Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
ronagnoli55

Giovani collezionisti...ne abbiamo???

Risposte migliori

dabbene
Supporter

Perché no ...il Cordusio già si sposta ora, il terzo Gazzettino viene presentato non a Milano ma a Parma, tornerà poi a Verona, ma avrà la sua degna scena a Milano nell'incontro/aperitivo numismatico del 5 giugno a Milano con la Prof.ssa Travaini .

Ma possiamo andare dovunque, dove vorrete e come vorrete, in ogni posto della nostra penisola dipenderà dalle proposte divulgative e culturali, il Cordusio oggi può essere dovunque nella sua trasversalità a tutti i livelli ...e qualcosa per i giovani prima o poi arriverà ancora, i giovani e la divulgazione sempre in primis su tutto ...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Si qui si apre un mondo il mondo della passione...

Con la possibilità di interagire per tutti coloro che cercano di esprimere anche le loro emozioni, partecipazione, gruppo, progetti, idee, e nuove amicizie...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

steto

Buongiorno, ho 20 anni e mi sono avvicinato alla numismatica già da diversi anni; mi fa piacere raccontarvi la mia esperienza.

Da quel che vedo io di giovani collezionisti ce ne sono molti, ma come già detto da qualcuno, tendono ovviamente a collezionare la moneta corrente. Anch'io ho iniziato così: mentre mio babbo curava la sua raccolta (collezione è un termine troppo "dispendioso" per certe categorie di monete :D) di lire e monete straniere, io cominciavo una collezione di euro circolanti e circolati di cui oggi posso anche vantarmi (nonostante le moltissime mancanze). L'arrivo dell'euro secondo me è stata una spinta per la formazione di giovani collezionisti, poiché permette di iniziare una raccolta ampia, nuova e propria, indipendente da quella "antica" dei genitori che ci pare così pesante e carica di "responsabilità". Per me la collezione di euro è stata un punto di partenza per sviluppare una grande passione che penso non mi abbandonerà più.

L'euro è fantastico per come facilita il cominciare una collezione. Chi inizia da zero spesso è incerto se prendersi questa responsabilità, ma con l'euro si ha contatto diretto con un amplissima serie di monete straniere: può capitarmi per le mani senza problemi una moneta Estone, a quanti di voi al bar avevano mai dato di resto una corona estone, invece? Dal mio punto di vista l'euro permette di iniziare una collezione molto più ampia in modo molto meno impegnativo.

Certamente oggi i giovani collezionisti sono meno che in altri periodi (penso al boom pazzesco che tutte le forme di collezionismo hanno avuto negli anni 70 specialmente sui giovani. C'erano pubblicità di filatelia su Topolino!!) ma non crediate che si siano allontanati dalla numismatica: semplicemente è difficile, per età, che frequentiamo le conferenze e gli altri luoghi "canonici" del collezionismo.

Credo anch'io che conti molto la zona in cui si abita, per me andare ad una fiera è un evento veramente raro.

Oggi "gestisco" le collezioni riunite mie, di mio padre e di mio nonno, cosa che mi ha permesso di ampliare molto il mio raggio d'azione. Con la scoperta -purtroppo solo molto recentemente- di questo forum, poi, mi si sta aprendo un mondo di nuove conoscenze da assorbire.

Spero che vi sia interessata la prospettiva di un ventenne (che poi è pure possibile che mi sbagli, d'altronde "a vent'anni si è stupidi davvero, quante balle si ha in testa a quell'età")

saluti, Steto.

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox
1 ora fa, steto dice:

L'euro è fantastico per come facilita il cominciare una collezione. Chi inizia da zero spesso è incerto se prendersi questa responsabilità, ma con l'euro si ha contatto diretto con un amplissima serie di monete straniere: può capitarmi per le mani senza problemi una moneta Estone, a quanti di voi al bar avevano mai dato di resto una corona estone, invece? Dal mio punto di vista l'euro permette di iniziare una collezione molto più ampia in modo molto meno impegnativo.

