Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
pietromoney

Regno di Napoli e Sicilie: come le collezionate?

Recommended Posts

pietromoney

Sò che la domanda come riportata nel titolo può far scaturire decine di risposte differenti e ovviamente soggettive, ma volevo farmi un idea di massima e chiedervi se la maggior parte di voi, colleziona tali monete per tipologia o per annata.


Da 8-9 mesi mi sono avvicinato alla collezione delle monete del Regno di Napoli e delle due Sicilie.

Non mi ero avvicinato prima per due motivi:
a) Ancora pochissima esperienza
b) Prezzi elevati per le mie finanze

Da campano quale sono, non potevo non essere affascinato da tali monete, ed eccomi qui.
Finora in questi pochi mesi ho raccolto al momento 29 pezzi per la mia collezione tipologica (vale a dire una sola moneta per tipo senza cercare a tutti i costi l'annata rara e l'altissima conservazione.

Ho in collezione monete che vanno dal MB (sperando un giorno di poterle migliorare) al qFDC (1 solo esemplare)
Mediamente la mia collezione si aggira intorno al BB.

Come riferimento cartaceo al momento ho l'ottimo Civitas Neapolis (asta Varesi 2003), poi ovviamente leggo gli articoli on line e le spiegazioni sempre precise e dettagliate dei guru di questa sezione a partire da @@francesco77 , @@Rex Neap (non me ne vogliano gli altri, al momento non mi sovvengono)

Sapreste consigliarmi un buon libro?
Ho visto in giro Pannuti M. - Riccio V. - Le monete di Napoli. Milano, 1985 ma costa tantissimo
Ma ci esce dentro pure un 10 tornesi 1825 in conservazione SPL (scherzo ovviamente) :rofl:

Cmq scusatemi se mi sono dilungato molto, vi saluto e aspetto i vostri consigli :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alessandro72

Ciao e ben venuto nel forum!! Io colleziono monete di Ferdinando II dal lontano 1987, leggendo un manuale di numismatica appresi i primi rudimenti per un collezionista del tipo: collezionare monete legate ad un periodo di tempo determinato e ad un territorio preciso; in tal modo non solo si limita di moltissimo il numero di monete da collezionare ma si può dedicare anche tempo a tutto quello che orbita intorno al collezionismo, dalle varianti alle tecniche incisorie della zecca, dalla rarità al grado di conservazione e così discorrendo!! Io mi tolsi tutte le monete moderne dai franchi francesi agli scellini austriaci e mi dedicai alle monete di Ferdinando II che poi per interessi squisitamente storici ho perseguito sino ad oggi! Dunque dal catalogo d'asta Civitas Neapolis puoi cominciare a scegliere le monete che ti attraggono di più, poi verificare se il periodo storico che rappresentano è di tuo gusto e quindi alla fine orientarsi verso un Regnante , tipo Carlo III o Ferdinando IV o Carlo V . Una volta scelta la serie monetale , devi fare un indagine di mercato tra forum, il gigante, convegni ed aste, senza fretta , per prendere i pezzi della tua futura collezione con il miglior rapporto qualità prezzo!, A me hanno consigliato due libri:le monete di Napoli di Giuseppe De Sopo e Le monete borboniche delle due Sicilie di Vico D'Incerti!!Ultimo consiglio, poiché oltre la passione , una collezione è anche un investimento, è di fondamentale importanza comprare bene, quindi è meglio prendere monete di alto grado di conservazione che non monete rare, perché la prima condizione è valida a prescindere mentre la seconda nel tempo potrebbe decadere e ti troveresti con monete brutte di presunta bassa tiratura. Sperando di esserti stato utile, ti auguro un buon inizio collezione!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap

Caro @@pietromoney fai bene a scrivere queste cose anche perchè non puoi tenertele dentro......fatto questo passo ti dico da subito che molte risposte son soggettive, quindi ognuno ti dirà la sua opinione e poi tu leggendo ti prendi quello che ti serve.

Riguardo al modo di collezionare c'è ne sono svariati: innanzitutto scegli il periodo, Pre-Borbonico o Borbonico, almeno inizialmente altrimenti è impossibile.

Molti ad esempio collezionano il periodo Vicereale, (per fartela breve i Filippi) se non hai grandi cifre da spendere (rimani sul rame) lì puoi pescare bene e anche divertirti a studiarle e magari cresci numismaticamente.

Se sei indirizzato sul periodo Borbonico capisci che qui ci voglio un bel pò di soldini, ma inizialmente lo puoi fare benissimo, magari comprando solo rame (tipo Ferdinando IV) e qualche Piastra quando trovi l'occasione ma segui i consigli che ti ha dato anche @@Alessandro72 meglio poche ma buone che tante messe male.

Sei ancora all'inizio e sei in tempo per decidere quale direzione devi prendere.......

Le borboniche sono davvero tantissime e un pò la novità/l'inventiva te la devi ricavare da solo.

Per quanto riguarda i libri idem...se periodo Borbonico il PR non ti serve basta il Gigante e i Bollettini che Francesco ha messo a disposizione.....

Se poi scendi nel pre-borbonico allora le cose cambiano....il Corpus Vol. XIX e XX sono in rete ma inizialmente ti perderesti nelle miriade di monete e varianti presenti, a quel punto ti servirà o il PR oppure il MIR ... qui trovi queste monete.

Se hai bisogno di altro chiedi pure.

Ciao

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

pietromoney

Grazie @@francesco77, @@Alessandro72, @@Rex Neap

Per il momento mi concentrerò prevalentemente sul periodo borbonico, difatti la maggior parte delle mie monete è di quel periodo.

Ovviamente quando e se capita l'occasione di prendere una bella moneta anche di un periodo precedente (angioino, aragonese) non mi tirerò indietro.

