Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Cerca nel Forum

Risultati per Tag 'costantino'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • La più grande community di numismatica
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Nuovi arrivati, presentazioni
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio (Circolo) in area Discussioni
  • Associazione Culturale QUELLI DEL CORDUSIO (Circolo) in area Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo" (Circolo) in area Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese (Circolo) in area Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano (Circolo) in area Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO (Circolo) in area SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese (Circolo) in area Discussioni

Calendari

  • Eventi culturali
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio (Circolo) in area Calendario
  • Associazione Culturale QUELLI DEL CORDUSIO (Circolo) in area Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo" (Circolo) in area Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino (Circolo) in area Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese (Circolo) in area Eventi
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE (Circolo) in area CALENDARIO CNT 2018
  • Circolo Culturale Castellani (Circolo) in area La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO (Circolo) in area Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero" (Circolo) in area Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese (Circolo) in area Eventi

Categorie

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categorie

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio (Circolo) in area Documenti
  • Associazione Culturale QUELLI DEL CORDUSIO (Circolo) in area File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE (Circolo) in area File
  • Circolo Numismatico Asolano (Circolo) in area Documenti dal circolo

Categorie

  • Manuali
  • Storia della numismatica
  • Numismatica antica
  • Numismatica Medioevale
  • Numismatica Moderna
  • Numismatica Contemporanea
  • Euro
  • Lamoneta.it
  • Serate in chat
  • Concorsi

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Marker Groups

  • Utenti
  • Operatori Numismatici

Categorie

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Euro
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese (Circolo) in area Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE (Circolo) in area Interessante link

Trova risultati in.....

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per....

Trovato 26 risultati

  1. Esistono nominali differenti di questa moneta? La piccola è di g.1,67 e mm.14,6 la grande di g.2,58 e mm.18,2 Grazie F.
  2. Illyricum65

    Roma Eterna

    Ciao, ultimo arrivo atto ad ampliare il panorama delle tipologie costantiniane presenti nella mia raccolta. Se di solito prediligo le emissioni londinesi con escursioni in Gallia, questa volta ho acquisito un esemplare proveniente dall’Urbe. Si tratta di una ROMAE AETERNAE acquistata da venditore professionale tedesco. Emissione del 318-319 d.C. , pressoché coeva della SAECVLI FELICITAS e della PAX PERPETVA, con il fine di trasmettere sicurezza al popolo per la ritrovata stabilità seguente la guerra civile tra Costantino e Licinio I (316) che portò all’elezione dei cesari Crispo, Costantino II e Licinio II (317). Il tipo fu poi sostituito con la BEATA TRANQVILLITAS. La moneta inoltre era utile a commemorare i quindecennalia di Costantino, indicati dalle lettere XV incise dalla Vittoria sullo scudo. I rilievi sono discretamente conservati, con un ritratto elmato a mio avviso molto gradevole. RIC VII Roma 146 Obv: CONST-ANTINVS AVG; busto elmato e corazzato rivolto a destra. Rev: ROMAE AETERNAE; Roma seduta verso destra reggente uno scudo sul quale incide XV; in esergo R / […] 20 mm 3.27g Rara. Se la prima lettera in esergo può essere intuita, la seconda è ancora più incerta pertanto resta indecifrabile. Potrebbe essere P, Q, T o S ma ciò non influisce sul numero di RIC. A dirla tutta un amico (che ringrazio per la me ne aveva sconsigliato l’acquisto proprio per l’assenza dell’officina ma considerando che · Si tratta di una moneta rara (o perlomeno non comune) · I rilievi sono in genere ben conservati · Mi ha colpito la decorazione dell’elmo e il suo stato · Non ultimo, un buon rapporto qualità/prezzo ho deciso di non seguire il suo consiglio (comunque gradito). L’alternativa con il ritratto elmato a destra potrebbe essere il RIC 194 che presenta però in esergo un criptogramma che tendo ad escludere. Per chi fosse interessato ad approfondire il tema, vi segnalo il link http://www.constantinethegreatcoins.com/ROMAE/ Per ultimo, come curiosità, il fatto che le parti inferiori sia dell’obverso che del reverso siano entrambe meno impresse mi fa supporre che i due conii (quello di martello e quello di incudine) non fossero perfettamente allineati sullo stesso asse. Trovate? Ciao Illyricum
  3. Illyricum65

