea di Meja, possa essere recepita e, chissà, possa trovare applicazione nel breve futuro. Così da EVITARE situazioni come quella che Vi posto, in cui il patrimonio Culturale Italiano, viene DEPREDATO nel vero senso della parola.

un sincero saluto

S.B.

Link to post
Share on other sites

Staff

L'idea di regolamento di Meja è molto interessante.

Rivolterei l'articolo (2) ovvero le aree in cui non è possibile la ricerca devono essere indicate dalla Sovraintendenza non il contrario. Immagino infatti che un elenco di queste aree già esista no?

ecco...qui un articolo (con filmato) di quanti DANNI, possa fare l'Uso Indiscriminato del Metal detector SE NON REGOLAMENTATO.

Ma non è del tutto vero. La ricerca in zone archeologiche è già proibita così come è proibita ovunque la ricerca di reperti archeologici. Quindi in questo caso non è l'assenza di regolamentazione che ha portato a questo ma comunque la palese infrazione alle leggi già esistenti.

Link to post
Share on other sites

ecco...qui un articolo (con filmato) di quanti DANNI, possa fare l'Uso Indiscriminato del Metal detector SE NON REGOLAMENTATO.

Ma non è del tutto vero. La ricerca in zone archeologiche è già proibita così come è proibita ovunque la ricerca di reperti archeologici. Quindi in questo caso non è l'assenza di regolamentazione che ha portato a questo ma comunque la palese infrazione alle leggi già esistenti.

effettivamente mi sono probabilmente espresso male (purtroppo oramai l'Italiano lo uso solo su questo forum e per parlare con mio fratello al telefono...)

la legislazione Italiana come detto fin qui, é particolarmente contrastante:

se vietata in zone archeologiche la ricerca (SEMPRE)...é "tollerata" in zone NON ARCHEOLOGICHE o (NON ANCORA RECENSITE...) ...alcune provincie però, hanno posto dei PALETTI PIU' STRETTI, Aosta o la provincia del Sudtirol-Alto Adige hanno legiferato in materia, permettendo come detto la ricerca a mezzo MD solo in caso di ottenimento di permesso speciale.

Ora: NON E' ASSOLUTAMENTE DETTO/SCRITTO nell'articolo che ho postato, DOVE SIANO state ritrovate queste OPERE D'ARTE ...chiaramente si fa capire che siano state ritrovate a mezzo metal detector (anche se i libri antichi...é difficile trovarli sotto terra...o le banconote romane...bhe, mi sembra complicato trovarle con il MD a meno che la filigrana non fosse stata in metallo..=)

comunque, detto questo, visto che in ITALIA mi sembra vìgere la presunzione d'innocenza, bhe, in maniera molto "naif" ritengo che le persone che abbiano trovato questo TESORO, l'abbiano fatto in ZONA NON ARCHEOLOGICA o NON ATTUALMENTE SOTTOPOSTA A VINCOLO ALCUNO (non posso asserire il contrario, dal momento che non ho prove in merito...) e che Pur essendo vietata la RICERCA di BENI ARCHEOLOGICI, queste persone abbiano trovato tutto questo "BEN DI DIO", per puro CASO, magari ricercando le chiavi di casa smarrite :D :D

dunque, ribadisco che A MIO PARERE, se ci fosse stata una legislazione come quella che qui in Svizzera abbiamo (nel canton di Vaud per esempio o anche a Ginevra e nel Canton Friborgo) che prevede di uscire a ricercare con il MD previo accordo dell'autorità archeologica competente, e segnalare ogni ritrovamento con le coordinate GPS, da inviare via MAIL assieme alla foto dell'oggetto ritrovato (che abbia più di 250 anni...) all'Ufficio archologico cantonale che ha rilasciato il permesso. e che, nel caso avesse un certo valore o interesse storico, sarebbe ACQUISTATO a prezzo di mercato dall'ufficio archeologico cantonale (e pagato nei tre mesi successivi alla dichiarazione con la media della stima di due periti - uno nominato dall'ufficio archologico cantonale, l'altro dall'inventore del bene).

bhe, così facendo, sicuramente A MIO VEDERE, non ci sarebbero questi movimenti ILLEGALI (o sicuramente sarebbero ridotti di molto...) e ci si potrebbe DIVERTIRE DI PIU', uscendo con il MD (per fare delle splendide BATTUTE DI RICERCA con gli amici - ed al contempo, sapendo di fare nel proprio piccolo del bene alla comunità.)

