Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Guest fabrizio.gla

120 Grana 1818, variante cifra 8 su 9 (autoregalo)

Risposte migliori

Guest fabrizio.gla

Stavolta Vi presento un autoregalo :)

Peso e diametro nella norma.

L'avrei voluta fotografare con l'ottica macro, ma non ho resistito e l'ho scattata con il catorcio di digitale...

Scusate se uso il mio logo in modo così invasivo, ma è l'unico modo per evitare di vedermele poi in vendita sul noto sito, come mi è capitato altre volte :(

120G_18_w.jpg

Bordo che presenta ancora una notevole freschezza

bordo1818_8su9w.jpg

Un salutone a tutti!

F.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
francesco77

Stavolta Vi presento un autoregalo :)

Peso e diametro nella norma.

L'avrei voluta fotografare con l'ottica macro, ma non ho resistito e l'ho scattata con il catorcio di digitale...

Scusate se uso il mio logo in modo così invasivo, ma è l'unico modo per evitare di vedermele poi in vendita sul noto sito, come mi è capitato altre volte :(

120G_18_w.jpg

Bordo che presenta ancora una notevole freschezza

bordo1818_8su9w.jpg

Un salutone a tutti!

F.

Moneta priva di difetti, in questo stato direi che siamo ad una rarità molto alta, bella la patina e capigliatura praticamente intatta. Io dico uno spl/fdc. Se i fondi dovessero essere brillanti allora anche di più. Sei d'accordo? Hai visto i segni verticali nel taglio? Quelli sono i bordi delle ghiere per imprimere le leggende nel taglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Sparaci un super ingrandimento della data!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest fabrizio.gla

Sparaci un super ingrandimento della data!

Non è proprio un super ingrandimento, ma si vede abbastanza bene :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest fabrizio.gla

Sei d'accordo?

Si, lo spl/fdc lo trovo anch'io più consono, almeno per il dritto, mentre il rovescio è una spanna sopra, direi che il qFDC se lo merita.

Non ha vistosi difetti, come tu stesso hai constatato.

Il ritratto è davvero molto bello, ha una lievissima debolezza di conio nella zona dell'occhio, quasi impercettibile ad occhio nudo.

Peccato invece al R/ ha degli esigui strappi di conio sullo stemma, con piccole schiacciature, sempre molto tenui, ma la corona purtroppo è toccata da una schiacciatura più pesante.

Come sai non colleziono varianti, facendo esclusivamente la tipologia, ma di questa moneta, vista la scansione tramite un amico, mi ha stregato il dritto, davvero eccezionale, con il ritratto di Ferdinando che risalta in fuori. Il R/ invece ha un po più di lustro del D/.

La moneta proviene da inasta 44, lotto 1470. Andò invenduto. In effetti la foto di presentazione non mi ispirava, ma avendo poi visto una scansione... era decisamente un'altra moneta.

Ne ho anche un'altra che se riesco la posto dopo.

Un saluto a tutti,

F.

Modificato da fabrizio.gla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Liutprand

Mi piace la patina, io direi che siamo tra SPL+ e qFDC

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Gran bel pezzo! Se non avesse avuto quei normalissimi difetti conio sarebbe stata talmente perfetta da far dubitare della originalita.Sono un po la firma della zecca napoletana. :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Mi congratulo per l'importante tondello, la conservazione parla da sè.

Concordo il ritratto è sublime, sembra fatto oggi..

Ma possibile che la tua sensibilità non abbia ancora aprrezzato il rame???

Ciao Eros

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest fabrizio.gla

Ma possibile che la tua sensibilità non abbia ancora aprrezzato il rame???

Caro Eros... grazie per i tuoi apprezzamenti :)

Anche il rame mi piace tantissimo... ma purtroppo le risorse economiche sono quello che sono, :(

per questo ho deciso di collezionare esclusivamente scudi (in questo caso piastre) in argento, e solo per tipologia.

Non disdegno altri metalli, ed altre monetazioni, che approfondisco solo ed esclusivamente per studio... un domani... chissà...