    Discreto lotticino costantiniano

    Buongiorno, non so voi ma in questo ultimo periodo non trovo grossi affari sul web. Ovvero riscontro meno esemplari interessanti e a prezzi mediamente più alti. Ma forse è una mia sensazione... più si colleziona e più si diventa selettivi nella scelta. Proprio negli ultimi giorni ho scovato un lotticino di epoca costantininiana acquistato dalla terre galliche del nord. Tipi tutto sommati comuni ma con un buon rapporto prezzo/qualità (6 € a esemplare mi pare un ottimo prezzo) e contraddistinti dalla provenienza da zecche galliche e britannica tranne una. In genere sono varianti non comunissime, a dispetto dei tipi. Ve le presento, anche se le foto non rendono giustizia (sono ben leggibili e con patina bruna superficiale). Prima le due londinesi, le cui emissioni rappresentano sempre uno dei miei interessi. - Londinium RIC VII 48, IMP LICINIVS P F AVG Busto laureato e corazzato rivolto a destra/ SOLI INVICTO COMITI, Sol radiato stante verso sinistra, globo nella mano sinistra e destra sollevata. MLN in esergo, S F nei campi. 315-316 d.C. Rated R 2 secondo il RIC, S secondo il Clooke Toone (14 esemplari censiti nei 4 hoard di riferimento). - Londinium RIC VII 30 var. (assenza di P o P F prima di AVG) Toone 37; Bourton on the Water hoard 1432; Sarzeau hoard 1831, IMP CONSTANTINVS AVG Busto laureato e corazzato rivolto a destra/ GENIO POP ROM, Genio stante verso sinistra, torre o modius in testa, reggente cornucopiae nella mano sinistra e patera nella destra. MSL in esergo, S F nei campi. 314 d.C. Rated R 4 secondo il RIC, R secondo il Clooke Toone (1 esemplare censito nei 4 hoard di riferimento).
  4. Salve a tutti, la monetazione della famiglia di Costantino è estremamente interessante e sono certo di trovare qui qualcuno che saprà risolvere il mio dubbio. Dopo la morte di Costantino, il figlio Costantino, che fino a quel momento aveva coniato monete da Cesare, divenuto imperatore dà il via alla coniazione di monete con la leggenda CONSTANTINUS PF AVG (e simili). praticamente la setssa usata dal padre. Dal momento che anche i tipi del rovescio e i ritratti sono molto simili, mi chiedo come si possa distinguere con certezza una moneta di Costantino augusto coniata dal padre da una analoga coniata dal figlio... sui cataloghi ho visto delle attribuzioni che mi lasciano perplesso e mi chiedo se esista una regola che consenta l'identificazione certa. Grazie
  5. Salve a tutti! Chiedo gentilmente il vostro parere riguardo all'autenticità, e identificazione se risulta autentica, di questo follis ridotto di Costantino. Grazie e a presto! Xenon97
  6. Con queste scritte non riesco a trovare il RIC. Mi aiutate? Grazie Italo Diam.: 18 mm. pero : 2,39 g.
  7. O'trebla

    Un bel ritratto 2

    Ed ecco l altra..
  8. O'trebla

    Un bel ritratto 1

    Ho acquistato questa monetina, ma il venditore (inghilterra) si è sbagliato e me ne ha mandata una molto simile ma di zecca diversa..per farsi perdonare e per assicurarsi un feedback positivo, mi ha spedito quella giusta e mi ha regalato l altra, due al prezzo di una meglio di così..ve le mostro, le trovo davvero gradevoli entrambe. Ecco la prima..
  9. Buonasera. Dopo aver chiesto l'autenticità della monetina di Costantino, con l'elmo, chiedo gentilmente la veridicità di questa. Premetto che a me da una sensazione alquanto strana, di falsità...Secondo voi?
  10. O'trebla

    Consiglio acquisto libro

    Ciao a tutti, qualcuno mi può gentilmente consigliare quale libro comprare per l identificazione delle monete romane del periodo di Costantino? Grazie.
  11. Druso Galerio