detto questo SCRIVO PER TUTTI e vorrei fare un piccolo esempio su un differente ambito, quello appunto della Legislazione da proporre con le forti differenze che ci sono qui in Svizzera rispetto all'Italia.

parlando con il direttore del Museo della MONETA della Svizzera Romanda di Losanna, (anzi la direttrice, poichè donna...=) - e consiglio a chiunque fosse di passaggio a Losanna di andarlo a vedere...perché é MERAVIGLIOSO DAVVERO! ) - ed in più per chi magari non si potesse permettere i 7 franchi d'ingresso, come TUTTI I MUSEI Elvetici, il primo sabato di ogni mese é sempre ad ingresso gratuio! ) é emerso quanto la TESI secondo la quale i DETECTORISTI rovinino il substrato delle vestige storico-archologiche ancora non emerse, sia una mera SCUSA. come ben si sa infatti le ricerche archeologiche non vengono effettuate nei primi 25 cm di sottosuolo...ed i DENTI degli aratri, scendono a minimo 50 cm nella terra (di fatto già rovinando irrimediabilmente quello che c'é in quello spazio)...la grave perdita che invece i detectoristi arrecano alla collettività, é quella di estrapolare dal proprio contesto, elementi che potrebbero servire a DATARE con precisione il SITO, e quindi si cerca la SCUSA del fatto che, arrechino un DANNO, scavando i primi 25 cm di terreno, e quindi ROVINANDO irrimediabilmente i siti archeologici, per far leva sulla morale - (attenzione, non sono mie convinzioni, sono convinzioni che mi sono state riferite da un TECNICO del settore...)

cos'ha fatto dunque il canton VAUD / Ginevra...Friborgo?...obbliga i detectoristi RECENSITI (previa presentazione di un DOSSIER che dev'essere validato dalla commissione archeologica cantonale - ma se uno ha la fedina penale pulita ed é in regola con il pagamento delle tasse...non ci sono problemi ad ottenere il pateintino) a segnalare le uscite via mail poco prima di partire (anche 2 minuti...non c'é problema - e non serve segnalare il luogo preciso, basta solo il COMUNE su cui si desidera effettuare la ricerca) ...e, nel caso di ritrovamenti, entro le 24 ore, inviare FOTO o scanning all'ufficio archeologico, assieme alle coordinate GPS del luogo in cui l'oggetto é stato ritrovato.

se entro 48 ore dal ritrovamento non si hanno risposte da parte dell'ufficio cantonale - sempre via mail - il bene diventa di proprietà ESCLUSIVA dell'inventore.

una legge SEMPLICE, CHIARA e che aiuta molto sia i DETECTORISTI che LEGALMENTE si divertono a fare delle splendide uscite - sia l'ufficio archeologico che, di fatto, ha una visione molto più chiara del panorama di ritrovamenti del cantone e quindi può fare ricerche approfondite in merito a dove siano stati effettuati interessanti rittrovamenti

Ora: in Italia mi rendo conto che sia IMPRATICABILE seguire questa strada, anche perché l'Italia é un PAESE talmente lento nel recepire i cambiamenti, che di fatto la burocrazia blocca lo sviluppo del Paese.

Vi faccio un esempio banale: qui le multe, arrivano via posta normale...ed il 98 % dei multati LE PAGA - senza bollettini postali, semplicemente inviando una mail all'ufficio che ha inviato al contravvenzione, indicando il numero di carta di credito e il montante che si autorizza a prelevare per il pagamento dell'ammenbda.

in Francia IDEM (anche se non conosco la percentuale di pagamento, che comunque é molto ma molto alta)...in Italia invece, se non vi é la raccomandata a certificare la ricezione dell'ammenda, nessuno la paga, e anche lì a volte, si cerca sempre di tirare per le lunghe...

ovviamente il problema é CULTURALE...qui la Pubblica Amministrazione Funziona SOLO VIA INTERNET...non serve più spostarsi da casa...certificati, domande, TUTTO VIA INTERNET, poiché c'é una legge che IMPONE internet nelle case. (il 97,2 % degli Svizzeri é collegato alla rete - e parliamo di una Naziona TOTALMENTE ALPINA...e quindi non facile da cablare in tutte le sue aree..però ce la si fa...) c'é pure una legge che impone una connnessione internet GRATUITA per chi non se la possa permettere...