Riguardo poi a quanto detto da @@Alessandro72, devo dargli ragione soprattutto sul fatto che non bisogna avere fretta.

Ho superato quella fase adolescenzial-numismatica (permettetemi il termine) e quindi ho più pazienza e meno frenesia, e valuto con attenzione il momento giusto, puntando ad una buona conservazione con un giusto prezzo.

Sono d'accordo.......meglio una moneta in buone condizioni, piuttosto che dieci messe male.

Come parametro minimo di conservazione per le monete, mi sono prefissato almeno un BB

Poi ovviamente sappiamo che ci sono monete per le quali bisogna anche accontentarsi..... e vabbè.

Ho un obiettivo da realizzare......I have a dream :blum:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gaetano95

CIao, ti dico la mia in breve...personalmente vuoi un po' perchè ho bisogno sempre di trovare cose nuove ed anche perchè sono giovane e di tempo per collezionare ne ho molto non mi sono posto limiti temporali...colleziono tutto il Regno di Napoli e ti devo dire che mi diverto molto a confrontare le monete dei vari periodi.

Per iniziare ti consiglio anche io sceglierti un determinato arco di tempo, ma poi andando avanti studia anche le epoche precedenti e poi avventurati negli acquisti, fidati che c'è veramente da divertirsi ;)

Vediamo un po' che ne esce dai :D

PS: nella discussione sul gigliato che postasti non hai risposto più..aspettavamo altre foto :P

Gaetano

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

Fai bene a scegliere la filosofia ''meglio poche ma buone'', questa scelta ripaga sempre.....
Come sugerisce l'amico romanista è meglio che inizzi con un periodo ben preciso, e magari piano piano ti fai allargando..
Per quanto riguarda i testi posso dirti che i bolletini del circolo numismatico napoletano sono veramente un tassello importante che non dovrebbe mancare in nessuna bibliotecha numismatica.
Altri testi interessanti sono:
Per napoli Il cagiati e il corpus (ambedue, anche se datati, sono dei libri veramente fatti bene)
Che non mene vogliano male, ma il Pannuti Riccio, forse per il modo in cui classifica le monete, non mi entusiasma molto.

Ti segnalo anche il Pagani, o il d'incerti che è piu specifico per le monete che interessano a noi.
Per quanto riguarda la zecca Palermitana invece il testo di riferimento è sempre il buon Vechio Sphar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

demonetis
Supporter

Ci sarebbe anche il catalogo d'asta n. 33 del 2000 "Utriusque Siciliae" della Numismatica Varesi.

Edited by de monetis

Share this post


Link to post
Share on other sites

pietromoney

PS: nella discussione sul gigliato che postasti non hai risposto più..aspettavamo altre foto :P

Gaetano

Hai ragione Gaetano, domani rispondo e posto una foto + dettagliata del mio gigliato

Share this post


Link to post
Share on other sites

12tari

@ ci sono tanti altri testi e cataloghi interessanti è valevoli, me se si è all'inizio a mio avviso i testi che ho menzionato sono sufficientissimi, poi se l'amico decide di fare un periodo ben definito si può indirizzare a dei volumi più specifici!
Di certo se inizierà con le borboniche un manuale valevole può essere il Gigante, devo dire che quest'ultimo, negli ultimi anni è diventato veramente un bel manuale...

Share this post


Link to post
Share on other sites

francesco77

@ ci sono tanti altri testi e cataloghi interessanti è valevoli, me se si è all'inizio a mio avviso i testi che ho menzionato sono sufficientissimi, poi se l'amico decide di fare un periodo ben definito si può indirizzare a dei volumi più specifici!

Di certo se inizierà con le borboniche un manuale valevole può essere il Gigante, devo dire che quest'ultimo, negli ultimi anni è diventato veramente un bel manuale...

Ciao @@12tariì , ma guarda che Pietro ha già in biblioteca sia il catalogo Utriusque Siciliae del 2000 che il Civitas Neapolis del 2003, oltre al Pannuti Riccio e a tanti altri ......... accanto ad ogni numismatico c'è sempre un angelo custode che vi vuol bene ...... :hi: :good:

Edited by francesco77
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Bella domanda, questa posta in discussione. Ci sono tanti modi di collezionare questo tipo di monete: secondo me, in base al carattere di ognuno e agli interessi, esistono tantissimi modi di metterle in collezione. Puoi focalizzare la tua attenzione sullo studio delle varianti o di chi quelle monete le ha "progettate" o materialmente impresse (come ha fatto con ottimi risultati il nostro Pietro @@Rex Neap) e allora nel Viceregno troverai infinite soddisfazioni, oppure puoi seguire un criterio "estetico" e a quel punto ti accorgerai che ducati/mezzi ducati vicereali e piastre settecentesche e primo-ottocentesche sono delle raffinate opere d'arte; o ancora, il tuo interesse potrà essere storico e quindi sceglierai di mettere in collezione monete di un periodo che ti affascina particolarmente (da questo punto di vista la moneta rappresenta un punto di contatto "materiale", tangibile, con la storia): basti pensare ai lunghi regni di Carlo, Ferdinando IV e Ferdinando II, o al periodo napoleonico per tenerti impegnato una vita intera. Il bello è che ognuno di noi avrà un dverso approccio ma che tutti confluiamo su punti in comune sui quali nasce il confronto (e qualche volta anche qualche piccola discussione). Qualunque sia il tuo criterio di scelta, resta sempre valido, a mio avviso, che la moneta giusta è quella che ti emoziona ed incuriosisce mentre la tieni in mano, che sia una monetina in rame tutta consunta o una "Fecunditas" in perfetta conservazione. Ciao

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.