    Bassiano, il cognato di Costantino

    Salve a tutti, rileggendo con più attenzione alcuni passaggi della storia post tetrarchica, mi sono soffermato sulla figura di Bassiano; marito di una delle figlie di Costanzo Cloro, egli fu cognato di Costantino il Grande. Come riporta sinteticamente wikipedia: "Si trattava di un matrimonio politico: dopo l'alleanza stretta nel 313 e la sconfitta di Massimino Daia, Costantino e Licinio si erano divisi l'Impero romano, tenendo il primo l'Occidente e il secondo l'Oriente; ora Bassiano era cognato di Costantino, mentre suo fratello Senecione era stretto collaboratore di Licinio.Costantino nominò Bassiano cesare dell'Italia, e inviò Flavio Costanzo a Licinio, per convincerlo a riconoscere il rango di Bassiano; questi avrebbe governato facendo da cuscinetto tra i due augusti. Licinio era contrario a questo accordo, in quanto riteneva Bassiano un uomo di Costantino; tramite Senecione, convinse allora quest'ultimo a ribellarsi a Costantino.Quando Bassiano prese le armi contro il cognato, scoprì che Costantino era stato messo al corrente del suo tradimento da alcuni ufficiali a lui fedeli: l'imperatore fece arrestare, condannare e mettere a morte Bassiano." Anche nell'enciclopedia costantiniana è affrontato il tema della nomina di Bassiano, e se ne dibattono il senso (una sorta di ricostruzione della tetrarchia?) e le conseguenze (davvero Licinio era contrario o solo dopo la nomina venne reinterpretata come ostile?). http://www.treccani.it/enciclopedia/costantino-e-le-guerre-civili-storia-e-storiografia_(Enciclopedia-Costantiniana)/ Quel che mi incuriosisce, fra i vari aspetti, è se esiste una qualche evidenza numismatica dell'elevazione a cesare di Bassiano, che comunque non potè essere un evento deciso di punto in bianco, e che almeno nella parte dell'Impero sotto il controllo di Costantino, essendo stata proclamata, ebbe sicuramente un riscontro ufficiale, per quanto effimero ( e questo anche nell'ipotesi ventilata su wikipedia che l'imperatore stesse solo aspettando il momento buono per svergognare il traditore). Mi sembra strano che nessuna emissione sia stata messa in circolazione a nome di Bassiano, come pure mi pare ad una prima ricerca; qualcuno ne sa di più?
  12. Illyricum65

    Costantino e il campo militare

    Ciao, recentemente sono passate presso un noto venditore inglese alcune monete costantiniane interessanti e che mi appresto a presentarvi. Provengono da una collezione ora messa in vendita e qui menzionata http://www.lamoneta.it/topic/155032-antoniniano-di-alletto-e-pedigree/#comment-1763351 La prima è emessa a nome di Costantino Date: C, 319 AD Rev: VIRT EXERT, Plan of Roman camp; in middle, Sol standing left, extending hand and holding globe; •TSЄ• in ex Size: 19 mm Weight: 3.04g Ref: RIC VII 69 Provenance: Ex John Casey Collection Condition: Dark patina with clear detail · GBP 125,00 · Circa EUR 148,26 La seconda è a nome di Crispus Date: C, 319 AD Rev: VIRT EXERC, Plan of Roman camp, Sol standing in the middle, raising hand and holding globe; •TS•D. in ex Size: 19 mm Weight: 3.49g Ref: RIC VII 67 Provenance: Ex John Casey Collection Condition: Pitted surfaces with dark patina · GBP 103,01 · Circa EUR 122,17 A parte un’evidente errore di accoppiamento tra immagini e descrizioni (vedasi segno di zecca in essergo) si tratta di due monete non rarissime ma nella mia modesta esperienza nemmeno frequentissime in asta, raggiungendo di solito discrete quotazioni. Le monete provengono entrambe dalla stessa collezione già citata da @grigioviola . Dalla lettura delle descrizioni, oltre a evidenziare l'errore succitato, nasce il mio interrogativo.
  13. Vi chiedo qualche suggerimento sulla zecca che ha coniato questi 2 follis, ho individuato la tipologia, emessi dal 330 al 335 se non sbaglio. In esergo al primo (A) leggo S M R Q ??? molto approssimativo, nel secondo (B) R A Q ?, dovrebbe essere Aquileia ? Le immagini sono da scanner. Grazie in anticipo per la pazienza................ :lol:
  14. Chiedevo una conferma per l'identificazione di questo Follis Io leggo al diritto: CONSTAN TINVS AVG Al rovescio: CONSTANTINI MAX AVG Quindi Costantino I (307-337) ? Peso gr. 2,30 circa Grazie
  15. Ciao, incalzato dal "socio" Sir @@grigioviola nella sua ultima messe di monete britanniche,vi presento l’ultima moneta giuntami da Londinium. Non proviene dall’Inghilterra come si potrebbe pensare ma da una collezione privata della Gallia continentale attualmente dismessa. Una moneta abbastanza godibile, con discreti dettagli e con alcune concrezioni superficiali di malachite che le conferiscono a mio avviso un piacevole aspetto di genuinità e di… vetustà . Constantinus I, Londinium, RIC VII, 53 – CT (Cloke-Toone) 8.06.006. IMP CONSTANTINVS AVG - Busto corazzato e laureato rivolto a destra / SOLI INVINC-TO COMITI – Sol stante a sinistra, chlamys sulla spalla sinistra sollevante la mano destra e reggente un globo nella sinistra. S P tra i campi, MLN in esergo. Datata al tardo 314 d.C. Una moneta della tipologia SOL INVICTO e quindi abbastanza comune e tipica per il periodo. L’ho acquistata chiaramente perché è proveniente da Londinium, perché contraddistinta dal segno di zecca MLN e per il prezzo vantaggioso. Come già descritto nella discussione http://www.lamoneta.it/topic/126420-costantino-zecca-di-londinium/?hl=londinium le emissioni londinesi di Costantino presentano normalmente il segno di zecca PLN, per un periodo abbandonato in favore di MLL, MSL e quindi, appunto, MLN. Successivamente a quest’ultima riprende il segno PLN che si mantiene fino al 320 d.C. quando viene sostituito da PLON.
  16. Illyricum65