Un caro saluto :)

F.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rex Neap

[.....] ma il "19" non esiste..........vediamo se qualcuno conosce i motivi del perchè di questa data. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

[.....] ma il "19" non esiste..........vediamo se qualcuno conosce i motivi del perchè di questa data. ;)

E' certamente un errore di punzonatura, difficile da stabilire se fatto di proposito, nella mezza piastra è più evidente la cifra 9, la parte superiore del numero ha un cerchio interno ovale e non circolare come l' 8. http://www.ilportaledelsud.org/monete_napoletane.htm

10aferdinandoimezzapias.jpg

Uploaded with ImageShack.us

10ferdinandoimezzapiast.jpg

Uploaded with ImageShack.us

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Galenus

Dopo la legge 1176 del 20 aprile 1818, si decise di lasciare questa data sulle monete (proprio a celebrazione di tale legge, che riorganizzava il sistema monetario napoletano, peraltro unificato con il siciliano) per tutti gli anni (fino al 1825) in cui esse furono coniate. La mia idea (però è solo un'idea) è che, almeno inizialmente, si volessero coniare queste monete imprimendo su ognuna l'esatto anno di coniazione, tanto è vero che ne esistono con impresso l'anno 1817, e che solo nel 1818 si sia poi deciso di lasciare quell'anno (il 1818) su tutte le venture monete a memoria della legge n° 1176. Intanto, però, probabilmente si erano già preparati i conii per l'anno successivo (1819), e quindi potrebbe essere stato necessario un "cambio in corsa", così da non buttarli via, avendo comunque monete impresse con 1818. Salute.

Modificato da Galenus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Dopo la legge 1176 del 20 aprile 1818, si decise di lasciare questa data sulle monete (proprio a celebrazione di tale legge, che riorganizzava il sistema monetario napoletano, peraltro unificato con il siciliano) per tutti gli anni (fino al 1825) in cui esse furono coniate. La mia idea (però è solo un'idea) è che, almeno inizialmente, si volessero coniare queste monete imprimendo su ognuna l'esatto anno di coniazione, tanto è vero che ne esistono con impresso l'anno 1817, e che solo nel 1818 si sia poi deciso di lasciare quell'anno (il 1818) su tutte le venture monete a memoria della legge n° 1176. Intanto, però, probabilmente si erano già preparati i conii per l'anno successivo (1819), e quindi potrebbe essere stato necessario un "cambio in corsa", così da buttarli via, avendo comunque monete impresse con 1818. Salute.

Ciao Galenus, quello che dici è probabile. Anch'io la penso come te. Ovviamente nessuno nel 2012 può testimoniare tale cambiamento in corso d'opera :rofl: .

Per accertarsi (quasi) della tua teoria bisognerebbe vedere se in giro ci sono altre piastre e mezze piastre con 9 corretto ma di conio differente da quelle postate in questa discussione. Almeno ci rendiamo conto se fu un errore di distrazione su un solo conio oppure una serie di conii già pronti e successivamente rettificati. :help:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

In un altro intervento avevo già riportato un documento a tale riguardo........ma non riesco a trovare la discussione, lo ripropongo .............e spero possa chiarire l'equivoco riguardo la data 1819 >

Direzione Generale delle Monete- Segretariato, Napoli 12 Aprile 1822;

Eccellenza, la monetazione di argento, che deve farsi con la massa dei pezzi duri, esistenti al Banco ed approvata da S.M. (D.G.) mi presenta l’occasione di darle conoscere essere necessario far imprimere sulle monete, l’epoca dell’anno corrente, all’emanazione della legge monetaria del Regno del 20 Aprile 1818; fin ora si è coniata la moneta, tanto di oro quanto di argento con l’epoca 1818 e questo per una privata misura di Zecca, cioè per non dar luogo a fare diverse serie di monete, il che sarebbe accaduto se in ogni anno si fosse cambiata l’epoca.

Ora però che và ad intraprendersi una monetazione vistosa, sarebbe di bene distinguerla con l’epoca corrente, tanto più che nelle vicende dell’anno 1820, essendo accadute delle piccole monetazioni si dovettero fare alla rinfusa per la premura, che se ne dava, e vi sono perciò delle monete non del tutto bene impresse; per non confondersi dunque con le nuove, che vanno a farsi, sarà giusto espediente distinguerle con apporvi l’epoca dell’anno corrente.

Questa misura intendo doversi applicare alla sola moneta d’argento, mentre quella di oro non ha avuto vicende alcuna e potrà continuarsi con l’epoca fissa del 1818; infine questo cambiamento non porta conseguenza né di spesa, né di alcuna altra riforma.

Ne demando dunque la di Lei superiore autorizzazione: Firmato, Il reggente del Banco, Direttore Generale dell’Amministrazione delle Monete.