ciò significa: COSTI BASSI per la Pubblica Amministrazione - NOTIZIE ED INFORMAZIONI in TEMPO REALE - snellimento delle pratiche.

e solo per dire: LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA NONE SISTE. chiunque, può tranquillamente inviare la propria domanda o richeista via mail da qualsiasi provider...che é tranquillamente accettata, al pari della posta-certificata Italiana.

non voglio essere critico con l'Italia, un Paese di cui sono anche (e fieramente a volte) cittadino...

vorrei essere un pò critico con chi GOVERNA l'Italia: a volte dovrebbe ricordare che un Paese, non é così grande se non ammette i propri errori, e se non prova a correggerli, magari prendendo spunto dagli altri.

gli Svizzeri, i Francesi, i tedeschi, gli spagnoli, i portoghesi, ed anche gli oggi tanto bistrattati greci...hanno MOLTO DA IMPARARE dal Belpaese...ma sicuramente hanno anche QUALCOSA DA INSEGNARE, ed al Parlamento Italiano farebbero bene a ricordarselo, (non solo nell'ambito della ricerca metalli...) mettendo da parte i campanilismi vari, non arroccandosi su idee corporativistiche di medievale memoria e rendendosi conto che, SOLO GLI STUPIDI, NON CAMBIANO MAI IDEA.

un caro saluto da Ginevra.

S.B.

Link to post
Share on other sites

allarmerosso

ecco...qui un articolo (con filmato) di quanti DANNI, possa fare l'Uso Indiscriminato del Metal detector SE NON REGOLAMENTATO.

http://tv.repubblica.it/cronaca/anfore-monete-e-messali-maxi-sequestro-di-reperti/76954/75319?ref=HREV-5

spero davvero che l'idea di Meja, possa essere recepita e, chissà, possa trovare applicazione nel breve futuro. Così da EVITARE situazioni come quella che Vi posto, in cui il patrimonio Culturale Italiano, viene DEPREDATO nel vero senso della parola.

un sincero saluto

S.B.

scusami se mi permetto, ma qui si esagera......

qui si parla di anfore e messali, non solo di monete.

i primi non si trovano certo con il metal detector, ma così a occhio nemmeno le monete sono state trovato con il metal detector.

questi, quasi sicuramente usavano sonde o georadar per trovare cavità sotterranee, dove, di conseguenza, si sono trovate anche le monete assieme alle anfore e al resto, mentre il messale se lo sono proprio rubato.....

Secondo voi, se viene istituito il patentino, questa gente non esisterà più ??

Per fare un esempio pratico, io un'arma per possederla devo avere un determinato permesso (porto d'armi sportivo, porto d'armi uso difesa, permesso di detenzione in abitazione, permesso di detenzione armi storico ecc. ecc.) eppure esistono ancora i sicari e quante armi con matrice abrasa si serquestrano abitualmente ?

eppure esiste una legge per la regolare detenzione di un'arma.....

quindi, patentino o non patentino, i tombaroli esistono ed esisteranno sempre con mezzi ben più sosfisticati e costosi di un normale metal detector, così come esistono ed esisteranno ladri, assassini...

si dovrebbe poter cambiare le persone, l'educazione al rispetto, ecc. ecc.

ma questa è pura e semplice utopia......

EDIT: aggiungo anche un filmato dove si vede cosa usano i tombaroli per trovare le cavità

Edited by allarmerosso
Link to post
Share on other sites

scusami se mi permetto, ma qui si esagera......

ed hai ben ragione: QUI si esagera davvero :)

il problema é che, con le tristi generalizzazioni, spesso a volte i CRIMINALI TOMBAROLI vengono associati ai ricercatori della "domenica" ...

certo sappiamo bene che NON E' COSI', ma purtroppo le generalizzazioni sono molto negative e fanno del male a TUTTI.

come ad esempio, ogni qual volta, qui in Isvizzera, tiro fuori (per lavoro...cinema...viaggi)...il mio secondo passaporto, quello Italiano...allora divento automaticamente: UN AMANTE DEL CALCIO...un MANGIATORE DI SPAGHETTI E PIZZA giorno e notte....un PROVETTO SUONATORE DI MANDOLINO ...(quando va bene...) e quando va male...bhe, tralasciamo...