    Costantino elmato COMITI AVGG NN

    Ciao, grazie alla segnalazione di un amico del Forum ho acquistato da noto venditore professionale francese un bel nummetto di Costantino dalla zecca di Londinium ampliando gli esemplari londinesi in collezione. In conservazione non perfetta, d’accordo, ma con due grandi pregi: È costato un insulto (5€ + spedizione !) Si tratta di una moneta con un rating “S” per cui non comunissima. Costantino I (307-337). Follis. Londinium, ca. 310-312. D/ CONSTANTINVS P AVG . Busto elmato e corazzato a sinistra; tiene lancia e scudo. R/ COMITI AVGG NN. Sole a sinistra tiene globo e scettro, a destra una stella. In esergo, PLN. RIC VI, 177. Peso 3.75 g , 23mm. Come si evince dal cartellino accluso e dalla dichiarazione del venditore Monnaie provenant d'une ancienne collection vendue en salle des ventes fin 2014.Si l'étiquette est présente sur la photo , elle sera envoyée avec la monnaie. Beaucoup des monnaies de cette vieille collection ne sont pas au standard actuel question "beauté" , je n'ai pas voulu y toucher pour préserver le cachet ancien de cet ensemble. Certaines d'entre elles assez moches sur les photos présentent un potentiel certain après un netoyage sérieux. D'autres à l'inverse ont une superbe patine que l'on a du mal à trouver aujourd'hui , tant les monnaies sont systématiquement nettoyées. proviene quindi da una vecchia collezione dismessa (e il cartellino scritto a china sembra confermarlo). Questo un confronto con una moneta in miglior conservazione passata nel 2012 per Artemide Asta. La moneta in mano è comunque gradevole e assolutamente leggibile. Non ritengo che la sottoporrò ad una pulizia migliorativa. Datata al medio 310- tardo 312 d.C. Celebra i Nostri Augusti (Augustorum Nostrorum). Per quanto ne so non è ben chiaro se il messaggio sia da riferirsi alla sua alleanza con Licinio o in genere alla protezione di tutti i Tetrarchi e costituisce un'alternativa al ben più diffuso e comune SOL INVICTO COMITI. Non ultimo, porgo un ringraziamento a colui che mi ha segnalato l'occasione! :good: Ciao Illyricum :)
  17. Ciao, di seguito illustro alcune mie riflessioni che ho formulato dopo aver ricevuto l’ultimo acquisto relativo alla zecca di Londinium e aver confrontato due follis prodotti dalla medesima zecca britannica a distanza di pochi anni. Perché continuo a tener d’occhio le emissioni di Londinium e quando si presenta un’occasione propizia e il prezzo è interessante amplio la collezione tematica… RAPIDO PROLOGO: Nel caos politico che contraddistingue la situazione della Britannia della fine III secolo abbiamo vari protagonisti che contradistinguono e caratterizzano le varie fasi. Dapprima l’Impero Gallico e i suoi regnanti, del quale fece parte l’isola e successivamente, dopo un periodo di rientro nell’Impero Centrale, quello cosiddetto Britannico con protagonista Carausius in primis (fine 286 – inizio 287?) e quindi Allectus (293?). In questo periodo probabilmente circolavano in Britannia monete dei Gallici, imitative, carausiane e allettane. Sembra che già l’anno seguente l’autoproclamazione di Carausius ad Augusto Massimiano (Marcus Aurelius Valerius Maximianus Herculius), legittimo Cesare della regione, avesse in programma un’invasione poi procrastinata probabilmente a causa dell’invasione continentale dei territori gallici da parte dei Franchi (forse “aiutata” dallo stesso Carausius al fine di creare un secondo fronte continentale che distogliesse l’attenzione dalla situazione britannica). Nel periodo Carausius batte moneta a Londinium, Rouen e forse in altre zecche non ben identificate (Colchester? Zecche ausiliarie