Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
letizia

Romana 1?

Risposte migliori

letizia

qualcuno mi aiuta ad identificare questa moneta? Periodo, nome della moneta ed altro?

post-6151-1184931369_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Side in Pamphylia; la legenda del rovescio dovrebbe essere CIDHTWN.

Probabilmente emessa a nome di Gordiano III (...ANT GO | RDIAN...), se leggo bene, ma potrei tranquillamente sbagliare.

Al rovescio Atena con un ramo di palma che depone un voto in un vaso.

Visto che misura 20 mm, è definibile AE 20

SNG France 3, n. 853 (planche 44)

Luigi

PS: molto bella

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Che ci faceva una provinciale in Liguria??? :blink: Non avevano circolazione limitata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

A quanto ne so, le sole emissioni provinciali cui non era permesso circolare fuori della provincia di emissione erano quelle della zecca di Alessandria d'Egitto. Per le altre non esisteva questo vincolo; qualcuna ha girato più delle altre evidentemente.

"(...) In tutto questo periodo l'Egitto mantenne un sistema monetario indipendente e segregato dal resto dell'impero. Le monete imperiali che entravano in Egitto erano scambiate con monete locali e viceversa per quelle che uscivano"

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

william
A quanto ne so, le sole emissioni provinciali cui non era permesso circolare fuori della provincia di emissione erano quelle della zecca di Alessandria d'Egitto. Per le altre non esisteva questo vincolo; qualcuna ha girato più delle altre evidentemente.

"(...) In tutto questo periodo l'Egitto mantenne un sistema monetario indipendente e segregato dal resto dell'impero. Le monete imperiali che entravano in Egitto erano scambiate con monete locali e viceversa per quelle che uscivano"

Luigi

247841[/snapback]

Come mai questa decisione solo per l'Egitto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Perchè l'Egitto era una Provincia "speciale" (se mi passi il termine) per motivi economici.

"Augusto pone così fine al potere della dinastia Tolemaica ad Alessandria e non non permise l'ascesa al trono di altri monarchi d'Egitto; egli trasformò la regione da regno cliente ad un particolare possedimento romano, di esclusiva pertinenza dell'imperatore. Non si trattò di una classica provincia romana, ma di una proprietà privata dell'imperatore, governata da un prefetto del rango equestre. Ai senatori era vietato entrare nelle strutture di governo dell'Egitto ed anzi a loro era addirittura preclusa la possibilità di mettere piede in questa provincia. La regione ha sempre rivestito per Roma una importanza notevole dal punto di vista economico; ad esempio la capitale dell'impero traeva da qui circa un terzo del suo fabbisogno di frumento ed notevoli introiti finzanziari."

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

william
Perchè l'Egitto era una Provincia "speciale", se mi passi il termine per motivi economici.

"Augusto pone così fine al potere della dinastia Tolemaica ad Alessandria e non non permise l'ascesa al trono di altri monarchi d'Egitto; egli trasformò la regione da regno cliente ad un particolare possedimento romano, di esclusiva pertinenza dell'imperatore. Non si trattò di una classica provincia romana, ma di una proprietà privata dell'imperatore, governata da un prefetto del rango equestre. Ai senatori era vietato entrare nelle strutture di governo dell'Egitto ed anzi a loro era addirittura preclusa la possibilità di mettere piede in questa provincia. La regione ha sempre rivestito per Roma una importanza notevole dal punto di vista economico; ad esempio la capitale dell'impero traeva da qui circa un terzo del suo fabbisogno di frumento ed notevoli introiti finzanziari."

Luigi

247845[/snapback]

Quindi ogni imperatore romano da Augusto in poi poteva considerare l'egitto come una provincia privata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

L'Egitto non ha rivesisto sempre lo stesso ruolo nell'arco dei secoli all'interno dell'impero romano; per alcuni imperatori è stato più importante che per altri.

Sicuramente la zecca di Alessandria ha goduto di uno status speciale nell'arco di tutta la sua attività, visto che è stata l'ultima zecca provinciale ad essere chiusa.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

letizia

ma che moneta è? Romana o greca? che nome ha? Scusate ma ignorantissima in materia sono. hehe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960
ma che moneta è? Romana o greca? che nome ha? Scusate ma ignorantissima in materia sono. hehe

247884[/snapback]

E' una moneta cosiddetta 'provinciale', coniata a Side in Panfilia. La Panfilia era una piccola regione storico-geografica costiera dell'Asia Minore, confinante a ovest con la Licia e a nord-nord est con la Galazia e bagnata dal Mediterraneo orientale. Le coste panfilie erano prospicienti all'isola di Cipro. (da Wikipedia) La legenda è in greco perché quella era la lingua franca di queste regioni dell'impero.

Per maggiori informazioni sulla monetazione provinciale romana puoi guardare qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

E' una emissione provinciale romana.

L'espansione dell'impero romano con la conseguente annessione di regioni distanti dalla zecca centrale di Roma rese giocoforza necessaria una doppia circolazione di moneta.

Accanto alle emissioni imperiali si sovrappongono le emissioni di zecche locali che sostanzialmente proseguono l'attività precedente alla conquista romana, con alcune modifiche iconografiche quali l'aggiunta del ritratti imperiali al dritto.

L'imperatore concedeva, ma poteva anche ritirare, il diritto di una zecca provinciale di battere moneta; in particolari casi veniva concesso di non riportare alcun riferimento all'autorità di Roma (emissioni quasi autonome), come accadde per la zecca di Atene ad esempio.

La possibilità di coniare moneta locale rappresentò per le città delle provincie l'illusione di mantenere una propria identità storica e culturale (potendo riportare al rovescio riferimenti a festival, culti religiosi, architettonici, etc.) ed a noi ha lasciato alcuni interessanti esempi di simbiosi tra cultura romana e greca.

Per le monete provinciali in bronzo, salvo pochi casi, non è nota la denominazione delle emissioni; per questo motivo si utilizza denominarle con la dicitura AE seguito dal valore del diametro espresso in mm; nel tuo caso AE 20.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×