 

Condivido ogni singola parola. Era quanto succedeva a chi come me maneggiava le lire tutti i giorni  da bambino e poi si è allargato ad altri ambiti: collezionare il circolante è stata una palestra fondamentale per fare l'occhio alle diverse conservazioni, ai diversi metalli e a come essi si comportavano quando sottoposti a qualsiasi agente chimico o fisico (ad esempio nel caso di manipolazioni varie volute o meno).

E il tutto a costo zero perchè in qualsiasi momento esemplari della collezione o intere tematiche si potevano reimmettere nel circolo senza perderci nulla.

Ho notato poi che questa impostazione mentale è stata un vantaggio anche in età adulta rispetto a chi si approcciava direttamente in età matura limitando di molto fregature e facili entusiasmi interessati perchè sponsorizzati da questa o quella "sirena" (= operatori commerciali)

Saluti

Simone

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex-Vee

Buongiorno a tutti! La monetazione in euro è e sarà un buonissimo trampolino di lancio per numerosi collezionisti, sicuramente grazie alla sua ampia diffusione e soprattutto per l'enorme varietà tematica. Ricordo ancora quando all'epoca del passaggio (fine 2001) ho litigato con mio padre per riuscire a conservare uno starterkit sigillato, che conservo gelosamente ancora oggi. Ma la grande svolta avvenne nel 2004 con l'introduzione le monete commemorative, forse lo diamo per scontato ma all'epoca erano ancora in pochi fortunati a possedere internet in casa e le poche informazioni le si poteva ricavare solo da cataloghi specializzati nel settore. Sicuramente anche il web ha dato una grande svolta al collezionismo numismatico (a tutti i tipi di collezionismo), rendendo semplicissimo, nella maggior parte dei casi, reperire il pezzo mancante. Noto con piacere l'interessamento dei più giovani alla numismatica grazie all'euro, conosco molti giovani sui social che collezionano, anche se non sono moltissimi quelli che lo fanno con reale passione, alcuni di loro hanno abbandonato, altri lo fanno solo per cercare di ricavare piccoli profitti. Ho sempre consigliato loro che il collezionismo atto a fare business non esiste o per lo meno la numismatica non è grande titolo di investimento, in particolare oggigiorno. Collezionate con passione e non per la speranza di vedere il portafogli gonfiarsi un domani. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

steto

@Alex-Vee condivido appieno.

A casa mia invece fu mio babbo ad insistere per conservare uno starter kit sigillato. Ne è ancora gelosissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ronagnoli55
Buongiorno a tutti! La monetazione in euro è e sarà un buonissimo trampolino di lancio per numerosi collezionisti, sicuramente grazie alla sua ampia diffusione e soprattutto per l'enorme varietà tematica. Ricordo ancora quando all'epoca del passaggio (fine 2001) ho litigato con mio padre per riuscire a conservare uno starterkit sigillato, che conservo gelosamente ancora oggi. Ma la grande svolta avvenne nel 2004 con l'introduzione le monete commemorative, forse lo diamo per scontato ma all'epoca erano ancora in pochi fortunati a possedere internet in casa e le poche informazioni le si poteva ricavare solo da cataloghi specializzati nel settore. Sicuramente anche il web ha dato una grande svolta al collezionismo numismatico (a tutti i tipi di collezionismo), rendendo semplicissimo, nella maggior parte dei casi, reperire il pezzo mancante. Noto con piacere l'interessamento dei più giovani alla numismatica grazie all'euro, conosco molti giovani sui social che collezionano, anche se non sono moltissimi quelli che lo fanno con reale passione, alcuni di loro hanno abbandonato, altri lo fanno solo per cercare di ricavare piccoli profitti. Ho sempre consigliato loro che il collezionismo atto a fare business non esiste o per lo meno la numismatica non è grande titolo di investimento, in particolare oggigiorno. Collezionate con passione e non per la speranza di vedere il portafogli gonfiarsi un domani. 