londinesi?) nel tentativo di ottenere il riconoscimento formale da parte dell’Impero Centrale. La situazione rimase immutata fino al 293 quando Massimiano occupò i territori gallici dell’Impero Britannico e cominciò la pianificazione della riconquista dell’isola: primo step era quello della creazione di una flotta che consentisse il trasporto delle truppe d’invasione senza subire d’altra parte il potere navale, fino a quel momento appannaggio di Carausius. Il compito in realtà fu delegato ad un altro personaggio romano: Flavius Valerius Constantius detto Chlorus ovvero il padre del futuro imperatore Costantino. Fu lui che nel 296 fisicamente sbarcò in Britannia alla volta di Londinium con un contingente militare dopo la sconfitta e l’uccisione di Allectus (avvenuta a sua volta in realtà per mano del Prefetto del Pretorio Iulius Asclepiodotus [Asclepiodoto]). Fin qui sembra tutto abbastanza chiaro (si fa per dire, in quanto anche le date sono spesso incerte e le biografie dei personaggi coinvolti sono spesso confuse e delineate a sommi tratti specie per i “britannici”). Massimiano assurge quindi al titolo di Augusto all’inizio del 286 (aprile?) principalmente per evitare di proporsi come Cesare contro Carausius che si è incoronato Augusto: quindi da un punto di vista formale Massimiano avrebbe avuto un ruolo di minore rilevanza rispetto all’usurpatore, sebbene la sua investitura a Cesare fosse ufficiale e conferitagli da Diocleziano. Che nell’occasione non ebbe alcun problema a conferirgli l’onoreficenza massima certo della lealtà di Massiminiano nei suoi confronti, sebbene non fosse presente all’investitura (Diocleziano era impossibilitato a presenziare alla cerimonia in quanto si trovava tra Bisanzio, dove è documentata la sua presenza il 22 marzo 286, e Tiberiade, che visitò dal 31 maggio al 31 agosto). In fondo era quello che Diocleziano auspicava come fine ultimo della Tetrarchia: egli come Augusto curava gli interessi della Pars Orientalis e si trovava nei suoi territori, Massimiano come Augusto della Pars Occidentalis svolgeva i suoi compiti istituzionali nei territori assegnati. E nelle loro funzioni Diocleziano e Massimiano si facevano aiutare dai due Cesari Galerio e Costanzo Cloro. Mentre Costanzo guidava la Britannia, Galerio si scontrava nei settori orientali dell’Impero contro i Sasanidi. E attorno al 300 lo stesso Costanzo omaggia il collega Galerio sulle monete emesse dalla zecca di Londinium: Obv.- MAXIMIANVS NOB CAES; busto laureato e corazzato verso destra. Rev.- GENIO POPV-LI ROMANI; Genio stante verso sinistra reggente patera e cornucopia. Essergo: / . RIC VI Lon 15 26mm; 7.8 g. Se paragonato con i parametri della discussione http://www.lamoneta.it/topic/120627-la-zecca-di-londinium/?hl=%2Blondinium+%2Billyricum#entry1372098 risulta leggermente sottopeso con caratteristiche del ritratto riferibile a Londinium, stilisticamente affine ai ritratti di Carausius e Allectus. RIC Volume VI (Londinium), Group I, (ii), Class II, (a), No. 6-16, c. 300 onward, 11.0-9.5 gm, 28/26 mm. Sulla base delle caratteristiche del ritratto (in realtà qui alquanto sfumate) degli “specialisti” anglosassoni del periodo ma l’hanno classificato come sopra descritto. E l’emissione è databile ad un generico “dal 300 in poi” con una probabile datazione attorno proprio al 300 d.C.
  18. Salve a tutti, Oggi vorrei porre in quesito a voi esperti : Vorrei Avere un po' di informazioni su questo follis di Costantino I per Siscia . Non sono riuscito classificarlo perché in esergo invece del normale ASIS c'è scritto ΓSIS. È una zecca rara? Mi sapete qualcosa? Grazie.
  19. Illyricum65