ora: NON SONO CERTO COSI'...(io il mandolino credo di averlo visto solo in fotografia tra l'altro... :D ) però per la DURA LEGGE DELLE GENERALIZZAZIONI...si fa di tutta l'erba un fascio...e quindi mi porto dietro i luoghi comuni. come cambio passaporto, ecco cambiare anche i luoghi comuni.

ieri leggevo una notizia sul quotidiano "LA TRIBUNE DE GENEVE", che parlava della situazione della GIUSTIZIA in Italia...non ho più sottomano il giornale, quindi vado a memoria...e appunto si parlava dei casi di accanimento giudiziario nei confronti di piccoli crimini, mentre si sottolineava come i GRANDI crimini fossero in proporzione meno perseguiti dalla giustizia.

ora: non entro nel merito...si trattava di un articolo di giornale scritto da un giornalista Ginevrino per uno quotidiano del canton Ginevra, che sicuramente ha seguito i dettami politici della Sua testata, ma terminava con una bella frase ad effetto, che tradotta in Italiano fa più o meno così:

"nella tela di ragno, rimangono incastrate le mosche, ma vi passano attraverso i calabroni"

ecco, magari la mia speranza sarebbe proprio quella...di non fare di tutta l'erba un fascio...e magari nello specifico, cercare di legiferare sulla materia Metal detecting, affinché i VERI CRIMINALI non vengano nemmeno lontanamente messi nel calderone dei RICERCATORI DELLA DOMENICA.

solo una mia idea, sia chiaro.

ho diversi amici ITALIANI o RESIDENTI in ITALIA che praticavano qui con me il Metal detecting in Isvizzera, ed ora, tarsferitisi in Italia, hanno lasciato perdere tutto, per paura di incorrere in sanzioni o problematiche.

(e trattasi di Funzionari e Quadri Amministrativi - che nulla hanno a che vedere con TOMBAROLI, RICETTATORI, ecc ecc...)

un saluto sincero

S.B.

Link to post
Share on other sites

si dovrebbe poter cambiare le persone, l'educazione al rispetto, ecc. ecc.

ma questa è pura e semplice utopia......

qui mi permetto di DISSENTIRE...

se si getta la spugna in partenza...non si riusciranno MAI a fare i grandi cambiamenti!

se Colombo avesse detto: "sorpassare le colonne d'ercole é pura Utopia"....bhe, chissà quanti anni più tardi e CHI avrebbe scoperto l'America.

non si deve MAI cedere alla frutrazione...mia madre mi diceva sempre quand'ero bambino: "CHI VUOLE, PUO'"....e la devo ringarziare ancor oggi per quell'insegnamento.

certo, serve tempo, voglia, interesse é difficile cambiare...soprattutto la CULTURA di un popolo...ma tutti i cambiamenti, anche RADICALI, possono essere fatti....l'importante é non cedere alla frustrazione ed accettare passivamente il sistema.

così haimé, si combatte (involontariamente) il progresso.

saluti sinceri

S.B.

Link to post
Share on other sites

Paolino67

Secondo voi, se viene istituito il patentino, questa gente non esisterà più ??

Credo che nessuno di quelli che appoggiano l'idea patentino abbia mai voluto associare questa possibile idea con l'eliminazione dei veri tombaroli. Il patentino servirebbe null'altro che a una seria regolamentazione del settore metal-detecting, che personalmente tengo ben separato dal settore dei tombaroli da te descritti. Invece oggi la confusa e nello stesso tempo rigida normativa tende a buttare tutto in un unico calderone, col risultato che si getta via il bimbo con l'acqua sporca. Cominciamo ad imporre una seria regolamentazione del settore MD, secondo me ne trarrà benefici tutto il settore.

Link to post
Share on other sites

allarmerosso

sicuramente ne trarrà beneficio, ma non si risolverà il problema, anzi, come al solito, qualche furbone ci sarà che con il patentino crederà di avere l'immunità

si dovrebbe poter cambiare le persone, l'educazione al rispetto, ecc. ecc.

ma questa è pura e semplice utopia......

qui mi permetto di DISSENTIRE...

se si getta la spugna in partenza...non si riusciranno MAI a fare i grandi cambiamenti!

se Colombo avesse detto: "sorpassare le colonne d'ercole é pura Utopia"....bhe, chissà quanti anni più tardi e CHI avrebbe scoperto l'America.