Giusto!!la numismatica non ti dara mai l'investimento tale a comprare una casa...ma le alte conservazioni la regola dice che hanno sempre premiato detto questo prima o poi al cordusio ci andro
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex-Vee
7 ore fa, ronagnoli55 dice:


Giusto!!la numismatica non ti dara mai l'investimento tale a comprare una casa...ma le alte conservazioni la regola dice che hanno sempre premiato emoji3.png detto questo prima o poi al cordusio ci andro

Hai assolutamente ragione, però c'è da dire che a differenza del passato oggi è molto più semplice reperire monete in alta conservazione, quindi sarà difficile che un domani ci saranno grosse rivalutazioni sull'Euro moneta. Certamente ci sono monete euro che se possedute possono avere un buon plus valore anche oggi, ma sicuramente già per portarle a casa si è speso una buona cifra, quindi "probabilmente" già difficilmente si recupererà anche solo l'investimento speso per l'acquisto. Resta il fatto che nonostante la giovane età l'euro ha davvero molto da raccontare, però ha anche un grande punto debole, cioè il metallo di cui sono composti. Sarà difficile preservare anche la sola brillantezza di tali monete in futuro, nel tempo (ma già oggi), probabilmente, andranno rivisti i canoni di grado qualitativo per tali monete. Già il FDC assoluto è opinabile vista la quantità di difetti presenti anche in monete destinate al mercato collezionistico. 

Un saluto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ronagnoli55
Hai assolutamente ragione, però c'è da dire che a differenza del passato oggi è molto più semplice reperire monete in alta conservazione, quindi sarà difficile che un domani ci saranno grosse rivalutazioni sull'Euro moneta. Certamente ci sono monete euro che se possedute possono avere un buon plus valore anche oggi, ma sicuramente già per portarle a casa si è speso una buona cifra, quindi "probabilmente" già difficilmente si recupererà anche solo l'investimento speso per l'acquisto. Resta il fatto che nonostante la giovane età l'euro ha davvero molto da raccontare, però ha anche un grande punto debole, cioè il metallo di cui sono composti. Sarà difficile preservare anche la sola brillantezza di tali monete in futuro, nel tempo (ma già oggi), probabilmente, andranno rivisti i canoni di grado qualitativo per tali monete. Già il FDC assoluto è opinabile vista la quantità di difetti presenti anche in monete destinate al mercato collezionistico. 
Un saluto 

Diciamo che l'euro è una moneta più abbordabile per cominciare e attirare giovani ragazzotti a collezionare...con la scusa di controllare sempre il resto e scambiare i propri euro....si possono fare collezioni carine a pochi spiccioli...ma e più un trampolino di lancio per i ragazzi delle superiori per entrare in questo mondo!
Però ce anche da dire che maneggiare un 2 euro grace Kelly 2007 (moneta euro top che però a mio avviso sta girando una grossa speculazione) non ti darà quel fascino e quel profondo di tenere in mano un 20 lire littore,piuttosto che una moneta coniata in lire di San marino, io la vedo come una monetazione noiosa ma può essere l'inizio di un avventura ma sopratutto un viaggio nella storia.
Per quanto riguarda il fattore investimento...be e un tasto delicato ma impossibile...la numismatica non e quotata in borsa,però ci sono degli esempi che dimostrerebbero il contrario.
In Italia da quando ce la crisi,così come le case,anche le monete si sono svalutate (eccezione del QFDC o FDC PURO).
Mentre al contrario paesi come Urss,Kuwait e Cina dove la situazione economica cresce sempre più alcune monete che nei mercatini 10 15 anni fa trovavi a 15 20 euro,ora ci vogliono centinaia di euro!!

Purtroppo servirebbe la sfera di cristallo,l'unica e fare la cosa che più ti suscita curiosità E interesse e puntare ad altissime conservazioni anche senza spendere un capitale se uno vuole sperare in domani di ricavarci qualcosina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alex-Vee
8 ore fa, ronagnoli55 dice:


Diciamo che l'euro è una moneta più abbordabile per cominciare e attirare giovani ragazzotti a collezionare...con la scusa di controllare sempre il resto e scambiare i propri euro....si possono fare collezioni carine a pochi spiccioli...ma e più un trampolino di lancio per i ragazzi delle superiori per entrare in questo mondo!
Però ce anche da dire che maneggiare un 2 euro grace Kelly 2007 (moneta euro top che però a mio avviso sta girando una grossa speculazione) non ti darà quel fascino e quel profondo di tenere in mano un 20 lire littore,piuttosto che una moneta coniata in lire di San marino,emoji3.png io la vedo come una monetazione noiosa ma può essere l'inizio di un avventura ma sopratutto un viaggio nella storia.
Per quanto riguarda il fattore investimento...be e un tasto delicato ma impossibile...la numismatica non e quotata in borsa,però ci sono degli esempi che dimostrerebbero il contrario.
In Italia da quando ce la crisi,così come le case,anche le monete si sono svalutate (eccezione del QFDC o FDC PURO).
Mentre al contrario paesi come Urss,Kuwait e Cina dove la situazione economica cresce sempre più alcune monete che nei mercatini 10 15 anni fa trovavi a 15 20 euro,ora ci vogliono centinaia di euro!!