    Costantino Zecca di Londinium

    Ciao, continuo nei miei acquisti relativi alla zecca di Londinium. E’ un pallino che mi è preso dopo aver visto al Museum of London questo pannello: così quando trovo qualche moneta a prezzi vantaggiosi ci faccio un pensierino... ;) In realtà quanto riportato nel pannello museale è una semplificazione in quanto il catalogo delle sigle della zecca di Londinium è molto più ampio e variegato e cioè: No mark; L, ML, MLL, MSL, MLN, PLN, PLON, PLONÈ Solo considerando il periodo di attività 294-325 (383-8 - gold only) (e tralasciando tutte le varie carausiane e allectane…) http://finds.org.uk/romancoins/articles/page/fourth-century-mints La maggior parte delle emissioni londinesi è legata al periodo costantiniano con segno di zecca PLN e penso di poter tranquillamente affermare che l’iconografia più diffusa di Costantino per Londinium è quella del SOL INVICTO COMITI. In questi giorni mi sono state recapitate due monete di questa tipologia acquistate presso un venditore numismatico professionale tedesco e che presentano due di quei segni di zecca trascurati nella tabella suddetta. La prima come anticipato è un SOL INVICTOCOMITI. Si tratta della RIC VII London 27, IMPCONSTANTINVSAVG, ritratto laureato e corazzato verso destra/ SOLINVIC-TOCOMITI, Sol rivolto verso sinistra, sollevante la mano dx verso l’alto e reggente il globo nell’altra. Il braccio regge anche il chlamys che copre la spalla sinistra. Tra i campi S – F, in esergo MLL. Sul RIC è data C2 ed è indicata come emessa nel 313-315.
  20. IN HOC SIGNO VINCES Dal 313 all’Anno Mille: La Moneta d’Oro di Costantino nei Secoli venerdì 12 aprile 2013, ore 12:00 Museo Bottacin Palazzo Zuckermann, corso Garibaldi 33, Padova Informazioni: La mostra rimarrà aperta fino al 26 maggio 2013 Orari: 10 - 19 da martedì a domenica, chiuso il lunedì non festivi Ingresso gratuito Museo Bottacin tel. 049 8205675 museo.bottacin@comune.padova.it http://padovacultura.padovanet.it Palazzo Zuckermann tel. 049 8205664
  21. Ciao a tutti :) Questo è il mio ultimo acquisto Era una tipologia che cercavo da tempo e questa mi è sembrata in conservazione accettabile per i miei standard di qualità/prezzo. Ho difficoltà nell'identificarla. Il venditore sostiene che in esergo vi sia SMHE. Voi cosa ne pensate? Grazie, Matteo :)
  22. Gentilmente mi confermate che questa moneta di bronzo - diam. 24-27 mm - coniata nell'impero bizantino nella seconda metà del X secolo è stata coniata sia sotto il regno di Basilio II sia sotto il regno del fratello successore Costantino VIII? Grazie.
  23. Possiedo due monete romane identiche come raffigurazione, ma differenti tra loro come dimensioni e colore (immagino materiale). Qualcuno gentilmente sa darmi una spiegazione? Diametro moneta sinistra (scansione): 17 mm Diametro moneta destra (scansione): 13 mm
  24. Gentilmente riconoscete l'imperatore raffigurato su questa moneta? Il materiale sembra bronzo. Diametro: 1,5 cm Peso: 2,4 g
  25. Gentilmente qualcuno riconosce questa moneta romana? Dovrebbe risalire al sec. III-IV. Mi sembra un follis di Costantino, ma non ho mai colto la raffigurazione del retro della moneta. Materiale: bronzo Diametro: 1,5 cm Peso: 1,6 g

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×