non si deve MAI cedere alla frutrazione...mia madre mi diceva sempre quand'ero bambino: "CHI VUOLE, PUO'"....e la devo ringarziare ancor oggi per quell'insegnamento.

certo, serve tempo, voglia, interesse é difficile cambiare...soprattutto la CULTURA di un popolo...ma tutti i cambiamenti, anche RADICALI, possono essere fatti....l'importante é non cedere alla frustrazione ed accettare passivamente il sistema.

così haimé, si combatte (involontariamente) il progresso.

saluti sinceri

S.B.

lo ripeto e lo ripeterò, finchè in Italia saremo comandati da gente dove il più giovane ha visto la seconda guerra mondiale, con la mentalità chiusa e ottusa non si potrà mai!!

quando si preferisce legnare piuttosto che "spiegare"....

invece di fare cultura, si preferisce reprime...

e sto parlando in tutti i campi, non solo nel metal detector......

Link to post
Share on other sites

lo ripeto e lo ripeterò, finchè in Italia saremo comandati da gente dove il più giovane ha visto la seconda guerra mondiale, con la mentalità chiusa e ottusa non si potrà mai!!

quando si preferisce legnare piuttosto che "spiegare"....

invece di fare cultura, si preferisce reprime...

e sto parlando in tutti i campi, non solo nel metal detector......

triste ma correttissima visione dello Stivale.

chissà...la speranza é l'ultima a morire...speriamo comunque, non se ne vada PRIMA dei FOSSILI che quotidianamente passeggiano per il Transatlantico a Roma :D (ma tra tutti i privilegi che hanno, dispongono pure delle BADANTI pagate dai contribuenti? :D :D )

comunque già mi piacciono le campagne di sensibilizzazione che la RAI fa per spiegare che LE TASSE VANNO PAGATE per generare SERVIZI buoni per la collettività intera...onestamente, credo che se questo continuasse per più e più generazioni, qualcosa nelle menti di TUTTI, potrebbe forse iniziare a smuoversi.

spero di esserci comunque ancora, quando l'ITALIA tornerà ai FASTI che merita!

S.B.

Approfitto del messaggio, per fare un piccolo esempio OFF TOPIC.

qui in Isvizzera, il sistema politico (di pura DEMOCRAZIA DIRETTA) é basato su più o meno lo stesso sistema Italiano: (più o meno, poiché siamo una Repubblica Federale Direttoriale a differenze dell'Italia notamente Repubblica Parlamentare)

il potere legislativo spetta all'ASSEMBLEA FEDERALE che é divisa in due camere, la bassa CONSIGLIO NAZIONALE (200 membri) e quella alta: il CONSIGLIO DEGLI STATI (47 membri: ogni cantone ne elegge 2, i semicantoni 1 soltanto)

ora: a parte il PRESIDENTE del Consiglio Nazionale (l'equivalente di Fini per l'Italia) ed il Presidente del Consiglio degli Stati (l'equivalente di Schifani per l'Italia) TUTTI gli altri eletti all'assemblea federale, MANTENGONO oltre all'Incarico di Governo (pagato tramite gettone di presenza) il PROPRIO LAVORO!

(chi é medico continua a fare il medico, chi insegnante continua a fare l'insegnante, chi metalmeccanico continua a fare il metalmeccanico, chi é avvocato, continua a fare l'avvocato!) e questa é una PRASSI BEN CONSOLIDATA, poiché si stabilisce che SOLO LAVORANDO QUOTIDIANAMENTE, un membro dell'assemblea federale, potrà essere VICINO ai problemi REALI dei CITTADINI, e quindi di fatto, lavorarà per cercare di mitigarli.

nessuno é quindi LEGATO alla propria poltrona, (anche se, ci sono eccezioni...) poiché é un LAVORO PARTICOLARENTE ONEROSO continuare la propria vita di metalmeccanico, avvocato, medico, magari padre/madre di famiglia, gioocatore di Hockey nei ritagli di tempo e...PARLAMENTARE eletto all'assemblea federale!

anche in Isvizzera ci sono i problemi non é certo il Paese del bengodi...ma sinceramente ritengo che il modo di governare, sia particolarmente conveniente...

non dico di trasporlo in Italia...ma magari qualche insegnamento, lo potrebbe anche dare...=)

S.B.