Dll’anno 1818 sino alla fine del Regno di Ferdinando I furono fatte molte coniazioni e reimpressioni di monete, come si rileva dalle “liberate”, delle quali vi è notizia nell’Archivio della Zecca, ma non fu cambiato il millesimo sulla moneta, perché fu preferito non lasciare il criterio seguito, cioè che la data apposta 1818, dovesse essere l’indicazione della data della legge dalla quale traeva origine quella monetazione.

Pietro

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest fabrizio.gla

Prima timida prova con la nuova reflex...

L'intento di questa era di far rendere le varie tonalità della patina...

120G-1818_8su9_R.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Galenus

Scopo pienamente raggiunto, ottima la foto, bellissima la patina (chissà come e dove si è formata...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

grande fabrizio...questa moneta è superba. :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Prima timida prova con la nuova reflex...

L'intento di questa era di far rendere le varie tonalità della patina...

120G-1818_8su9_R.jpg

Uaaoooohhhhh! Si vedono i particolari in ogni elemento degli ordini cavallereschi! Bravo! Ottima riproduzione fotografica!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabione191

Ciao.

Che macchina fotografica hai preso, che mò che viene natale me la faccio regalare dal mio titolare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

calao

Basta anche una Canon 550D, l'importante è l'obbiettivo : per le monete basta un macro come questo:http://www.ebay.it/itm/MB-SIGMA-Obiettivo-50-mm-f-2-8-DG-Macro-EX-/350632543442?pt=Obiettivi&hash=item51a35404d2

magari anche un Tamron che costa meno...

comploimenti a fabrizio per la moneta!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

si vede che le reflex sono di un altro livello... anche se il blu della patina iridescente è un po' troppo acceso... che sia un settaggio troppo alto della saturazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest fabrizio.gla

Grazie per i commenti :)

Con la reflex mi sto divertendo anche con altri soggetti (ho da sempre avuto un'accesa passione fotografica), per cui ho preso un'attrezzatura un po più spinta di quella che dice @@calao, anche se quella da lui menzionata è decisamente di più che buon livello.

Unica differenza uso un obiettivo macro molto lungo (180mm), idoneo anche per fotografare insetti da una comoda distanza.

Per il corpo macchina ho preso una Canon 5D mark II, avendo trovato un'ottima offerta questa estate praticamente nuova, insieme con un 24-70mm.

@@Layer1986

Ciao, la prova è stata fatta con un setup di luci un po "aggressivo", enfatizzato poi dal modo in cui ho posizionato la moneta, e questo ha fatto si che i colori della patina venissero tutti fuori, ed in modo molto vivace. Il lavoro in post produzione con il formato RAW ha visto toccare solamente un po la nitidezza (aumentata leggermente), l'esposizione ed il contrasto (diminuiti leggermente).

Tutto sommato anche se non sono scontento del risultato ottenuto, ho ancora margine di miglioramento e sto facendo ulteriori prove. Preferisco in ogni caso uno scatto con colori più tenui, tipo foto da catalogo d'asta, anche se si perde la "spettacolarità" di tutta la fantasmagoria di colori della patina e dello stato dei fondi.

Grazie ancora per i Vostri apprezzamenti, fanno sempre piacere! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest fabrizio.gla

Preferisco in ogni caso uno scatto con colori più tenui, tipo foto da catalogo d'asta, anche se si perde la "spettacolarità" di tutta la fantasmagoria di colori della patina e dello stato dei fondi.

Ecco cosa intendevo :)

Scusate il logo, ma mi sono stufato di vedere le mie immagini rubate su ebay... :(

120G-1818rstr_w.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lucadesign85

Preferisco in ogni caso uno scatto con colori più tenui, tipo foto da catalogo d'asta, anche se si perde la "spettacolarità" di tutta la fantasmagoria di colori della patina e dello stato dei fondi.

Ecco cosa intendevo :)

Scusate il logo, ma mi sono stufato di vedere le mie immagini rubate su ebay... :(

Un capolavoro...sie per la foto che per la moneta in essa immortalata! Complimenti Fabrizio!

Modificato da lucadesign85

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Preferisco in ogni caso uno scatto con colori più tenui, tipo foto da catalogo d'asta, anche se si perde la "spettacolarità" di tutta la fantasmagoria di colori della patina e dello stato dei fondi.

Ecco cosa intendevo :)

Scusate il logo, ma mi sono stufato di vedere le mie immagini rubate su ebay... :(

120G-1818rstr_w.jpg

Ahahahah, e dove? Dai dai, inviami un'e-mail con il link che voglio farmi due risate! Più che un logo mi sembra un murales. ....... Ma lasciali perde che so rragazzi!! :rofl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×