Purtroppo servirebbe la sfera di cristallo,l'unica e fare la cosa che più ti suscita curiosità E interesse e puntare ad altissime conservazioni anche senza spendere un capitale se uno vuole sperare in domani di ricavarci qualcosina

Ciao! Concordo su diversi punti della tua riflessione, eccetto sul discorso del collezionare euro. È vero che oggigiorno è un bel trampolino di lancio verso il fantastico mondo del collezionismo sia per giovani che per meno giovani, però anche l'euro (per chi come me lo colleziona da tantissimi anni) può regalare enormi soddisfazioni, grazie anche alla rappresentazione di temi o periodi storici di alto rilievo. Poi ci sono le monetazioni più rare da reperire (come i mini stati), ad esempio il giorno che riuscii ad entrare nelle liste del Vaticano viaggiai ad un metro da terra per tutta la casa. Quindi si, sicuramente ci sono monetazioni con valore storico, artistico e culturale nettamente superiore all'euro, ma per chi lo colleziona in maniera seria, ad esempio, una commemorativa vaticana, monegasca o di qualsiasi altro stato che rappresenti qualcosa di importante, può dare noi la stessa sensazione di un 20 lire littore. 

Un saluto 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

steto
3 minuti fa, Alex-Vee dice:

Ciao! Concordo su diversi punti della tua riflessione, eccetto sul discorso del collezionare euro. È vero che oggigiorno è un bel trampolino di lancio verso il fantastico mondo del collezionismo sia per giovani che per meno giovani, però anche l'euro (per chi come me lo colleziona da tantissimi anni) può regalare enormi soddisfazioni, grazie anche alla rappresentazione di temi o periodi storici di alto rilievo. Poi ci sono le monetazioni più rare da reperire (come i mini stati), ad esempio il giorno che riuscii ad entrare nelle liste del Vaticano viaggiai ad un metro da terra per tutta la casa. Quindi si, sicuramente ci sono monetazioni con valore storico, artistico e culturale nettamente superiore all'euro, ma per chi lo colleziona in maniera seria, ad esempio, una commemorativa vaticana, monegasca o di qualsiasi altro stato che rappresenti qualcosa di importante, può dare noi la stessa sensazione di un 20 lire littore. 

Un saluto 

Mi accodo pienamente

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

La cosa che mi ha colpito ultimamente e che ho potuto constatare di persona, avendo il privilegio di essere parte integrante del Cordusio a Milano, e che i meno giovani e addirittura molti giovanissimi, inizino con il raccogliere tondelli che esulino dall'euro.

Nonostante siano parte integrante di esso, partono da subito con monetazioni lontane dal loro tempo.

Mi ricordo una Domenica, vidi un ragazzino insieme al padre di circa 10 anni, particolarmente attivo ai banchetti, subito mi incuriosì il suo atteggiamento, chiedeva molto e osservava scrupolosamente.

A questo punto mi avvicinai per capire di cosa si interessasse, e incredibilmente sentii la sua richiesta, " mi scusi non è che per caso ha dei piccioli" :blink::blink::blink::crazy::crazy::crazy:

Non volevo credere alle mie orecchie stava chiedendo al commerciante dei piccioli per la zecca di Palermo di Carlo II  del 1600, di seguito un esempio 

Risultati immagini per piccioli palermo

 

Solo per citarne uno fra tanti, ne potrei citarne molti altri, noto che la numismatica sta entrando nuovamente nel cuore dei più piccoli, sarà che a Milano il terreno è fertile, sarà che la storia comunque affascina...

Poi complice il Cordusio e la magia è fatta...

Eros 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×