Edited by superbubu
Link to post
Share on other sites

allarmerosso

sinceramente non lo conoscevo, ma questo è il metodo che ho sempre sostenuto io.

così deve essere!!!

Adesso chiudiamo l'OT che è meglio ;)

Edited by allarmerosso
Link to post
Share on other sites

sicuramente ne trarrà beneficio, ma non si risolverà il problema, anzi, come al solito, qualche furbone ci sarà che con il patentino crederà di avere l'immunità

si dovrebbe poter cambiare le persone, l'educazione al rispetto, ecc. ecc.

ma questa è pura e semplice utopia......

qui mi permetto di DISSENTIRE...

se si getta la spugna in partenza...non si riusciranno MAI a fare i grandi cambiamenti!

se Colombo avesse detto: "sorpassare le colonne d'ercole é pura Utopia"....bhe, chissà quanti anni più tardi e CHI avrebbe scoperto l'America.

non si deve MAI cedere alla frutrazione...mia madre mi diceva sempre quand'ero bambino: "CHI VUOLE, PUO'"....e la devo ringarziare ancor oggi per quell'insegnamento.

certo, serve tempo, voglia, interesse é difficile cambiare...soprattutto la CULTURA di un popolo...ma tutti i cambiamenti, anche RADICALI, possono essere fatti....l'importante é non cedere alla frustrazione ed accettare passivamente il sistema.

così haimé, si combatte (involontariamente) il progresso.

saluti sinceri

S.B.

lo ripeto e lo ripeterò, finchè in Italia saremo comandati da gente dove il più giovane ha visto la seconda guerra mondiale, con la mentalità chiusa e ottusa non si potrà mai!!

quando si preferisce legnare piuttosto che "spiegare"....

invece di fare cultura, si preferisce reprime...

e sto parlando in tutti i campi, non solo nel metal detector......

sappiamo tutti come siamo messi in Italia a classe dirigenziale e non butterei la croce solo sulla politica

questo stato di cose è andato bene ad un sacco di gente non solo ai politici!!!!!

ma queste generalizzazioni banalizzano solo i ragionamenti

cerchiamo , se possibile , di rimanere in argomento portando dei suggerimenti ad una possibile legge di regolamentazione dell' uso del MD

le idee svizzere di superbubu mi sembrano molto intelligenti...ad esempio

Link to post
Share on other sites

allarmerosso

il problema è che noi ne possiamo discutere per pagine e pagine, trovare un milione di soluzioni, ma tanto poi il discorso si chiude qui....

non spererete mica che qualcuno del governo legga questa discussione e dica "ohhh teh, vah, facciamo la legge come la dicono questi bravi ragazzi"

se fosse così facile........

Link to post
Share on other sites

il problema è che noi ne possiamo discutere per pagine e pagine, trovare un milione di soluzioni, ma tanto poi il discorso si chiude qui....

non spererete mica che qualcuno del governo legga questa discussione e dica "ohhh teh, vah, facciamo la legge come la dicono questi bravi ragazzi"

se fosse così facile........

ma quelli del governo dicono di continuo "ohh teh,vah" quindi ...........possiamo sperare :D

Link to post
Share on other sites

scusate,

ormai é passato già un pò di tempo dalla mia laurea, quindi molte cose le ho scordate:

in Italia come si fa a fare una proposta di legge?...nel senso: l'iter é solo per via parlamentare o esiste almeno in parte la democrazia diretta, quindi anche un privato cittadino può proporre al parlamento una prposta di legge?...

non per arroganza alcuna, ma sinceramente, se ciò fosse possibile come lo é qui in Isvizzera, mi impegnerei volentieri a scrivere (tempo e lavoro permettendo) una proposta di legge da far pervenire tra gli scranni di Montecitorio.

(mettendo assieme le nostre idee, e soprattutto facendola correggere ad un ITALOFONO migliore di me - che di fatto non sono nemmeno di lingua materna Italiana...=)

alla fine sono anche io cittadino Italiano, quindi deduco che potrei farlo, pur se residente all'estero. deduco che se ho diritto di Voto inquanto residente all'estero (voto che UTILIZZO ad ogni tornata elettorale e/o referendaria)...bhe, forse potrei anche presentare una proposta di legge...

correggetemi se sbaglio, la mia é pura teoria...purtroppo oltre al TG quotidiano, l'Italia per me é culturalmente abbastanza distante.

cordialità

S.B.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.